Il suo bambino è ricoverato: giovane mamma si laurea in ospedale

il-suo-bambino-e-ricoverato-giovane-mamma-si-laurea-in-ospedale

Giovane mamma discute la tesi di laurea in ospedale per non lasciare il figlio ricoverato al Santobono di Napoli,

Valeria Carannante è una mamma di Bacoli, un comune in provincia di Napoli, che si è laureata in Scienze dell’Educazione in videoconferenza dall’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Il motivo è semplice, suo figlio Antonio è ricoverato nel reparto di Nefrologia e Valeria non ha voluto lasciarlo neanche per un attimo.

La storia di Valeria, giovane mamma tenace e amorevole

Antonio ha un anno e mezzo ed è ricoverato presso il Santobono di Napoli per ricevere le cure adeguate. Valeria, la sua giovane mamma di 23 anni, deve discutere la tesi in Scienze dell’educazione e concludere il suo percorso formativo. La soluzione? Chiedere la collaborazione del reparto di Nefrologia e laurearsi in corsia.

E così tutti hanno aiutato Valeria a raggiungere il suo obiettivo senza lasciare Antonio. La laurea è stata festeggiata in corsia con grande partecipazione e le foto dell’evento sono subito state postate sul profilo Facebook di Valeria. La giovane mamma è stata immortalata con corona di alloro e tesi tenuta in alto in segno di vittoria e la pagina social si è subito riempita di commenti. Tra questi c’è anche quello del sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione che si complimenta con Valeria per la sua passione e tenacia.

Il traguardo della laurea dopo lo studio in corsia

La laurea è arrivata con grandi sacrifici. Valeria infatti ha dovuto studiare in corsia e non ha potuto ricevere il sostegno dei suoi famigliari in quanto, per l’emergenza sanitaria, nessuno poteva darle in cambio per assistere Antonio.

Le prescrizioni infatti prevedono che un solo famigliare possa accedere ai reparti dopo avere fatto un tampone per verificare la negatività al Sars-Cov2 e Valeria ha deciso di non lasciare il suo piccolo, ma di restare sempre al suo fianco.

La donna non ha voluto però rinunciare al suo sogno e ha lavorato in corsia con la collaborazione dei sanitari per riuscire a laurearsi nel rispetto dei tempi stabiliti. L’esperienza della mamma neo laureata è uno degli esempi di vita nelle corsie degli ospedali del nostro Paese, in cui si raggiungono obiettivi insperati con l’aiuto di tutti. La pandemia non ha fermato Valeria!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.