Christian, 8 anni: si è fatto crescere i capelli per donarli ai bambini malati di cancro

bambini-malati-di-cancro

Piccolo, eppure così determinato e deciso: questo è Christian McPhilamy, un bambino di otto anni che ha deciso di farsi crescere per due anni i capelli per poi tagliarli e donarli a un'associazione che si occupa di realizzare parrucche per i bambini malati di cancro. Christian, che vive in Florida, aveva solo 6 anni quando vide uno spot televisivo del St. Jude Children’s Research Hospital sui bambini malati di cancro: in quel momento ha capito che lui era un bambino molto fortunato e che, invece, ci sono altri bimbi che non lo sono affatto. Non è da tutti un gesto del genere, farsi crescere i capelli per donarli ai bambini malati di cancro.

Il suo intento è stato, quindi, quello di trovare un modo per aiutare questi ragazzini e, infine, ha deciso che si sarebbe fatto crescere i capelli per poi tagliarli e donarli all'associazione "Children With Hair Loss" che raccoglie ciocche di capelli con le quali confezionare parrucche per i bambini malati di cancro.
E, così, per due anni e mezzo Christian non ha mai toccato la sua chioma che non è passata inosservata: mentre i capelli crescevano, i bulli della sua età lo avevano preso di mira e avevano iniziato a schernirlo. Imperterrito, Christian non si è fatto piegare dagli insulti e dalle umiliazioni, ma più forte di prima ha continuato a farsi crescere i capelli fino ad arrivare a tagliare 4 ciocche da 25 centimetri l'una.

Una storia bella e toccante quella di Christian, che con la sua determinazione ha colpito i mass media di tutto il mondo, facendo arrivare ovunque la sua esperienza e lasciando anche un messaggio per tutti noi: al di là del bellissimo gesto per i bambini malati, Christian ha voluto dirci che non importa quante e quali siano le difficoltà che si incontrano sulla strada. Si possono superare tutte, a patto di essere fermamente convinti e di credere a fondo negli obiettivi che vogliamo  raggiungere...

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.