Svezzamento: quali errori non commettere

Abbandonare il collaudato mondo delle poppate per iniziare quello delle pappe, dei cucchiaini che volano in aria e (forse) finiscono in bocca al bambino è un passo importante per tutte le mamme e, davanti ai grandi cambiamenti, è fondamentale riuscire a non farsi prendere dall'ansia.

Fra timori e preoccupazioni è facile commettere passi falsi e uno degli errori più diffusi è insaporire la pappa, ricorrendo a sale e dadi.
La pappa dei nostri figli è insipida, certo, ma secondo i nostri parametri di persone adulte, abituate ad alimenti dolci, salati e piccanti. Per il palato dei bambini, invece, va benissimo una pappa senza sale che, anzi, se somministrato troppo presto nella dieta dei neonati può avere effetti negativi; lo stesso discorso vale per lo zucchero.

Non dimenticare poi l'importanza di incominciare lo svezzamento quando il bambino sta bene: è essenziale che non abbia ne' febbre, ne' malesseri generali perché per lui è un giorno non solo molto importante, ma anche molto impegnativo. Inoltre, assolutamente vietato sfruttare il potere persuasivo della televisione: sarà anche più veloce imboccare un bimbo imbambolato davanti allo schermo, ma non si tratta solo di riempire di cibo la bocca del bambino. Durante lo svezzamento si insegna al piccolo ad apprezzare il sapore dei cibi e l'importanza del consumare il pasto.

Infine, ricordiamoci di seguire la tabella degli alimenti che si possono introdurre a seconda dell'età del bambino e di non somministrare più di un alimento nuovo a settimana: in caso di allergie potremo risalire con facilità quale sia stato il cibo responsabile...

3 comments

Lascia un commento