Baby mamma a Bari a soli 12 anni

baby-mamma-bari

Ancora una volta è venuto alla ribalta delle cronache l’ennesimo caso di baby maternità. Protagonista della vicenda è una ragazzina di appena 12 anni, che ha dato alla luce in una clinica privata barese un bambino di 3kg. Il piccolo è nato grazie a un taglio cesareo e non si sono registrate complicazioni di sorta durante la nascita.

Per quanto non siano state ancora fornite notizie dettagliate, pare che anche il padre del neonato sia piuttosto giovane e, come la mamma, frequenterebbe ancora la scuola dell’obbligo.

In aumento le baby mamme in Italia

Da un recente sondaggio è emerso che le baby mamme in Italia sono in netto aumento: sarebbero, in tutta la penisola, circa 20.000.

Queste madri teenager costituiscono una categoria piuttosto eterogenea da un punto di vista economico (provengono cioè da ceti sociali differenti), ma condividono carenze a livello affettivo. Molte di loro, in altri termini, hanno vissuto esperienze drammatiche e si sentono trascurate da un punto di vista emotivo. 

Please follow and like us:
error

64 comments

  1. Serena Russo 21 Novembre, 2016 at 15:25 Rispondi

    Io a 12 anni giocavo con gli altri bambini, guardavo la tv e il massimo della trasgressione era rubare i cioccolatini alla vicina. Ora a 12 anni vanno in discoteca, la danno a cani e porci e si conciano da ventenni. Che madre puoi essere a 12 anni che hai smesso ieri di bere il latte da tua madre!?!?! Bah..zero comprensione, tanta tanta pena per queste bambine completamente perse e grande schifo per le famiglie che le hanno “cresciute”.

    • Maria Di Palo 21 Novembre, 2016 at 16:09 Rispondi

      Purtroppo l’innocenza è stata smarrita tantissimi anni fa. Anche io a 12 anni, giocavo con le bambole. Non ho vergogna di dirlo. E mi spiace tantissimo per quel bimbo che è nato e deve essere cresciuto tra le mani di due altrettanto neonati. Ma in questo caso, fanno schifo i genitori.

    • Lucia Simeone 21 Novembre, 2016 at 16:35 Rispondi

      Non tutte le 12 enni restano incinte per fortuna!!!!!! Si tratta sicuramente di un caso di degrado sociale. Una famiglia deve seguire e sapere cosa fa un qlc momento una figlia 12enne, se cosi non è qlc non va. Senza poi dimenticare che l atto sessuale per una ragazzina di 12 anni è un esperienza a forte impatto emotivo oltre che fisico, non sicuramente adatta a chi è così giovane ecco che questa vicenda mi fa pensare che dietro a questi ragazzi ci sia un enorme vuoto affettivo.

  2. Marzia Fiore Firenze 21 Novembre, 2016 at 15:30 Rispondi

    Il problema sono certi genitori che permettono ai figli di correre troppo …questo succede adesso ai miei tempi no…io a 13 anni guocavo con le barbie….auguro a questa famiglia tutto il bene del mondo che riesca a rimanere sempre unita x aiutare questi due…” bimbi”

  3. Maria Rosaria Claps 21 Novembre, 2016 at 15:41 Rispondi

    E dura ma sarà bellissimo, io avevo 15 anni ora 21 e tre bimbi…Non dovrebbe succedere in età così prematura me se va così…meglio vedere il bicchiere mezzo pieno…In bocca al lupo ai neo genitori e al piccolo pupo ❤

  4. Serena Rossi 21 Novembre, 2016 at 15:54 Rispondi

    a me dispiace per quel povero piccolo, che si ritroverà ad essere “cresciuto” da due bambini o dai nonni, che vedendo cosa hanno lasciato accadere a loro figlia non oso immaginare come possano crescere un altro neonato… sono senza parole

  5. Livìa Lavinia Scevola 21 Novembre, 2016 at 16:46 Rispondi

    La notizia scandalizza anche me…ma dobbiamo capire che purtroppo le ragazze oggi cresco,purtroppo ,più velocemente, a loro il ciclo arriva addirittura a 10 o minimo 9 anni(lo so perché,molte ragazze che abitano giù casa mia ,di quell’età si lamentavano del.ciclo) e quindi gli ormoni arrivano prima…. i maschi invece hanno.un evoluzione diversa tra loro, dipende sia dalle compagnie che dalle famiglia.

