Hein Koh allatta mentre lavora: “I figli sono la mia ispirazione”

hein-koh

Sui social network è nata una piccola "querelle" tra due artiste, Marina Abramovic e Hein Koh. Oggetto del contendere è l'influenza negativa o positiva che un'eventuale gravidanza può avere nel campo del lavoro, in poche parole è la classica dicotomia tra famiglia e lavoro che a volte sembrano davvero inconciliabili.

Marina Abramovic: "I figli succhiano l'energia"

L'artista Marina Abramovic in un'intervista al quotidiano tedesco Tagesspiegel ha candidamente ammesso di aver fatto ricorso a ben tre aborti, poiché ritiene che i figli limitano l'energia del corpo, con gravi ripercussioni sulla sua vita e soprattutto sul suo lavoro. 

“Ho avuto tre aborti perché ero certa che sarebbe stato un disastro per il mio lavoro. L’energia nel corpo è limitata, e avrei dovuto dividerla.”

La risposta di Hein Koh: "I figli sono una risorsa"

Non è tardata la reazione di Hein Koh, artista di Brooklyn, che ha risposto con un lungo post anche molto colorito, allegando una foto del suo allattamento dei due gemellini.

L'artista spiega che i figli non sono un ostacolo ma anzi una risorsa, poiché grazie a loro riesce ad essere ancora più efficiente sul lavoro, concentrandosi su ciò che è davvero importante. Inoltre afferma che essere mamma e continuare ad avere successo nel lavoro è una sfida che rende migliori. L'artista racconta:

Personalmente, diventare mamma (di due gemelli, tra l’altro) mi ha aiutata  a diventare un’artista migliore – ho imparato a essere estremamente efficiente, dare priorità a quello che è importante e lasciare andare il resto, essere multitasking. Quello che sto dicendo è che fare il genitore è come qualsiasi altra sfida nella vita – la più grande sfida del cazzo nella mia vita fino ad ora – e può renderti una persona migliore. È importante pensare al modo in cui queste sfide possono aiutarti ad andare avanti, piuttosto che trattenerti”.

Che sia l'inizio di una nuova battaglia "social"?

Please follow and like us:
error

143 comments

  1. Jelena Romani 1 Settembre, 2016 at 20:59 Rispondi

    scusate, ma io qui almeno sula foto nn vedo una mama che si dedica ai suoi figli…. ma vedo una mezza nuda che si dedica al compiuter…. sara brava come mama ma ha messo proprio una foto zbagliata…. lavoro e lavoro e figli sono sempre i figli…. anzi di tenere compiuter era piu bello se abracciava gli suoi due angeli… io la vedo cosi…. ;-)

  2. Lucia Malini 1 Settembre, 2016 at 21:36 Rispondi

    La foto è una provocazione ragazze, come per dire: vedi? Una donna non smette di esser se stessa solo perché ha dei figli, non sono un’ostacolo alla carriera. Io la trovo bellissima….

  3. Sabrina Graziano 1 Settembre, 2016 at 21:39 Rispondi

    Sarà poco decorosa come immagine ma avrebbe potuto scegliere la strada più semplice come fanno in tanti non allattando, invece molto probabilmente deve tenerci tanto per voler portare avanti la cosa nonostante debba lavorare!!! E poi cosa significa “se vuoi dedicarti al lavoro non mettere al mondo figli” cioè diamo i numeri? Cara grazia che esistono ancora persone alle quali piace il proprio lavoro e ci tengono a portarlo avanti insieme a ciò che di più bello la vita possa donarti, la maternità!!!!!!!

    • Graziella Gemellaro 1 Settembre, 2016 at 22:46 Rispondi

      A Si meno impegnativo? Quando si allatta al seno è molto più semplice perché la notte non ti devi alzare dal letto, in giro non ti devi portare la borsa con latte e biscotti e quindi tu lo vedi meno impegnativo?mah!! Io quel poco di tempo che ho allattato il mio primo figlio mi trovavo benissimo

