Mamme surrogate, ecco come motivano la loro scelta

mamme-surrogate

Una delle cose più semplici che si possa fare è quella di puntare il dito contro e giudicare chi la pensa in modo diverso dal nostro. Questi giorni che l'argomento unioni civili tra coppie omosessuali e stepchild adoption sta impazzando in ogni dove, tutti giudicano tutto.

Ma se ci si fermasse un attimo a scoprire quali sono le motivazioni che spingono a prendere una determinata decisione piuttosto che un'altra? E se ci si chiedesse il perché invece di sentenziare? Magari pur rimanendo, con ogni buon diritto, della propria opinione che però sarà espressa con cognizione di causa. 

Ecco allora le motivazioni di alcune mamme surrogate, ovvero quelle mamme che vengono etichettate come surrogate perché scelgono, chi per un motivo, chi per un altro, di affittare il proprio utero permettendo a chi non può avere figli, che siano coppie etero o omosessuali, di averne.

Lasciamo perdere per un momento il discorso etico, sul quale ogni parere è lecito, si può essere favorevoli, magari per federe religiosa, o meno. Lasciamo perdere per un momento anche la sessualità della coppia adottiva e concentriamoci invece sulle motivazioni che spingono alcune donne a mettere a disposizioni di estranei il proprio corpo.

Perché diventare mamme surrogate?

Troppo facile pensare subito al denaro. Le gravidanze surrogate possono essere anche a pagamento (in certi paesi ricevere compensi è illegale, come in Canada), non si può negare.

Non lo nega Mandy Stores, che grazie anche a un'infanzia particolare ha deciso di diventare madre surrogata per vocazione, al punto che lavora per l'ufficio stampa di "Growing Generations", una delle agenzie di maternità più importanti degli Usa.

O Carrie Sylvester, 41 anni, sposata da 22 e con due bambini, ha surrogato il suo utero ben tre volte. La donna afferma che è riuscita a far capire ai suoi figli quando si tratta di una pancia e non di un fratellino. L'input per surrogare l'utero è arrivato in seguito alle difficoltà che ebbe la sorella per rimanere incinta e che quando finalmente ci riuscì partorì un figlio con gravi problemi cognitivi. Mandy ammette tranquillamente che per surrogare viene pagata, e non si vergogna di prendere del denaro perché offre il suo corpo con coscienza e cognizione. 

C'è poi Jasmine, una donna canadese che affitta l'utero a titolo gratuito, anche perché in Canada non si possono ricevere compensi, e che si presta solamente per coppie omosessuali. 

Insomma, nobili le motivazioni di tutte, scaturite da diversi percorsi. Per quanto riguarda i compensi, laddove si possono ricevere, si oscilla tra i 25 e i 32 mila euro. Chi richiede la surroga però deve aggiungere ulteriori spese come quella dell'impianto degli embrioni e delle spese mediche arrivando quindi a un totale di circa 140 mila euro.

39 comments

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:40 Rispondi

      Le donne in questione offrono solo l’utero. L’ovulo è stato donato, e poteva andare ad una coppia etero come omosessuale. E questa donna non viene pagata perché in Canada le donne devono avere una situazione economica più che dignitosa e avere già due tre figli propri. I soli soldi che ricevono sono per le necessità della gravidanza. Giustamente aggiungerei.

  1. Chiara Quarantiello 29 febbraio, 2016 at 18:30 Rispondi

    Non voglio essere bacchettona ma tanto lo fanno per soldi punto e basta e in casi estremi per amore di un familiare o di una carissima amica e più che progresso sembra di tornare agli antichi tempi quando serviva un erede a tutti i costi sarò anche ottusa ma la mia mentalità e questa è non la nego con buonismo assurdo

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:39 Rispondi

      Le donne in questione offrono solo l’utero. L’ovulo è stato donato, e poteva andare ad una coppia etero come omosessuale. E questa donna non viene pagata perché in Canada le donne devono avere una situazione economica più che dignitosa e avere già due tre figli propri. I soli soldi che ricevono sono per le necessità della gravidanza. Giustamente aggiungerei.

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:40 Rispondi

      Le donne in questione offrono solo l’utero. L’ovulo è stato donato, e poteva andare ad una coppia etero come omosessuale. E questa donna non viene pagata perché in Canada le donne devono avere una situazione economica più che dignitosa e avere già due tre figli propri. I soli soldi che ricevono sono per le necessità della gravidanza. Giustamente aggiungerei.

