Meno baby-mamme e più mamme over 40

neo-mamme-over-40

Da una ricerca della Sigo (Società italiana di ostetricia e ginecologia) è emerso che nel nostro Paese ci sono sempre meno baby mamme (il 60% delle quali risiede nel Sud Italia), mentre è in costante aumento il numero delle neo-mamme over 40: è questo la nuova fotografia che caratterizzata la maternità in Italia oggi.

Chi sono le baby mamme?

Le baby mamme, ovvero quelle che hanno meno di 19 anni, sono in netta diminuzione: si è registrato, infatti, un calo del 17% rispetto al passato. Si dice fiero di questo risultato il direttore della Sigo

Paolo Scollo, il quale ha dichiarato: “È un grande successo per l'intera collettività che testimonia la sempre maggiore consapevolezza e responsabilità degli adolescenti”. A tal proposito Scollo ha voluto sottolineare l’impegno e la dedizione della Sigo che, da anni, è impegnata in una importante campagna informativa, denominata “Scegli tu” (www.sceglitu.it) e dedicata all'importanza della contraccezione consapevole.

Malgrado il passo avanti compiuto, tuttavia l’Italia resta agli ultimi posti in Europa per l’utilizzo dei contraccettivi: soprattutto nelle regioni del nostro Mezzogiorno prendere precauzioni prima di avere rapporti sessuali non è una pratica molto diffusa.

Boom di neomamme over 40

Diversamente da quanto si possa immaginare, il fatto che le neomamme over 40 siano aumentate del 12% rispetto agli anni passati non desta particolare apprensione tra gli esperti.

A detta infatti del dottor Mauro Busacca, vicedirettore della Sigo, in ambito ginecologico questo trend è oramai ampiamente consolidato e i professionisti del settore sono in grado di gestirlo nel migliore dei modi. Gli esperti della Sigo, tuttavia, raccomandano alle donne italiane di rinunciare ad alcune cattive abitudini (come, ad esempio, il fumo e l’alcool) proprio in virtù del fatto che l’età media del primo parto si è innalzata e che, pertanto, è assolutamente necessario non compromettere le proprie capacità riproduttive

1 comment

Lascia un commento