Come riconoscere il croup nei bambini

croup bambini malattia

Avete mai sentito parlare di croup?

Questo termine medico indica la più celebre laringotracheite dei bambini: una patologia a carico delle vie respiratorie, molto diffusa nei bambini fino a 3 anni e che si manifesta in particolare durante il periodo invernale.

Una malattia spesso scatenata dai numerosi virus parainfluenzali che, se non riconosciuta e curata in tempo, può peggiorare ed aggravarsi.

I sintomi del croup

Uno dei sintomi più evidenti del croup, o laringotracheite, è la tipica tosse abbaiante, simile ai latrati di un cane.

Fate attenzione anche alla fase di inspirazione del bambino: se il piccolo quando inala l’ossigeno emette un fischio o uno stridio, potrebbe proprio trattarsi di croup.

Molto spesso questi due indizi inconfondibili si accompagnano ad altri sintomi più comuni legati alle infezioni del tratto respiratorio, come raffreddore, febbre e congestione diffusa delle vie aeree.

Sospettate che vostro figlio abbia il croup? Ecco cosa fare

Come per ogni altra patologia infantile, la prima regola in caso di dubbi o apprensioni è quella di rivolgersi al pediatra curante o, in assenza del medico, al pronto soccorso più vicino.

Tuttavia, nei casi in cui la laringotracheite si dovesse presentare con una sintomatologia lieve e non preoccupante, per alleviare il fastidio respiratorio, calmare la tosse canina e ridurre il fischio nella fase di inspirazione, provate a mettere in pratica alcuni semplici metodi casalinghi.

Tra i più diffusi, spicca quello di esporre il bambino al vapore acqueo, portandolo ben coperto in bagno ed attivando la doccia bollente: in pochi attimi la stanza si riempirà di umidità e respirando il vapore, il piccolo potrà avere immediato sollievo.

Anche il freddo ha proprietà benefiche contro i sintomi del croup. Poggiate sulla gola del bambino una borsa del ghiaccio o fategli respirare per qualche istante l’aria fresca a pieni polmoni: vedrete che starà subito meglio!

1 comment

Lascia un commento