Presto nelle nostre case iMom, la mamma virtuale

iMom-mamma-robot

Se credete che l’ultima frontiera della genitorialità sia rappresentata dalla stepchild adoption, vi sbagliate di grosso.

Anche se si tratta soltanto dell’ipotesi fantascientifica di un regista australiano, molti temono che a breve possa trasformarsi in realtà: ci stiamo riferendo ad iMom, ovvero la tata bionica. Malgrado per il momento si tratti semplicemente del racconto di un film-maker visionario, è impossibile escludere che in un futuro prossimo nelle nostre casa vengano introdotti dei robot super-tecnologici a fare le veci dei genitori.

La trama del film prende spunto dal fatto che molte coppie, oggi come oggi, sono a tal punto prese dalla propria carriera, che non hanno il tempo materiale per dedicarsi alla educazione e alla cura dei propri figli.

Pur augurandoci che si tratti solo di una previsione apocalittica, è bene che essa ci inviti a riflettere sul reale senso della genitorialità è se è davvero indispensabile sottrarre tempo prezioso ai propri figli in nome della professione. 

3 comments

Lascia un commento