  6. Eugenia Eugenia 21 Novembre, 2016 at 17:11 Rispondi

    Sì parla di bambini che non anno avuto affetto, o vittime di maltrattamenti, che finiscono per fare cose più grandi di loro
    II ho 42 anni mi ricordo quando avevo 12 anni .E le cosa erano diverse .ora i ragazzi anno troppo , troppo in fredda e Sanza fatica , e Fano cavolate …..e una bruttissima generazione, il mio bimbo a 4 anno , e io mi chiedo cosa troverà andando avanti .
    Comunque auguro tutto il bene a questa baby genitori, e al piccoli soprattutto

  7. Rocchina Ferrante 21 Novembre, 2016 at 18:14 Rispondi

    Qui parlate di degrado sociale ….ma ha partorito in una clinica privata…..quindi non credo sia questo il caso…ci sono bambine figlie di genitori benestanti che conoscono il sesso già a 11 anni…e ricevono i ragazzini a casa mentre i genitori sono a lavoro 🙈

  8. Lisa Emily 21 Novembre, 2016 at 21:01 Rispondi

    Tutte a criticare. Non c’è un età per essere genitori…l’amore x un figlio supera tutto e tutti…purtroppo c’è tanta ignoranza!!! Vi compatisco..le gioie della vita non arrivano a tt ;)

  9. Sara Locci 21 Novembre, 2016 at 21:05 Rispondi

    Diciamo che anche prima succedevano e venivano nascoste. Per quanto riguarda questa ragazzina, continuerà a fare la ragazzina e il figlio sarà cresciuto in tutto e x tutto dai 4 genitori. Effettivamente qualsiasi decisione sarebbe stata difficile da prendere

  10. Gessica Sciacca 21 Novembre, 2016 at 21:07 Rispondi

    Mah io rimango senza parole….io penso che I bambini sono sempre un dono di Dio,cmq vengano al mondo,ma questi sono ancora 2 bambini,come dovranno crescere una creatura cosi piccola???il mondo è allo sbando..io a 12 anni giocavo ancora con le bambole..spero solo e credo sia cosi che questi 3 bambini vengano accuditi dai genitori perché da soli non andranno lontano….I miei complimenti ai genitori dei ragazzi e vorrei farvi una domanda:ma dove cazzo siete????

  11. Lisa Mandara 21 Novembre, 2016 at 22:12 Rispondi

    Mi spiace leggere molti commenti cattivi nei confronti di questi due giovani… la sola cosa ke mi sento di dire, è ke mi sembra strano ke ancora oggi nn ci sia informazione sul sesso e sulle precauzioni ke si possono utilizzare!! Innanzitutto la scuola, in primis i genitori, dovrebbero parlarne con i ragazzi… non una o due volte, ma bensì tante volte!!! Nn solo X evitare gravidanze ma anche malattie…

  12. Mara Ravasi 22 Novembre, 2016 at 08:37 Rispondi

    Spero faccia riflettere chi si oppone all’educazione sessuale nelle scuole. Non sempre le famiglie sono in grado di capire quando e come affrontare l’argomento, e le gravidanze precoci sono solo uno dei risvolti negativi di questa inadeguatezza.

  13. Silvia Prosperi 22 Novembre, 2016 at 11:23 Rispondi

    Se si legge bene l’articolo oltre al problema in se, emerge un dato molto importante che accomuna tutte queste “bambine” perché a mio parere tali sono da considerarsi, ed è proprio la carenza di affetto la causa scatenante. Questo nostro sistema malato e perverso ci ha fatto perdere di vista un altro sistema Importante chiamata Famiglia. Se il nostro Stato Italiano ci permettesse di conoscere, accudire e allevare i nostri figli sono convinta che ciò non accadrebbe. Quindi mani sulle coscienze di tutti……… e Madri se potete state a casa a crescere “Sani” i nostri figli perché il nostro lavoro serve a Ricostruire una società migliore.

  14. Simona Arcefili 22 Novembre, 2016 at 16:32 Rispondi

    Bambini un par de palle. ..Ma cristo Santo….nel 2016…quasi 2017 non sanno come ce se comporta….Bambini secondo voi….Ma de che..però quanno fanno le troiate non so ragazzini…..😈😈😈😈

  15. Mary Luigi Fazio 22 Novembre, 2016 at 16:46 Rispondi

    Sarebbe ora che sia i genitori che le scuole si attivino seriamente affinché venga insegnata a questa generazione di adolescenti l’educazione sessuale! I genitori devono affrontare l’argomento a casa con i figli senza tabù e le scuole devono attivare un corso (che non sia di una giornata soltanto, le classiche cavolate all’italiana) e magari provvedere ad installare distributori di preservativi negli istituti…basta nascondersi dietro un dito e poi gridare allo scandalo quando accadono episodi simili!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.