Mamme facciamo rete contro la solitudine!

mamme-solitudine

Lo spettro del baby blues, le notti insonni, la stanchezza, la casa da sistemare, i tantissimi consigli non richiesti che fioccano da tutte le parti… i primi mesi di una neo mamma sono davvero difficili per queste e molte altre ragioni. Tanto che spesso una mamma opta per la solitudine, convinta che nessuno possa capirla e aiutarla.

E proprio per la paura di non farcela, molte mamme tendono a rinunciare alla vita sociale tendendo tutte le attenzioni al bimbo appena arrivato, arrivando a sentirsi irrimediabilmente sole. Ci sono dei modi, però, di riuscire a tessere di nuovo relazioni sociali combattendo la solitudine. Sono spesso nuove conoscenze, soprattutto nei casi in cui le “vecchie amiche” della neo mamma siano single o senza figli.

Il corso pre parto

Molti pregiudizi ruotano intorno ai corsi di accompagnamento alla nascita. Ciò che conta, però - oltre ai consigli di ostetriche e ginecologi - è il fatto che frequentandoli si entra in contatto con altre mamme che stanno vivendo la medesima esperienza nello stesso periodo.

E per questo, ragazze magari sconosciute fino a poco tempo prima, diventano all’istante delle amiche e delle spalle su cui piangere nel momento del bisogno.

Gli incontri per famiglie

Che siate religiosi o meno, non importa. Esistono giornate organizzate per le famiglie sia da parte della Parrocchia sia da organizzazioni laiche.

È bello frequentare questi incontri per confrontarsi, per recuperare la dimensione di coppia e per trascorrere divertenti giornate in compagnia di altri ragazzi che stanno vivendo la stessa esperienza.

Le amiche virtuali

Il web pullula di mamme blogger, di forum dedicati e di portali specializzati. Leggendo qua e là è facile “innamorarsi” di un modo di scrivere o di scatti pubblicati sui social network. E da figure “virtuali”, le mamme della rete possono anche diventare voci di riferimento sulle quali contare nel momento del bisogno. Insomma, dei veri alleati contro la solitudine! 

Quel che conta, ad ogni modo, è non vedere la maternità come una fase della vita "solitaria", ma al contrario sfruttare questo momenti per condividere idee, pensieri, ansie e gioie di un periodo unico nella vita di una donna!

7 comments

  1. Marta Molinari 30 ottobre, 2016 at 22:19 Rispondi

    Per fortuna che ci siete voi…quando hai figli molti spariscono perché pensano che tu non abbia più tempo per loro…peccato che non hai più tempo neanche per te stessa!
    Ma…. Per fortuna che voi ci siete!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.