Coronavirus e Favelas: una maestra inventa il kit degli abbracci

oronavirus-e-favelas-una-maestra-inventa-il-kit-degli-abbracci

In Brasile le scuole sono chiuse da diverse settimane: il coronavirus sta impedendo ai bambini di tornare sui banchi di scuola e molti rischiano di abbandonare il loro percorso d'istruzione.

La maestra Maura Silva, però, non si è abbattuta e ha deciso di fare visita ai suoi alunni.

Molti vivono in situazioni di totale disagio nelle favelas di Rio de Janeiro. La docente ha realizzato un dolce "kit degli abbracci" e lo ha portato a tutti i suoi bambini: mascherine create con le sue mani e una bustina di dolci caramelle per restare più vicina ai suoi piccoli.

Maura si è armata di guanti, tuta protettiva, mascherine e nella megalopoli brasiliana si è resa protagonista di un bel gesto di solidarietà. Il video in cui abbraccia i bambini è diventato virale nel giro di poche ore.

La pandemia in Brasile

I bambini di tutto il mondo stanno vivendo un periodo estremamente complicato a causa della pandemia. L'emergenza sanitaria ha costretto i Governi di quasi tutto il mondo a chiudere le scuole e gli asili, obbligando i più piccoli a restare a casa senza la vicinanza dei compagni di classe, senza poter giocare con i propri amichetti e senza poter continuare il proprio apprendimento scolastico. Una situazione molto difficile che sta mettendo a dura prova tutti i bambini: in Italia le scuole hanno chiuso a fine febbraio e riapriranno soltanto a metà settembre, in Brasile il numero delle vittime cresce a dismisura giorno dopo giorno e non si riesce a intravedere la luce in fondo al tunnel.

Il "KIT DEGLI ABBRACCI": una storia di dolcezza

La maestra Maura Silva ha fatto visita ad alcuni alunni nelle favelas di Rio de Janeiro. La sua paura è che molti bambini lascino per sempre la scuola visto il momento di estrema difficoltà e che inizino la vita di strada, per questo motivo ha deciso di andare a trovarli con un "kit degli abbracci" (mascherina fatta a mano e caramelle). Il suo desiderio è quello di restare loro vicini e di manifestare tutta la sua presenza in vista di un futuro ritorno a scuola.
La docente ha commentato in questo modo il suo amorevole gesto alla stampa: "È puro amore, un sentimento che viene da dentro. Vedo nei loro occhi la felicità quando mi dicono: sei venuta a casa mia, sei venuta a trovarmi, sei venuta ad abbracciarmi". I genitori, soddisfatti dell'iniziativa, ritengono che il gesto faccia sentire i loro figli parte integrante del sistema scolastico.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.