Giudizi al posto dei voti: ecco come cambiano le pagelle

giudizi-al-posto-dei-voti-ecco-come-cambiano-le-pagelle

Quest'anno, tra i tanti cambiamenti che hanno interessato la scuola, ce n'è uno che farà forse piacere a bimbi e genitori. Addio ai temuti voti in pagella alle elementari, il nuovo parere degli insegnanti passerà dai giudizi.

Scuola: si passa dal voto al giudizio

Tra le tante attese non proprio gradite agli scolari, anzi spesso temute, la pagella è senza dubbio la peggiore. Un brutto voto non solo può compromettere il percorso scolastico, ma anche minare la quiete famigliare con punizioni o sgridate.

Alle elementari poi si è sempre associato il voto ad un parere pedagogico discusso: che senso avrebbe punire i bambini piccoli con un numero che invece di esprimere un percorso, lo definisce?
Anche per questo si è pensato di sostituire il voto con il giudizio, espresso in uno di 4 livelli: si va da quello di 'prima acquisizione' al più avanzato, passando per l'intermedio.

Ordinanza MIUR del 4/12/20: cosa cambia

Il 4 dicembre scorso è stata emanata dal Ministero dell'Istruzione un'ordinanza nella quale si disponeva questa modifica di giudizio alle scuole elementari. Con l'ordinanza si è voluto spostare il focus dal rendimento secco di un bambino espresso da un numero sterile, al giudizio su un percorso a 360 gradi che comprenda anche capacità e motivazioni dello studente.
Lo comunica il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, che chiarisce anche il significato associato a ciascun livello.

Il video della settimana

Vi sono 4 livelli di apprendimento :

  • 'in via di prima acquisizione' è uno studente comunque in grado di risolvere dei compiti basilari, anche se con l'aiuto del docente;
  • uno studente di livello 'base' invece riuscirà a risolvere problemi già noti anche da solo, ma spesso con l'aiuto del docente;
  • si passa al livello 'intermedio' caratterizzato dalla capacità di risolvere da solo sempre problemi noti, e con l'aiuto del docente anche quelli non conosciuti;
  • infine il livello 'avanzato' denota un alunno autonomo e in grado di risolvere compiti in maniera originale ed anche proficua.

Ecco qualche esempio :

Fonte : MIUR - LINEE GUIDA
La formulazione dei giudizi descrittivi
nella valutazione periodica e finale della scuola primaria