Culla per la vita: il bimbo abbandonato sarà presto adottabile

culla-per-la-vita-milano-mangiagalli

Due giorni fa, presso la Culla per la vita della clinica Mangiagalli di Milano (istituita nel 2008), una sorta di versione moderna dell’antica “Ruota degli esposti”, è stato abbandonato un bimbo di circa 60 giorni.

Il piccolo, di carnagione chiara, è in perfetta salute, ben vestito e persino “dotato” di un documento che ne certifica tutte le vaccinazioni effettuate. Inoltre nell'incubatrice, accanto al bambino, è stato lasciato un biglietto con sopra scritta una data, 20/11/2015, che, con buone probabilità è quella di nascita del bambino. 

Per il piccolo, che si chiamerà Giovanni (proprio come il figlio di Fabio Mosca, primario di patologia neonatale) e che è presumibilmente di origine asiatica, è stato ufficialmente aperto un procedimento di adottabilità da parte del Tribunale Minorile di Milano. Al momento Giovanni è in procinto di essere dato in custodia a una famiglia affidataria.

Il secondo caso in 4 anni

Da quando è stata istituita la cosiddetta “Culla per la vita”, quello di Giovanni è il secondo caso dopo l’abbandono, avvenuto nel 2012, di un bimbo di pochi giorni. 

9 comments

  1. Marta Zaninelli 4 febbraio, 2016 at 19:10 Rispondi

    Non oso immaginare il dolore della sua mamma, che dopo 2 mesi in cui l’ha accudito (il bimbo è stato vaccinato ed è in buona salute, si vede che gli voleva bene) ha probabilmente dovuto separarsi dal suo piccolino 😢 Buona fortuna cucciolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.