Iniziamo a risparmiare dal dentifricio

Risparmiare sul dentifricio? Facile!

No, no, niente paura, non si vuole indurre ad abbandonare la quotidiana igiene orale, ma solo ad autoprodurre il dentifricio.

Questo non solo è un modo per ridurre le spese, ma anche per iniziare a utilizzare prodotti dei quali sappiamo l'esatta composizione. Infatti, nei prodotti industriali, si trovano tantissimi conservanti e altre sostanze non esattamente verdi.

Spesso ci lasciamo sedurre da sorrisi accecanti, denti bianchi e splendenti che azzannano una mela per dimostrare la loro prestanza. Eppure dietro a quei sorrisi ci sono fior fior di dentisti, effetti video e quant'altro.

Quindi, senza cedere al fascino del brand del momento, proviamo a fare un ottimo dentifricio casalingo con ingredienti naturali e privi di conservanti e agenti chimici.

Non ci vuole chissà cosa, sono tutti facilmente reperibili. La ricetta è facile e veloce.

Per prima cosa ci occorre dell'argilla bianca, le quantità variano in base a quanto dentifricio vogliamo produrre, per non sprecare niente sarebbe bene provare a farne una piccola dose e vedere come ci troviamo; quindi mettiamo circa due cucchiai di argilla bianca, un cucchiaio raso di bicarbonato di sodio, a scelta possiamo utilizzare o salvia essiccata o the verde, oli essenziali della fragranza che preferiamo.

Mettiamo tutti gli ingredienti in polvere in una tazza da colazione o una ciotola. Aggiungiamo alcune gocce di olio essenziale e amalgamiamo con cura. L'impasto deve diventare cremoso, non liquido, ma nemmeno con troppi grumi. Il prodotto ottenuto va conservato in un vasetto ben chiuso. Ricordiamoci che è privo di conservanti, per cui sarebbe bene consumarlo entro 4 o 5 mesi, anche per questo è meglio produrne poco per volta, in modo che non vada sprecato.

Questo dentifricio è ottimo anche per i più piccoli, purché abbiano imparato a sputare, perché privo di fluoro.

1 comment

Lascia un commento