Turismo accessibile: in Puglia la prima spiaggia attrezzata per malati di sla

Non rinunciare a vivere a pieno la propria vita pur con il peso sulle spalle di una malattia neurodegenerativa: per le persone malate di sla (sclerosi laterale amiotrofica) e malattie neuromotorie la quotidianità diventa un labirinto irto di ostacoli, che si possono superare solo con molta determinazione, altrettanta voglia di vivere e il sostegno dei propri cari.

Anche Gaetano Fuso, salentino di 38 anni, convive con la sla ed è lui ad aver lanciato il rivoluzionario progetto "Tutti al mare... per chi ci sta e con la SLA!", con l'obiettivo di consentire a chi soffre di queste patologie di riscoprire il piacere di una vacanza. L'iniziativa ha portato alla nascita in Puglia della prima spiaggia attrezzata per malati di sla e di malattie neurodegenerative.

Inaugurato pochi mesi fa, lo stabilimento balneare si chiama "La Terrazza Tutti al mare" e sorge a San Foca (Lungomare Matteotti n. 57), una marina del Comune di Melendugno, in provincia di Lecce. In spiaggia sono presenti due postazioni per accogliere i malati di sla e quattro per chi soffre di malattie neuromotorie, due ventilatori polmonari, palloni manuali Ambu e un defibrillatore. Non mancano neppure un infermiere e un operatore socio-sanitario.

I malati di queste patologie e le loro famiglie sanno bene come sia difficile organizzare gli spostamenti e trasportare lontano da casa i macchinari e il materiale medico necessari, ma con la nascita di quest'innovativa spiaggia attrezzata anche per loro gestire una vacanza (e, soprattutto, potersela concedere) diventerà un po' più semplice.

I servizi della "Terrazza Tutti al mare" sono fruibili gratuitamente per l’intera stagione estiva (fino al 15 settembre) in questi orari:

- ore 8-11 e 17-20 per le postazioni sla

- ore 9-19 per le postazioni riservate a disabili neuromotori

Per l'utilizzo delle postazioni è però necessaria la prenotazione: telefonate al numero 366. 1810331, o visitate il sito ioposso.eu.

Lascia un commento