Essere mamme fa bene, abbassa il rischio di cancro e ictus

essere-mamme-fa-bene2

Le mamme lo sanno, la maternità regala la gioia di una vita più piena e appagante, nonostante pannolini da cambiare e nottate insonni. Quel che invece ancora non si sapeva è che essere mamme fa bene, anzi, è un vero toccasana, non solo per lo spirito ma anche per il corpo: le donne che hanno avuto figli, infatti, hanno meno probabilità di morire di cancro e ictus.

Lo studio

A dirlo sono i risultati di una ricerca condotta dagli studiosi dell’Imperial College di Londra e pubblicata recentemente sulla rivista BMC Medicine. Lo studio ha preso in esame un campione di 322. 972 donne di dieci paesi diversi, dalla Germania alla Francia, dal Regno Unito alla Svezia. Le partecipanti alla ricerca avevano un’età media di 50 anni e sono state tenute sotto osservazione dai ricercatori per quasi 13 anni, periodo durante il quale si è monitorata l’evoluzione del loro stato di salute.

Dei decessi che ci sono stati nel corso di questi anni, i ricercatori si sono concentrati su quelli legati a cancro, ictus e problemi cardiovascolari, cercando delle interrelazioni fra queste patologie e fattori quali gravidanza, allattamento e uso di pillole contraccettive.

Quali sono stati i risultati?

Le donne che hanno partorito presentano un rischio inferiore del 20% di ammalarsi e morire di cancro e ictus, meglio ancora se allattano al seno (in quel caso il rischio scende di un altro 8%). Inoltre, la mortalità per tumore si abbassa ulteriormente se invece di un solo figlio se ne hanno due o tre.

Come si spiegano questi dati?

Le motivazioni sono da ricercare negli equilibri ormonali, che in una donna che ha già avuto dei figli sono diversi rispetto alle donne che non ne hanno.

Attenzione però, perché i vantaggi salutistici dell’essere mamma sono vanificati dalle sigarette: per le mamme fumatrici questi benefici ormonali non si rilevano.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.