Beve metadone e finisce in ospedale: grave bimbo di 2 anni

bimbo beve metadone

È arrivato in condizioni critiche all'ospedale Misericordia di Grosseto il piccolo di 2 anni che è stato trovato positivo alle analisi tossicologiche.

Bimbo beve metadone: è in gravi condizioni

Il bambino della provincia grossetana era a casa in compagnia dei nonni, quando all'improvviso si è sentito male. Ha perso conoscenza e non rispondendo agli stimoli esterni è stato condotto al pronto soccorso. I medici hanno effettuato tutti gli esami del caso e le analisi hanno dimostrato la presenza nel sangue di metadone. Grazie alle celeri cure la salute del bambino è in lento miglioramento, ma c'è ancora da far luce sulla vicenda.

Genitori tossicodipendenti indagati

A seguito della segnalazione da parte dell'ospedale, i Carabinieri di Grosseto stanno svolgendo accurate indagini per capire come il piccolo è riuscito a prendere il metadone dei genitori, già noti come tossicodipendenti, che potrebbero essere denunciati. Per questo motivo sono stati contattati anche i servizi sociali che stanno verificando se allontanare il bambino dalla sua famiglia per garantirgli più sicurezza e una vita serena.

72 comments

  1. Paola Mengoni 14 giugno, 2017 at 13:10 Rispondi

    Ho visto un neonato in overdose da metadone purtroppo. …è terribile! ! ! Non si augura a nessuno! Non devono succedere queste cose. Lo Stato e la giustizia sono troppo troppo leggeri con certi genitori.

  2. Viviana Lorizio 14 giugno, 2017 at 13:34 Rispondi

    Sono una mamma e fare questo “mestiere” e la cosa difficile é farlo conciliare con tutto il resto. E se è difficile per me che sono una persona “normale”, senza particolari problemi, penso solo a quanto può esserlo per una mamma come quella del piccolo nell’articolo. Ciò che io recrimino è la totale assenza di assistenza ai neo è genitori, neppure a chi ha precedenti di vita difficile. Il totale abbandono, la totale non curanza delle istituzioni verso coloro che sono parte della società, soprattutto verso gli indifesi in assoluto, i bambini

  3. Federica Camillo 14 giugno, 2017 at 14:34 Rispondi

    Io dopo aver letto i vostri commenti un figlio di certo non lo darei neanche a voi.
    Zero compassione zero comprensione umana e magari andate pure in chiesa la domenica .
    A già i tossici se la cercano giusto ???
    Per carità.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.