Ora va meglio

ora-va-meglio

Ora va meglio, questo voglio dire alle mamme che hanno un neonato tra le braccia da pochi giorni che piange senza che nessuno riesca a capire il motivo. Che non dorme, che tutte le notti piange, piange, piange senza tregua.

Ora va meglio perché i neonati diventano bambini e le donne diventano madri e va meglio perché, piano piano, noi capiamo loro e loro capiscono noi.

E iniziamo a dialogare.

Ora va meglio, vorrei dire alla mamma che allatta con fatica, che vede suo figlio che non si attacca o non cresce di peso. Ora va meglio perché quei momenti lì, dolcissimi e concitati, stanchi, confusi e profumati di latte, hanno lasciato il posto ad un bambino che interagisce e lo fa in un modo divertentissimo.

Ora va meglio, lo dico anche alla mamma che pensava che non ci sarebbe stato più spazio per lei, per le sue passioni, per l'amore, per il sesso, per il cinema e per i libri.

Ora va meglio perché i figli crescono e lasciano spazio, crescono e ci permettono di riappropriarci del nostro essere donna e di costruire un rapporto che non è un progetto ma, appunto, un rapporto.

Ci permettono di vedere il mondo con occhi diversi, di riempirci di meraviglia, di sentire sapori e suoni nuovi, di scoprire una fetta di stupore che avevamo dimentico.

Ora va meglio, questo vorrei dire alle neomamme, però intanto non fate l'errore che ho fatto io e quel profumo di biscotto respiratelo a lungo, fino in fondo, godendolo tutto.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.