  2. Paola Palma 29 febbraio, 2016 at 20:03 Rispondi

    Io non voglio fare la tuttologa e quindi parlo per me.. Io non riuscirei mai a farlo, non riuscirei mai e poi mai a separarmici dopo 9 lunghissimi mesi.. E chi ha partorito sa quale è la sensazione che si prova.. Ma ancor di più… Non riuscirei mai a chiederlo! MAI.. Allo stesso modo mi sentirei morire all’idea di separarli…!!!!

    • Elisa Usai 2 marzo, 2016 at 01:54 Rispondi

      Premetto che non sono per il traffico di bambini, ci sono donne che li buttano nei cassonetti per cui definirle donne senza cuore e cervello mi sembra veramente brutto. È come dire che è senza cuore una donna che vuole abortire il frutto di uno stupro…dopo tutto è un bambino in provetta, il fatto che scalci dentro non lo fa sentire più tuo. Io provavo emozione perché era il frutto del mio amore per il mio compagno…c’è molta differenza.

  3. Valentina Calderini 29 febbraio, 2016 at 20:04 Rispondi

    io non capisco come non si crei un legame fra queste donne ed il bambino..ka a questi bambini non ci pensa nessuno? Il famoso allattamento al seno tanto reclamato dal OMS ed associazioni similari?? Io non capisco come si possa fare…però ognuno é libero di scegliere!

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:37 Rispondi

      Le donne in questione offrono solo l’utero. L’ovulo è stato donato, e poteva andare ad una coppia etero come omosessuale. E questa donna non viene pagata perché in Canada le donne devono avere una situazione economica più che dignitosa e avere già due tre figli propri. I soli soldi che ricevono sono per le necessità della gravidanza. Giustamente aggiungerei.

    • Marija Svitraite Vago 29 febbraio, 2016 at 23:44 Rispondi

      Ila è diritto del bimbo? Il legame che si crea con madre… sarà legale,ma per me amorale. Probabilmente non sai che significa ofrire utero al proprio figlio x questo parli….nn è solo “carne” in gioco… io nn trovo acetabile di affitare utero…nn importa se x etero o gay. È una violelenza gratuita x madre e figlio….

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:46 Rispondi

      Io non so niente del legame con il figlio, ma penso che se ci sono donne che lo ammazzano appena nato o lo abbandonano perché non voluto preferisco infinitamente qualcuno che lo vuole e lo cerca. È un tuo parere e un tuo punto di vista, è quello che provi tu, ma non siamo tutte uguali e voi dovete accettare che ci sono donne che la pensano diversamente da voi. Solo che invece di donare un rene donano l’utero per dare la vita. E in Canada non ricevono il becco di un quattrino.

    • Ila Lally 29 febbraio, 2016 at 23:48 Rispondi

      Dopodiché ci sono migliaia di studi scientifici che dicono che l’unico disagio che hanno questi figli è crescere in una società omofoba e non il vivere con una coppia omosessuale.

    • Marija Svitraite Vago 29 febbraio, 2016 at 23:54 Rispondi

      Certo amazzano,abandonano – tutte situazioni fuori dal normale se non patologico come questa di quale siamo discutendo. Qui si fa “apposta”separare il bimbo dalla madre…. io non aceto e giudico questa situazione. Coloro che amano tanto e vogliono donare loro amore che lo facciano a bimbi già abandonati da madri e/o padri …xche crearne altre situazioni simili…. una violenza.

    • Ila Lally 1 marzo, 2016 at 00:00 Rispondi

      Prima di tutto questa storia che li strappino dalla madre quando non sono ancora uscite dal collo dell’utero è una cavolata. Passano mesi prima che il bambino effettivamente vada via con il padre naturale, seconda cosa puoi informarti molto bene se in Italia è possibile adottare da parte di coppie omosessuali o single. Te lo dico io è impossibile per gli etero figurati per gli omo e praticamente li devi comprare perché non te li regalano i bambini. Queste rare situazioni servono per farti capire che non sempre si instaura questo legame, non è una cosa automatica, sarebbe molto romantico, ma la realtà dei fatti è che non è sempre così.

