Allattare un bambino adottivo? Si può!

allattamento-indotto

Grazie alla tecnica dell’allattamento indotto anche le mamme adottive possono allattare al seno. Alla base di questa pratica c’è senz'altro il forte desiderio da parte della madre adottiva di allattare il proprio figlio, favorendo l’instaurarsi di un legame profondo, che prescinde dalla genitorialità biologica.

Come funziona la produzione fisiologica di latte materno

Prima di capire come sia possibile l’allattamento per le donne che non hanno partorito, scopriamo insieme come funziona la produzione fisiologica di latte materno.

Nel corso dei 9 mesi di gestazione e immediatamente dopo il parto, la mammella subisce delle profonde modificazioni sulla base di specifici stimoli ormonali (ci riferiamo, in particolare, alla prolattina e all'ossitocina), i quali determineranno la produzione di latte.

Mamme adottive e allattamento

Nel caso, invece, di una donna che adotta un neonato, qualora desideri allattarlo, è necessario ricorrere al cosiddetto allattamento indotto.

Al fine di indurre la lattazione la genitrice deve servirsi di un particolare strumento, denominato tiralatte, che consente di stimolare il seno nella maniera più opportuna. Questo dispositivo deve essere utilizzato già nei mesi che precedono l’arrivo del bebè in modo tale da preparare la mammella alla produzione di latte.

In un secondo momento la richiesta di latte e la suzione da parte del bambino contribuiscono a garantirne il mantenimento. Per incentivare questa pratica bisogna anche “persuadere” il lattante a non abbandonare i propri tentativi di suzione, magari attaccando dei tubicini contenenti latte artificiale al seno materno. In questo modo il neonato sarà in grado di associare l’azione del succhiare con la gratificazione prodotta dall'assunzione di latte.

A influire sulla riuscita dell’allattamento indotto vi è anche il fattore età: i bambini che hanno più di 6 mesi e che non sono mai stati allattati al seno, infatti, potrebbero aver perso l’istinto alla suzione.

Grazie all’induzione dell’allattamento, dunque,anche le mamme adottive potranno creare con i propri figli un legame affettivo più intenso e profondo. 

Please follow and like us:

8 comments

  1. Carola Lopumo 5 maggio, 2016 at 15:33 Rispondi

    Si insiste molto sull’ allattamento al seno perché è naturale. Ma poi si va cmq contro natura… la mamma che deve allattare secondo me è la mamma che partorisce perché è durante la gestazione che si prepara il seno per nutrire il proprio figlio… adottare è l atto più bello ed umano del mondo ma l allattamento è un’altra storia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.