    • Sabrina Graziano 2 Settembre, 2016 at 08:08 Rispondi

      Io non critico chi sceglie (per salute o spontaneamente) di non allattare, dico solamente che oltre allo sforzo fisico di doversi alzare di notte ( che poi riflettendo anche le mamme che allattano si svegliano e spesso dormono anche scomode :D ) e il fatto di portare, per altro la stessa borsa che portiamo tutti solo con l’aggiunta di latte e biscotti, allattare al seno è impegnativo oltre fisicamente anche mentalmente, altrimenti nessuno sceglierebbe di non farlo, altrimenti nemmeno le persone competenti ti direbbero di farlo solo se davvero te la senti! Reggiseni osceni, coppette assorbi latte, le prime settimane capezzoli letteralmente distrutti, limitazione nel vestirsi, ovunque ti trovi “fuori la tetta!!”, enormi macchie di latte sulle lenzuola, perché si anche i bambini allattati al seno mangiano di notte!!!! E il tutto per la durata indefinita che scegliete tu ed il tuo bambino, la quale fine spesso diventa un vero e proprio calvario di sofferenza per mamma e piccolo, ma che ti ripaga in altrettanti mille modi, come per esempio lo sguardo con il quale ti guarda fin dal primo momento in cui lo attacchi, la manina che ti accarezza quando iniziano ad esplorare, la soddisfazione di vedere crescere tuo figlio per mezzo tuo anche fuori dal grembo! E potrei andare avanti……. Sono scelte, come per ogni cosa! Io avevo pensato di non allattare la mia seconda figlia, perché ho allattato la prima fino alla seconda gravidanza ( 18 mesi) e la cosa iniziava ad essere troppo pesante, ma poi una volta nata, appoggiata sul petto, si è attaccata per istinto ed io per istinto non ce l’ho fatta a resistere e cosi sto allattando anche lei!

  4. Stefania Simone 1 Settembre, 2016 at 22:31 Rispondi

    Leggo lamentele sulla foto: allattare con il computer? Ma è la cosa più bella!così non ha senso! Ecc. ..
    A parte che non credo ad ogni allattamento lei sia davanti al computer, ma a parte questo la foto è una foto simbolo, in risposta a qualcos’altro, questa foto deve solo mandare un messaggio :SI PUÒ FARE!Viva i figli,e ben venga il lavoro. Si possono amare entrambi e non praticare aborti a buffo

  5. Valentina Ricci 1 Settembre, 2016 at 22:35 Rispondi

    Ma viviti la maternità! Queste sono quelle persone che poi rovinano la gente “poraccia” come noi che sarà un giorno costretta a tornare a lavoro dopo 15 gg dal parto xché: ma dai, che ci vuole! Devi solo fare i salti mortali!

  6. Pamela Ottaviani 1 Settembre, 2016 at 22:44 Rispondi

    Io sarò sempre dell’idea che ognuno è libero di essere mamma a modo suo…. a prescindere se allatta o meno…. o da come allatta. Ogni mamma costruisce a proprio unico modo il proprio legame con suo figlio

  7. Beatrice Giorgetti 1 Settembre, 2016 at 22:54 Rispondi

    Io la trovo ammirevole anche perché non ha lasciato i suoi figli con una baby sitter e del latte in polvere…quello sarebbe stato non dedicarsi ai suoi figli…io ne ho tre e comunque lavoro ma dò loro amore e considerazione…non parlate se non siete capaci di fare due cose assieme e dare ad ognuno la giusta importanza!!!

    • Beatrice Giorgetti 2 Settembre, 2016 at 08:33 Rispondi

      Io credo che non vada giudicata la vita altrui e comunque ne ha due…altro che mezz’ora e per di più ormai il latte si dà a richiesta e prende molto più tempo…questa poi è una volta della giornata nelle quali allatta, è una foto che deve far capire che si può conciliare vita da mamma e lavoro, un’immagine di lei che stringe i bambini, per quanto bella non sarebbe significativa…ma possibile che NESSUNO COMPRENDA CHE NON SIGNIFICA CHE STA TUTTO IL GIORNO COSÌ!!! La tristezza sta nella piccola capacità di comprensione di tutte quelle donne che non arrivano a capire questo!!! Davvero devo spiegarvelo quasi come aveste tre anni? Suvvia muovete quelle menti, io sono mamma chioccia e nemmeno poco ma ciò non mi rende meno capace sul lavoro!!! APRITE GLI OCCHI E LA MENTE (soprattutto)

  8. Daiana Teneggi 1 Settembre, 2016 at 23:03 Rispondi

    non tutte le donne però possono lavorare dal proprio letto.. io credo che nella vita si fanno delle scelte, non si può dire che sia più giusto fare dei figli o far carriera.. ognuno fa quello che ritiene opportuno per sé. . di certo eviterei di dire di aver fatto aborti per carriera o di lavorare con 2 gemelli… vorrei proprio vederla appena finito di allattare come fa a continuare a scrivere al computer..

