Abbandona il figlio in una scatola di scarpe e poi se ne pente

neonato-abbandonato-scatola-scarpe

Una donna peruviana di 27 anni si è recata presso la caserma dei carabinieri di Carignano, in provincia di Genova, sostenendo di essere la mamma di un neonato abbandonato e  ritrovato in una scatola. La donna è giunta in compagnia della madre, ed i carabinieri l'hanno interrogata per saperne di più sulla vicenda. La mamma snaturata evidentemente deve essersi pentita del suo gesto, ma è stata comunque denunciata per abbandono di minore.

Il bimbo sta bene e gode di ottima salute 

Il piccolo è ricoverato al reparto di Patologia Neonatale del Gaslini, è monitorato costantemente ma sta bene. L'incredibile ritrovamento è stato effettuato da un abitante del posto, il quale dopo essersi accorto che c'era un neonato nella scatola ha avvisato immediatamente le forze dell'ordine.

La complicità della mamma?

La donna peruviana si è recata in commissariato accompagnata dalla mamma, la quale sostiene che non sapeva nulla della gravidanza della figlia, giunta in Italia circa due settimane fa.

I carabinieri sospettano invece che la donna possa avere avuto dei complici per l'abbandono del neonato, tra cui proprio la mamma. Sono in corso le indagini per fare luce su questa fosca vicenda.

Please follow and like us:

51 comments

  1. Roberta Zanelli 20 settembre, 2016 at 13:30 Rispondi

    Parto col dire che non lodo ciò che ha fatto, ma… Ora tutti pronti a giudicare la mamma che ha lasciato il bimbo nell’androne di un palazzo e che si è pentita dopo poche ore andando dai carabinieri… Capisco l’avesse buttato dal balcone o nella spazzatura… Ma l’ha partorito di nascosto, è andata in panico, l’ha avvolto in una copertina e l’ha messo dove sapeva che sarebbe stato subito trovato, al riparo… Tutti a dire che lo devono togliere alla madre perché è un’irresponsabile ed il bimbo poteva morire… Ma ve lo fate un cavolo di esame di coscienza ogni tanto?!?!?!!!!
    Se ragioniamo così cominciamo a togliere tutti i bimbi ai genitori che li portano in motorino, a quelli che li fanno viaggiare in macchina senza seggiolino, davanti o in piedi con la testa fuori dal finestrino, a chi gli fa mangiare solo frutta o a chi gli dà cibo spazzatura ogni giorno, a chi li lascia girare da soli per strada, a chi li lascia in casa da soli… Insomma, togliamo i bimbi ad ogni genitore… Perché io di perfetti non ne conosco.

    • GrEta Giò 20 settembre, 2016 at 14:30 Rispondi

      No, non sono assurdi.
      I bambini hanno più probabilità di farsi male con questi paragoni che con la vicenda stessa. Prima i bimbi si lasciavano davanti le chiese e davanti agli orfanotrofi, quindi sono tutti morti?

    • Roberta Zanelli 20 settembre, 2016 at 15:10 Rispondi

      infatti abbiamo appena avuto il caso di Tiziana che è stata massacrata sul web ed è arrivata a togliersi la vita per la vergogna!!! Vorremo forse che questa madre vada in depressione e faccia lo stesso così il bambino verrà dato ad un altra famiglia?!??!?!?!???! Ma che ognuno si guardi dentro e possa dire di non aver mai fatto errori che hanno rischiato di far male al proprio figlio!!
      Io ho precisato che non assolvo la ragazza, ma nemmeno la condanno… Perché non è nelle mie facoltà fare nessuna delle due cose!! 😡

    • Lisa Isabel Grifoni 20 settembre, 2016 at 15:37 Rispondi

      Ma che discorsi sono??? Se fossi stata la madre non avrei mai abbandonato mia figlia in una scatola,ma piuttosto l’avrei lasciata in un ospedale… in modo che le persone avrebbero potuto accorgersi subito della presenza della neonata e in caso di complicazioni avrebbero potuto soccorrerla subito!!!! In una scatola da scarpe… mah.. con sto freddo e con tutti i pericoli che avrebbe potuto incontrare!!! È stata incosciente, non ci sono giustificazioni

    • Aurora Salvaggio 20 settembre, 2016 at 19:19 Rispondi

      Io ho un bambino di tre anni premetto che non lo abbandonerei mai. Ma non giudico questa donna perché se ne pentita subito magari avrà avuto quanche difficoltà perché non darci un altra possibilità nessuno è perfetto

    • Giorgia Damiani 21 settembre, 2016 at 07:05 Rispondi

      D’altronde è vero..non lo ha ucciso….io credo solo che ci voglia un coraggio immane per fare una cosa del genere….chissà, i motivi possono essere tanti….ovviamente avrebbe potuto partorire in anonimato in ospedale…se avessero avuto bisogno di cure imminenti sarebbero stati assistiti immediatamente…. Auguro tutto il meglio a quella cre0tura <3