    • Ila Lally 1 marzo, 2016 at 00:09 Rispondi

      Ti faccio un altro esempio di una cosa non comune ma che accade: una mamma che muore ma salvano il bambino, che crescerà da subito con il padre. Non glielo portano certo via il bambino, sarà difficile ma si fa. In certe culture un bambino viene cresciuto da tutta la tribù, fino a poco tempo fa esistevano le balie per allattare anche per le donne che non avevano latte. Sono tutti esempi limite che però fanno capire che nonostante il legame con la mamma sia importante non è detto che debba essere l’unico. Si può instaurare anche con un padre, o con una zia, una nonna.

    • Marija Svitraite Vago 1 marzo, 2016 at 00:10 Rispondi

      Quindi tt raccomandazioni del oms su nn tagliare cordone appena nati,contatto pelle a pelle con mamma,alatamento ecc secondo te sono tt cavolate xche tanto ctescono bene lo stesso….. io nn credo.esiste memoria pre e neonatale…esiste traumi natali … esseri umani hanno sentimenti e questo accanimento a tt costi x avere un “erede”mi sembra un po retrogrado e controducente. GRAZIE X CHIACHIERATA!Buona notte!

  4. Angelica Carpanese 29 febbraio, 2016 at 23:49 Rispondi

    Potete dire quello che volete ma è contro natura. La natura non ci ha progettati per fare i bimbi in vitro e poi farli portare in grembo a donne usate solo come incubatrici. I bimbi nascono dall’amore o almeno cosi dovrebbe essere…

  5. Emanuela Santise 1 marzo, 2016 at 09:12 Rispondi

    È da pazzi una cosa del genere e nn ditemi che lo fanno x soldi xke io se nn avessi soldi me lo terrei con me a tutti i costi anche sotto ad un ponte cn pane e acqua.. Lo fa solo chi nn ha cuore e buon senso stop! Parlo da mamma con due figli🤔🤔

  6. Adriana Basile 1 marzo, 2016 at 10:38 Rispondi

    Se uno dei due nella coppia non può darci un figlio ci sono tante altre soluzioni……piuttosto che pagare x averne uno a tutti i costi ….ci sono bimbi orfani bisognosi d’amore!si tratta di egoismo persone che sono capaci di comprare un bimbo in provetta non potranno mai amare un bimbo che non ha il suo stesso sangue…..Vergonatevi…e questo vale anche per le coppie gay….volete figli?ok adottateli

  7. Maura Tatti 1 marzo, 2016 at 11:58 Rispondi

    Ma come fanno? Neanche un animale partorisce il suo cucciolo x poi lasciarlo! Mi dispiace ma non condivido. …un bambino ha bisogno delle braccia della mamma del suo odore. …. da quando sono diventata mamma capisco ancora di più cosa vuol dire mettere al mondo un figlio. … non lo avrei dato via x nessun oro del mondo perché lui è la mia ricchezza!

  8. Maura Tatti 1 marzo, 2016 at 11:58 Rispondi

    Ma come fanno? Neanche un animale partorisce il suo cucciolo x poi lasciarlo! Mi dispiace ma non condivido. …un bambino ha bisogno delle braccia della mamma del suo odore. …. da quando sono diventata mamma capisco ancora di più cosa vuol dire mettere al mondo un figlio. … non lo avrei dato via x nessun oro del mondo perché lui è la mia ricchezza!

  9. Veronica Jarabitza 1 marzo, 2016 at 12:40 Rispondi

    Credo che un bambino non “valga” 150 mila euro credo che sia molto più di una cifra.
    L’egoismo e il denaro non possono andare di pari passo con l’amore che chi acquista i figli DI C’È di provare per gli stessi. Sono schifata. Imparate a riconoscere i vostri limiti fisici e accettateli. Questo sarebbe già un gran passo.

  10. Alessandra GF 1 marzo, 2016 at 15:41 Rispondi

    Non voglio fare polemiche sul come, quando e perché, ma se poi questi figli “studiati a tavolino” rovinano i “progetti” dei genitori biologici? .. Se succede quanto di seguito ( e statene certe: succede!) che si fa?? Ormai anche la vita umana è “USA e getta”…

    http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/salute/benessere-donna/gravidanza-e-parto/2016/01/08/news/usa_utero_in_affitto_genitori_per_delega_chiedono_aborto_gestante_dice_no-130842502/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.