Buoni propositi per il 2014: ecco come mantenerli

Fare più movimento, seguire uno stile di vita più green, migliorare i rapporti con vicini e parenti o essere meno severe con i propri figli: quale che sia il vostro obiettivo per il nuovo anno, mantenerlo è sempre difficile.

Fra il dire e il fare, quando si parla di buoni propositi per il nuovo anno, c'è davvero di mezzo il mare, a meno di non seguire alcune semplici regole che rendano più costante la nostra volontà.

Iniziamo con la formulazione del proposito: scegliamo un proposito che ci stia a cuore e che intendiamo perseguire sempre e non solo nel momento in cui lo esprimiamo, una sorta di motivo conduttore che ci faccia compagnia nel corso di tutto l'anno che arriva.

Uno degli errori più comuni è la genericità del buon proposito: non limitiamoci a frasi generiche come “farò più sport”, ma fissiamoci obiettivi concreti e raggiungibili come – ad esempio – “andrò in palestra una volta alla settimana” e facciamo di tutto per trovare il tempo necessario da dedicarvi, al pari dei doveri improrogabili, come andare a prendere i figli a scuola.

Motivarsi è uno dei punti fondamentali per non desistere: coinvolgiamo altre persone nel progetto in modo tale che i “colleghi” di sport o di lettura ci spronino a non mollare, oppure rivolgiamoci alla tecnologia per trovare sempre la giusta motivazione per andare avanti.

Non poniamoci mai obiettivi che vadano oltre il nostro reale potere: è inutile pretendere di smettere di fumare in una settimana, molto meglio fissare una riduzione graduale delle sigarette che fumiamo al giorno per poi abbandonare definitivamente il nostro vizio.

Un nuovo anno è cominciato: sfruttiamolo a pieno per renderlo ancora più significativo per noi stesse, dandoci un obiettivo di lungo periodo che ci impegni con costanza e da cui possiamo trarre risultati soddisfacenti.

Lascia un commento