La paura della malattia nel folle gesto di una madre

paura della malattia valentina venturi

Emergono nuove informazioni sulla triste notizie di questi giorni, che vede coinvolta Valentina Ventura, la mamma che ha gettato suo figlio neonato dal balcone martedì scorso.

L’ipotesi di un gesto così folle, subito dopo una gravidanza nascosta e un parto avvenuto in bagno, nasce da una paura. Valentina Ventura aveva paura che il figlio appena partorito avesse la stessa malattia che ha sua figlia di 4 anni.

Il folle gesto spinto dalla paura della malattia

La bambina soffre di una grave malattia di origine ereditaria, che colpisce i nervi partendo dalle gambe e può portare nel tempo anche alla paralisi. Le ipotesi delle ultime ore fanno pensare che il suo gesto nascondeva il terrore che il bambino che portava in grembo potesse soffrire dello stesso disturbo.

La paura della malattia non giustifica il gesto

È ancora tutto da ricostruire. La donna si è chiusa nel suo silenzio e gli investigatori stanno cercando di ricomporre la vicenda. “Un confronto non facile – afferma Giuseppe Ferrando, procuratore di Ivrea - che ci ha lasciati interdetti per la normalità con cui la donna ha appreso le accuse."

49 comments

  1. Elena Boh 1 giugno, 2017 at 19:36 Rispondi

    Ma perché bisogna ancora parlare di questo mostro, questa malata di mente assassina? Lasciamola marcire nella sua solitudine e speriamo conviva tutta la vita con la sua coscienza se ce l ha…che finché non muore si porti dietro il peso del gesto atroce che ha compiuto

  2. Flavia Nigra 1 giugno, 2017 at 19:44 Rispondi

    Troi…. scusate, ma non me la bevo la storia della malattia mentale… Sto male per quella povera creatura, buttata dalla finestra…. Poverino lui. Che Dio lo riceva a braccia aperte…. E che questa maledetta assassina non possa mai più procreare…

  3. Pamela Soana 1 giugno, 2017 at 19:47 Rispondi

    Se non si vuole tenere il proprio figlio, si può partorire in ospedale in anonimato. Altra opzione, c’è la culla per la vita. Puoi lasciare il figlio sempre in ospedale e permettergli di essere adottato da una famiglia che gli vorrà bene.
    Questa donna non ha scuse. Assassina.

  4. Elisabetta Sgroi 1 giugno, 2017 at 19:56 Rispondi

    Scusatemi tutte perché mi sento cattiva per quello che sto per dire,io se la vedrei di persona le sputerei in faccia per dirle tutto il mio disprezzo,io non reputo una donna una persona che uccide il proprio figlio e poi fa finta di niente e si gode lo spettacolo sul balcone,no non chiamiamola donna e secondo me non ha neanche un cuore, perché dal momento che lo senti muovere dentro di te ,non puoi non amarlo , quindi io spero che rimanga in carcere e buttano via la chiave,!!

  5. Alessandra Kass Forza 1 giugno, 2017 at 20:00 Rispondi

    E allora ammazziamo tutti i disabili!! Ma non scherziamo!!
    Non poteva saperlo visto che non ha fatto nemmeno un esame in gravidanza, nascondendola a tutti!!
    Io mi auguro sia psichiatrica grave, perché una madre non può essere tanto crudele!!

  6. Genny Cottarelli 1 giugno, 2017 at 20:04 Rispondi

    Ho avuto il mio secondo bimbo da 18 gg…e mi vengono i brividi ogni volta che penso a questa storia.. da mamma posso solo dire che se pensi che tuo figlio che sta x nascere possa avere qualche malattia la cosa piu’ naturale che tu possa provare è di proteggerlo con tutte le tue forze e di dargli il doppio dell’ amore..

