Le accuse delle mamme nei confronti del Bimby

bimby folletto accusa consumatori

Che il Bimby sia uno dei robot da cucina più apprezzati dalle mamme è ormai cosa nota. Nell’ultimo periodo, però, ad aver rubato la scena alle sue prodezze culinarie è stata una polemica che di certo non è passata inosservata. Questo robot, che sembra essere in grado di fare i miracoli in cucina, ha un unico e ingombrante difetto: il costo per la manutenzione.

Se per acquistarlo è necessario spendere più di 1.000 euro, pare che per effettuare una riparazione o sostituire un pezzo di debba spendere cifre che si aggirano tra i 250 euro e i 475 euro. Ad aver denunciato la situazione è stato un noto magazine francese al quale sono arrivate moltissime lettere di protesta da parte delle mamme costrette a sostenere spese decisamente non irrisorie per effettuare gli interventi di cui sopra. Addirittura, pare ci sia stato anche chi per sostituire alcuni elementi ha sostenuto una spesa di ben 530 euro.

Una cosa è certa: pur facendo miracoli, il famosissimo Bimby appare decisamente troppo costoso.

Mamme in rivolta contro il Bimby

La delusione da parte delle fedelissime del Bimby è importante e c’è da scommettere che le polemiche non cesseranno affatto. L’azienda, nel disperato tentativo di difendersi, ha dichiarato che non si dovrebbe aspettare a procedere con gli interventi di manutenzione di routine per evitare di dover fare i conti con interventi costosi. Le mamme utilizzatrici del Bimby hanno anche denunciato il fatto che la resistenza di questo costoso apparecchio non è affatto delle migliori. Basti pensare al fatto che nella classifica dei robot cosiddetti multi-funzione il Bimby è stato battuto da altri 6 competitors.

Insomma, la situazione è decisamente preoccupante e c’è da sperare che ben presto l’azienda intervenga sia per fornire una spiegazione attendibile che per cercare di abbassare i prezzi e rendere accessibile l’utilizzo del robot a molte mamme. In caso contrario, non è affatto da escludere che anche le più affezionate decidano di optare per altre tipologie di prodotti meno costosi, nella speranza di riuscire a risparmiare qualche euro. Pur trattandosi di un robot quasi senza eguali, di fronte a spese del genere sarà decisamente molto difficile per il brand riuscire a mantenere intatto il numero di prodotti venduti negli anni passati.

Please follow and like us:

46 comments

  1. Laura Origoni 30 gennaio, 2018 at 22:50 Rispondi

    Tutte le settimane faccio l’impasto della pizza mettendoci circa 5 minuti…utilissimo anche x grattugiare parmigiano in 10 secondi, e sminuzzare bene verdure…sicuramente si risparmia tempo

  2. Laura Bossolesi 31 gennaio, 2018 at 08:39 Rispondi

    Ma che articolo è? !? Quale sarebbe il “difetto” del bimby??? Io ce l’ho da poco ma tra parenti e amici conosco persone che lo usano anche da 10 anni. La qualità si paga e non è un bene di prima necessità, quindi se lo prendi sei consapevole di quanto spendi. Libera scelta! E poi scusate se uno ha un audi / una BMW o per non dire una Ferrari nei pezzi di ricambio non spende il triplo di chi ha una panda?!?

    • Federica Grandoni 31 gennaio, 2018 at 17:29 Rispondi

      Credo sia attinente se l’oggetto dell’articolo in se è il Bimby. Non mi sono soffermata nel dire se il prezzo è adeguato o meno ma ho detto la mia sulla validità del prodotto lasciando sotto inteso di conseguenza che il costo è giusto. Sicuramente non ha rivali, avendo provato anche i suoi competititors. Partendo da un costo elevato è intuitivo che, in caso di eventuali problemi, le spese saranno sempre relativamente alte.
      Un’esperienza positiva qualifica una cliente soddisfatta. Sicuramente le mamme di cui parla l’articolo, oltre che del costo, non saranno state soddisfatte neanche delle prestazioni.
      Quesa la chiavetta di lettura del mio commento.

  3. Nancy Malerba 31 gennaio, 2018 at 12:38 Rispondi

    E vero il bymby è fantastico io non compro più pizze torte biscotti e molto altro però è anche vero che le riparazioni sono costose potrebbero abbassare i prezzi così rischiano di perderci troppo a mio parerw

  4. Sabrina Polito 31 gennaio, 2018 at 18:31 Rispondi

    Ma che razza di articolo è…ovvio che se ha un prezzo alto costano anche i pz di ricambio..È come se spendi tutti i soldi per comprare una Ferrari e poi non ne hai per far fare tagliandi e manutenzioni…

  5. Barbara Spadacini 1 febbraio, 2018 at 23:42 Rispondi

    Sinceramente nella mia famiglia lo abbiamo tutti (4 modelli a seconda di quando è’ stato comprato..) e nessuno si è’ mai rotto! Mia mamma ha ancora il modello di 20 anni fa perfettamente funzionante..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.