    • Claudia Helena 21 settembre, 2016 at 18:03 Rispondi

      Ma quale esame di coscienza??!ma cosa stai dicendo???nessun paragone che hai fatto puo essere messo con l abbandonare un figlio neonato in una scatola di scarpe anche l avesse messo dentro un ospedale!!!!!!!!!!!un genitore pur imperfetto perche’ nessuno e perfetto cerca sempre di dare al proprio figlio il meglio,che poi lo mettano al finestrino x farlo divertire o altro non lo fa x fargli del male!! Ma abbandonarlo non e di sicuro un gesto d amore come lo possono essere altri anche se sbagliati!!! L averlo abbandonato puo solo essere un campanello d allarme e io non mi fiderei mai a ridarlo a quella mamma e basta!! Qui ci sono troppi finti perbenisti!!!

  2. Antonia Matera 20 settembre, 2016 at 15:52 Rispondi

    Roberta Zanelli,la ragazza qui ne ha ,27 anni grande abbastanza x aver paura,di cosa
    Le gambe nn ne ha avuto paura nell aprire come vedo.ma ora se ne pende di averlo fatto ,nn mi fiderei dato che lo ripuofare di nuovo,nn né un sacco di patate e una creatura ,piccola
    Chi fa una cosa del genere nn lo merita

  3. Karmen Causa 20 settembre, 2016 at 16:38 Rispondi

    Parlo io che ho partorito nemmeno da un anno
    Credimi…dal momento in cui vedi la tua creatura, il tuo dna non dovresti capire più niente e nemmeno Gesù cristo T fa allontanare da lui per nessuna ragione al mondo
    Figurati abbandonarlo…
    Vediamo bene il gesto…non l’ha lasciato dalla mamma ed è uscita…L HA ABBANDONATO !!
    Purtroppo non ne faccio una colpa perché al giorno d oggi chi più e chi meno l’essere umano è stressato ma lasciare un bimbo nelle mani di chi l’ha abbandonato per me è da folli e significherebbe mettere a rischio la sua vita !!
    Tuteliamo chi viene messo al mondo…purtroppo quella povera creatura non l’ha scelto…ma noi dovremo tutelarlo visto che non è ancora in grado di intendere e volere !!

  4. Mariapina Matarazzo 20 settembre, 2016 at 17:37 Rispondi

    Il parto è avvenuto al di fuori di una struttura ospedaliera quindi immagino che la donna aveva già deciso cosa fare……magari sarà riuscita a tenere nascosta la gravidanza(come avrà fatto boh?)e sbarazzarsene l’avrebbe aiutata a dimenticare ma poi…….passata la follia c’ha ripensato…..magari sarà UN GIORNO una buona mamma ma da sola non va lasciata ASSOLUTAMENTE NO!!!!

  5. Monique Franco 20 settembre, 2016 at 18:57 Rispondi

    Tutti pronti a giudicare meno male che ci siete voi sul pulpito! Ma porca miseria ma non esiste altro che cattiveria e sentenza a questo mondo? Con un Po di aiuto imparerà a fare la mamma non sarà la prima né l’ultima ad avere sbagliato ma metterla alla gogna non mi sembra giusto

  6. Marta Rossi 20 settembre, 2016 at 18:57 Rispondi

    Signore le chiacchere stanno a zero ormai al di là del discorso contraccezione in ospedale c’e’ la possibilità di partorire in anonimato o di lasciare il neonato nelle culle per la vita SENZA la necessità di abbandonarlo su delle scale!!!

  7. Isabella Maletesta 20 settembre, 2016 at 21:49 Rispondi

    Ma scusate qst a 27 anni s sbarazza dl figlio ora s pente e lo rivuole se un dmn s stanca d nuovo lo ammazza io nn glielo rifarei mai i figli sn un dono…..a 27 anni s e capaci d ragionare d fare sacrifici io o partorito a 19 anni e o avuto la forza anche s sl d amarla dal primo momento……ragionate prima d fare figli

  8. Mary Dalila Fanuli 20 settembre, 2016 at 22:26 Rispondi

    Nessuno giudica ….. xro qnt il bambino sarà grande e sentirà qst storia come reagirebbe???? Vallo a spiegare …. e poi se fosse passato un malintenzionato e lo avesse preso???? No no nn ci sn parole. …esistono le strutture se nn voleva suo figlio nn che lo lascia come un gattino in un cartone ….m’ha!

  9. Santina Caponnetto 21 settembre, 2016 at 00:37 Rispondi

    Penso che la punizione piu dura da affrontare x qsta mamma sia proprio l essersi pentita e non poter avere indietro suo figlio.. non giustifico e non capisco qsta donna ma posso dire meglio tacere avvolte davanti a certi fatti..

  10. Francesca Battiato 21 settembre, 2016 at 13:52 Rispondi

    Ma basta coi commenti..che ne sapete di questa povera mamma. ma che comprensione per una che abbandona il figlio. ma dite seriamente o mangiate pane e buonismo solo per fare scena??mah. detto da madri é scioccante tanta comprensione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.