Parto record in Marocco: giovane mamma di Mali dà alla luce 9 bambini

parto-record-in-marocco-giovane-mamma-di-mali-da-alla-luce-9-bambini

In un periodo storico in cui si assiste al continuo crollo delle nascite quasi in ogni parti del mondo, succede anche che una giovane mamma metta al mondo 9 gemelli e tutti in ottima salute. La notizia arriva dal Marocco, dove un'equipe medica, appositamente creata per l'occasione, ha assistito a questo straordinario parto plurigemellare.

La mamma era convinta di aspettare "solo" 7 gemelli

Anche se il parto è avvenuto in uno degli ospedali più rinomati del Marocco, la protagonista di questo straordinario evento è una donna di 25 anni originaria del Mali.

Halima Cisse, questo il nome della neo mamma, durante una delle tante ecografie alla quale veniva sottoposta, aveva scoperto di aspettare 7 bambini. L'evento era già di per sé eccezionale, considerato che erano difficilmente nel mondo si registravano parti con un così alto numero di bambini. La donna inoltre, era già mamma di una bambina.

Considerato l'evento eccezionale, i medici del Mali avevano avanzato la richiesta che al parto fosse presente un'equipe di medici specializzati e lo stesso Bah Ndaw, presidente del Mali, aveva richiesto che la donna fosse trasferita in un ospedale del Marocco per ricevere tutta l'assistenza di cui avesse avuto bisogno.

La sorpresa al momento del parto

Arrivato il momento di mettere al mondo i bambini, i medici e ancor più la mamma, restarono sconcertati nel vedere che i bambini non erano 7, ma 9. Evidentemente al momento dell'ecografia 2 dei piccoli erano riusciti a mimetizzarsi tra i fratelli.

Quattro maschi e cinque femmine, del peso variabile tra i 500g e 1 kg, stanno bene e sembra godano tutti di ottima salute. Ora li aspetta un periodo di degenza di circa tre settimane in ospedale, necessario ai medici per accertarsi che siano in grado di sopravvivere con le loro forze.

Dopo di che faranno rientro con la mamma e il loro papà nel Mali, con la speranza che tutto il clamore mediatico intorno alla vicenda si traduca anche in un concreto sostegno economico alla neonata famiglia.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.