Bimbi e viaggi, a che età possiamo partire?

viaggi-bambini

Il bambino può viaggiare fin da subito, non ci sono regole in tal senso. Ovviamente col buonsenso in tasca, perché se il bambino ha solo pochi giorni è bene evitare non tanto il viaggio quanto gli ambienti troppo affollati, meglio quindi rimandare se si tratta di dover viaggiare non nella propria auto e se non strettamente necessario. Detto questo, prima si abitua il bambino a viaggiare e meglio affronterà i viaggi durante la crescita. 

Se si viaggia in auto ci si deve organizzare tenendo presente i due fattori fondamentali: l'età del bambino e la distanza da percorrere.

Meglio una piccola pausa ogni due ore

Se si devono fare molti chilometri ci si deve fermare almeno ogni due ore per far sgranchire il bambino se già cammina e comunque anche per dare la poppata al neonato. In realtà sarebbe opportuno fermarsi ogni qualvolta il neonato richiedesse il seno e sì, il viaggio potrebbe diventare particolarmente lungo.

Viaggiare col caldo: acqua o seno?

Se si viaggia durante la stagione calda, non è necessario dare acqua o tisane al bambino allattato in modo esclusivo, il latte, che sia di mamma o artificiale sarà sufficiente per dissetarlo, ricordiamoci comunque a maggior ragione di offrire il seno o il biberon se fa particolarmente caldo.

Per ogni tratta le sue problematiche

I viaggi in aereo, soprattutto con bambini molto piccoli, sono abbastanza semplici, basta avere l'accortezza di dargli il seno o il ciuccio qualora non sia allattato in modo naturale, durante il decollo e l'atterraggio, fasi in cui lo sbalzo di pressione può dare fastidio alle orecchie.

In nave, invece, il pericolo può essere quello della chinetosi, ovvero il classico mal di mare. I bambini piccoli generalmente non ne soffrono, salvo eccezioni, ma delle volte basta distrarre il bambino nelle apposite aree gioco per evitare le nausee. Se invece queste dovessero sopraggiungere, la cosa migliore è quella di restare sdraiati più fermi possibile e far indossare al bambino gli appositi braccialetti a pressione contro il mal d'auto/di mare. Non sono farmaci, per cui anche i più piccoli possono indossarli.

Che dire... buon viaggio care mamme!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.