  7. Micòl Giovagnoni 1 giugno, 2017 at 20:04 Rispondi

    Follia pura…intanto non puoi non capire di essere incinta, prima o poi lo scopri…e poi: fattelo un esame per sapere come sta il bimbo e poi lo dai in adozione, cogliona! Non giustifico… Non comprendo …

  8. Renata Pistritto 1 giugno, 2017 at 20:06 Rispondi

    Per quanto tu possa essere malata, sola, infelice e chi più ne ha più ne metta, lo sai benissimo che se lo butti dalla finestra quell’esserino muore! Lo sai o non lo sai cosa accade se lo butti dalla finestra? Lo sai! E allora io non riesco a compatirla, mi spiace!

  9. Silvia Cara 1 giugno, 2017 at 20:16 Rispondi

    qualcuno avrebbe dovuto farla curare ma si sottovalutano troppi aspetti…qualunque sia stato il motivo è ovviamente frutto di una persona malata..niente può giustificare un gesto simile..niente! 😔 povera creaturina..

  10. Samantha Florini 1 giugno, 2017 at 20:16 Rispondi

    Se queste erano le sue paure poteva prendere precauzioni prima (ora direi che ce ne sono diverse) o al massimo abortire ma non ci sono giustificazioni che tengano per il gesto che ha fatto!

  11. Rosaria Gerardo Salvatore 1 giugno, 2017 at 20:17 Rispondi

    Non si DEVE giustificare…se aveva paura non rimaneva incinta e se fosse “capitato” allora:
    1 – ci sono mille controlli per sapere se ci sono problemi
    2 – non lo vuoi? Ok…culla della vita o in ospedale partorisci anonimo..
    Ma qst gesto NO E POI NO!!!!
    DEVE MARCIRE IN GALERA A VITA DOVE DEVONO FARLA SOFFRIRE E DEVE AVERE PAURA ANCHE DI DORMIRE!!!
    E poi il marito che c….. faceva?????? In galera pure lui!!!!
    Mi spiace ma io odio ste cose…😠😠😠😠 e non c’è situazione psicologica che regga!

  12. Laura Alx 1 giugno, 2017 at 20:43 Rispondi

    Se hai paura che tuo figlio possa avere una malattia grave e decidi di ucciderlo una volta nato, allora nn restare proprio in cinta! Esistono mille metodi contraccettivi! Povera creatura

  13. Jenny Pellizzer 1 giugno, 2017 at 22:08 Rispondi

    Mi dispiace, ma da mamma non riesco a concepire il suo gesto, neanche se fosse in depressione postpartum..quello che ha fatto è imperdonadibile…povero bimbo, chissà quanto dolore ha subito…Non si può perdonare una cosa simile!!

  14. Antonella Taranto 1 giugno, 2017 at 23:22 Rispondi

    Mi viene da pensare a tante care donne che con tutto il cuore desiderano un figlio e non riescono ad averlo, e questa prende e lo lancia dalla finestra! Povero amore…Questo piccolo se fosse stato dato in adozione avrebbe di sicuro trovato una famiglia amorevole, mi si spezza il cuore. Gesto ingiustificabile senza ombra di dubbio, ci vuole una punizione esemplare.

  15. Debora Concas 2 giugno, 2017 at 00:37 Rispondi

    A me viene solo da piangere pensando a quell’angelo….. così piccolo ed indifeso… ❤️ Che Dio ti accolga braccia aperte E che doni la tua anima ad una mamma che ti ami più della sua vita❤️💞🍃🌸 🙏😘❤️

  16. Manu Manu 2 giugno, 2017 at 08:57 Rispondi

    ✅ l’estate👙👙👙 ormai è alle porte,
    ✅io sono pronta per la prova costume
    E tu sei pronta/o??
    Vuoi sapere come ho perso i miei 10 kg in 8 settimane??
    Metti ok nei commenti e verrai subito contattato
    #volerepotere

  17. Valentina Casarola 2 giugno, 2017 at 09:29 Rispondi

    Per me è assurdo!!! Come poteva sapere se anche il bimbo in grembo aveva questa malattia, e poi lasciarlo nella “culla per la vita” avrebbe salvato la vita al bimbo e trovato una famiglia che lo amasse e lei sarebbe tornata a casa senza far alcun gesto estremo… io non perdono I BAMBINI NON SI TOCCANO NON SONO LORO A CHIEDERE DI NASCERE!😈

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.