  9. Sabrina Vacca 2 Settembre, 2016 at 00:00 Rispondi

    Questa foto è orribile , sembra di vedere un macchinario per mungere che allatta senza amore in modo meccanico e lei fissa sul pc senza interesse per chi è attaccato al seno .e comunque ci sono lavori che devi essere obbligatoriamente fuori casa non diciamo fesserie ,non tutte hanno il lusso di lavorare dal proprio letto

  10. Marta Dallaglio 2 Settembre, 2016 at 00:12 Rispondi

    Ma qua non r il problema di allattare o meno è che in un momento così delicato e importante lei legge le mail. No le cose vanno divise mi spiace. Quando si sta con i figli si sta con loro, quando si lavora si lavora.

  11. Bibby Ba 2 Settembre, 2016 at 00:59 Rispondi

    Beata lei che si è permessa il lusso di restare incinta e fare anche tre aborti, mentre ci sono donne che farebbero di tutto pur di avere la gioia di essere madri almeno una volta nella loro vita.

  12. Angela Fasano 2 Settembre, 2016 at 06:41 Rispondi

    Io direi… 1. Se pensi alla carriera e nn vuoi dei figli… Usa precauzioni e nn abortire. I bambini sono doni di Dio. Non si buttano così. Si può essere madre e lavoratrice…. solo ke lo stato italiano non ce lo permette e non ci aiuta in questo. Tante volte mi sn sentita dire a colloqui di lavoro… ahh peccato lei ha 0.5 punto in meno rispetto alle altre xke ha un figlio e probabilmente ne farà un altro vero?ma scusate é normale questa cosa?

  13. Francesca Battiato 2 Settembre, 2016 at 09:19 Rispondi

    la foto é provocatoria perché è la risposta ala posizione per me scandalosa di quell artista che parchi mantenere la sua carriera ha abortito ripetutamente per He riteneva i figli un intralcio. bellissima foto che approvo totalm e grande stima per questa donna!zero stima per l altra. che sarà un artista ma ai miei occhi vale meno che niente.

  14. Erica Zerbini 2 Settembre, 2016 at 11:03 Rispondi

    Io penso che nessuna donna dovrebbe sentirsi in dovere di dimostrare qualcosa.. tanto meno a qualche altra mamma volendo sottolineare ” io sono meglio di te”. Ogni scelta è personale. Non discutibile.

  15. Saccio Giusy 2 Settembre, 2016 at 11:19 Rispondi

    Prevenire è meglio che curare….penso che con tutti i contraccettivi che ci sono oggi si può rimediare è il male minore…abortire è la cosa più brutta che una donna può fare…Dio ci ha dato questo dono ma perché distruggere anche questo!? La foto è provocatoria solo quello nessun sentimento e nessuna emozione!

  16. Giusy Paino 2 Settembre, 2016 at 11:22 Rispondi

    Ammirevole? Ci sono donne che fanno lavori diversi e ahime se fanno figli sono costrette a lasciare il lavoro! Ammirevole il fatto della sfida col mondo, ma se avesse avuto un posto precario sta tizia la provocazione la lanciava ugualmente?

  17. Raffaella Scalisi 2 Settembre, 2016 at 14:00 Rispondi

    L’allattamento dovrebbe essere uno dei momenti più belli ed emozionanti per una neo mamma e per il suo bambino, procura ad entrambi un profondo senso di benessere e tranquillità quindi preserviamolo da distrazioni da cell, tablet e PC e godiamoci questi momenti, magici, che non torneranno mai più…. 😘😍

  18. Beatrice Toschi 2 Settembre, 2016 at 15:18 Rispondi

    Personalmente, ritengo una squallida pubblicita’ la provocazione della Abramovic (tra l’altro una artista del suo calibro non ne aveva bisogno) e altrettanto furba la risposta di Koh che diversamente sarebbe rimasta sconosciuta ai più. Della serie basta che si parli di me, non importa per cosa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.