Cenone di Capodanno e dolce attesa? I drink non alcolici

ricette cocktail non alcolici capodanno

Come rendere compatibile un Capodanno memorabile con la dolce attesa? Al contrario di quanto si pensa, festeggiare l’ultima notte dell’anno in gravidanza non solo è possibile, ma è anche molto divertente. Basterà evitare cibi proibiti e alcol e il gioco è fatto. Soprattutto l’alcol, infatti, secondo l’Istituto Superiore di Sanità può essere molto pericoloso per il feto, in quanto può raggiungere direttamente la placenta condizionando in negativo il normale sviluppo del bimbo.

Dunque, al bando sostanze e bibite dannose, capiamo assieme come accompagnare il cenone di Capodanno con piacevolissimi drink non alcolici.

Capodanno in gravidanza: quali drink bere?

Se è vero che un Martini ha il suo fascino indiscusso, è vero anche, però, che si può partecipare a un cenone di Capodanno o a un happy hour sorprendente anche con delle validissime alternative analcoliche mentre si è in dolce attesa. I cocktail a base di frutta fresca e dell’ottima birra non alcolica, magari artigianale, rappresentano infatti il compromesso perfetto per affrontare serenamente il cenone di Capodanno durante la gravidanza.

Di bevande non alcoliche a base di frutta ce ne sono davvero moltissime, più o meno dolci, più o meno speziate e per ogni futura mamma si può trovare il cocktail più adatto.

Dolce attesa: ricette per i cocktail non alcolici

I cocktail alla frutta sono una validissima alternativa a quelli classici alcolici. Sicuramente più dolci, ma anche più salutari, ottimi sia in dolce attesa che per tutti, bambini compresi! I mix di frutta fresca piacciono davvero a tutte e possono accompagnare tranquillamente l’ultima notte dell’anno. Cocco, fragole, frutto della passione, vaniglia, zenzero: molti sono gli ingredienti tra cui scegliere e con cui "ritoccare" a puntino gli intramontabili classici drink del cenone.  Largo anche ai drink agrumati, con pompelmo rosa e arancia che dissetano: sono ricchi di vitamine e non risulteranno troppo dolci in bocca.

Ma vediamo qualche variante analcolica dei grandi classici: un ottimo Bloody Mary, nella sua versione non alcolica, diventerà a base di succo di pomodoro, assieme al tabasco, un po’ di salsa worchester, un velo di sale e pepe e qualche goccia di succo di limone. Se invece siamo delle appassionate di Mojito, basterà unire la menta con ananas fresco e succo di uva per avere un cocktail adatto alla dolce attesa. Per chi ama la sangria, poi, si può avere la sua versione non alcolica molto facilmente: basteranno due limoni, un po’ di granatina, qualche pera e una fetta di melone, qualche cucchiaino di zucchero e avremo la nostra bevanda. Infine, c’è la birra analcolica. Ne esistono di diversi tipi, più chiare o più forti, più dolci o più amare a seconda dei gusti, ottime per non rinunciare a una bella bionda anche mentre si è in dolce attesa.

Cin cin a tutte le future mamme!

9 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.