Uva: piccola, buona e salutare

Ottobre, l'inizio della scuola, lavoro e autunno, è da sempre sinonimo di uva: esteticamente perfetta, con i suoi grandi e circolari acini bianchi o neri, l’uva non è solo un bellissimo frutto che impreziosisce da sempre le tavole imbandite, ma anche un perfetto toccasana.

Dalla pelle alla circolazione, dallo stress alla salute in generale, l’uva è un frutto da non lasciarsi sfuggire. Vediamo perché.

Innanzitutto l’uva fa benissimo alla pelle: contiene grandi quantità di alfa-idrossi-acidi che hanno effetti benefici sulla pelle. La rende più giovane e luminosa e tende a contrastare l’insorgere dell’acne.

In casa è possibile farne una crema anticellulite, sicuramente migliore di molti ritrovati dell’industria cosmetica.

Oltre alla bellezza, è anche la salute a beneficiare dell’uva: indicata per chi soffre di anemia, gotta, vene varicose e malattie della pelle è, in parole povere, un vero elisir. Se poi prediligete quella nera, sappiate che sarà anche ottima per migliorare la circolazione sanguigna, grazie al ricco contenuto di polifenoli.

Il mix di benessere che rappresenta l’uva ha fatto sia stata messa a punto una vera e propria cura, l’ampeloterapia, perfetta non solo per depurare l’organismo, ma anche per contrastare la cellulite.

Per quanto eccellente, l’uva non è adatta proprio a tutti: infatti, il suo alto contenuto zuccheroso la rende altamente sconsigliabile ai diabetici, agli obesi così come ai bambini in tenera età.

Frutto di stagione, l’uva è anche particolarmente indicata per il consumo in questo periodo dell’anno grazie alla sua azione energizzante, perfetta per contrastare lo stress da rientro, e il suo ricco contenuto vitaminico che aiuta a prevenire l’insonnia.

L’uva, insomma, si presenta come un ottimo alleato della salute e del benessere, soprattutto in questo periodo di corse e impegni, quali l’avvio dell’autunno si presenta.

Lascia un commento