5 consigli per un matrimonio bimbo-friendly

La coppia di amici pronta a convolare a giuste nozze vi consegna raggiante la partecipazione, poi guardando la vostra nidiata di pargoli, aggiunge: Sai, stavamo pensando di chiamare delle animatrici…

Ovviamente la prima reazione di ogni genitore normale è un sussulto, che va a reprimere una manifestazione di gioia selvaggia: sììììììììììììì i bambini staranno con le animatrici! Salvo poi riflettere su tutta una serie di dettagli frutto di passate esperienze.

Se quindi state organizzando un matrimonio o avete la possibilità di dare qualche suggerimento agli sposi, ecco le 5 caratteristiche che deve avere una festa bimbo friendly.

Giusto rapporto numero tate/bimbi: i bambini sono tra gli ospiti più “volatili” di un matrimonio. Mi spiego: visto che fino ad una certa età non pagano, magari i genitori decidono all’ultimo minuto di lasciarli a casa con i nonni regalandosi una serata a due. Se non vi fate dire il numero esatto, rischiate di ritrovarvi con 5 tate per 5 bambini, sprecando un sacco di soldi.

Sì alle Tate, ma non improvvisate: se promettete un’animazione, è meglio chiamare chi lo fa di mestiere, che sa cosa interessa ai bambini delle varie età e arriva preparato, con giochi e materiale. Anche la ragazzina più volenterosa, senza un minimo di preparazione, potrebbe essere sopraffatta da 20 vichinghi di un metro.

No alla tavolata dei bambini: se i piccoli ospiti sono già alle elementari, va tutto bene, ma ovviamente dai 18 mesi ai 5 anni possono avere ancora bisogno della supervisione dei genitori per mangiare. Facendo una tavolata separata, costringerete i malcapitati a stare un’ora in piedi dietro le sedie dei figli. Meglio sistemarli tutti nel tavolo di mamma e papà, farli mangiare prima degli altri ospiti con il loro specifico menu e poi portarli a giocare.

No alla stanza divisa: se il salone del ricevimento lo permette, meglio sistemare un grande tavolo in un angolo dove possono colorare e giocare che relegarli in una stanza sperduta del ristorante o della villa, dove i genitori non li possono avere sott’occhio.

Sì al favor dedicato a loro: è sufficiente una piccola cosa, tipo una confezione di colori a legno, un mini libro o un dolcino, per farli sentire davvero felici.

Giusto pochi accorgimenti, quindi, ed il vostro matrimonio sarà anche a misura di bambino!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.