Perché scegliere una scuola bilingue: tutto quello che c'è da sapere

perche-scegliere-una-scuola-bilingue

Il tema del bilinguismo riveste un’importanza sempre maggiore nella società, ormai multietnica, nella quale viviamo. Per questo sono presenti già da qualche anno sul territorio nazionale le scuole bilingue.

Secondo gli ultimi studi e i pareri degli esperti, per l’apprendimento di una secondo lingua, oltre dunque a quella madre, è richiesto un avvicinamento sin dai primi anni d’età.

Il momento migliore è senza dubbio la fase infantile fino a quella pre-adolescenziale, perché proprio in questo periodo il cervello risulta più ricettivo.

Quali sono i vantaggi di una scuola bilingue?

Frequentare una scuola bilingue riporta numerosi vantaggi. Di seguito analizzeremo 3 ambiti. 

  • Sviluppo cognitivo e intellettivo
  • Rapporti sociali
  • Future possibilità lavorative

Sviluppo cognitivo e intellettivo: psicologi e pedagoghi sono concordi nel ritenere che quando gli stimoli all’apprendimento sono vari e numerosi, maggiore è lo sviluppo intellettuale di un bambino.

Entrare in contatto ed imparare una seconda lingua rappresenta un esercizio ottimale e propedeutico allo sviluppo delle capacità cognitive.

Rapporti sociali: frequentando una scuola bilingue spesso si entra in contatto con bambini di altre culture. L’apprendimento dunque non è limitato a quello del vocabolario di una seconda lingua ma anche a culture e relazioni che permetteranno di acquisire apertura mentale, flessibilità e attitudine a nuove relazioni sociali.

Future possibilità lavorative: è innegabile che la conoscenza di una seconda lingua, soprattutto se si tratta dell’inglese, offre maggiori e svariate possibilità lavorative rispetto a chi conosce solamente la propria lingua madre.

Scegliere una scuola biligue: l'importanza dell'open day

L’open day di una scuola è il suo biglietto da visita, il giorno in cui tutta la scuola si presenta alle famiglie esterne desiderose di conoscere non solo la struttura ma il corpo docente, gli spazi, le famiglie e gli studenti già iscritti.

Abbiamo voluto intervistare uno di questi istituiti, il St. Philip School di Roma, per avere qualche informazione in più.

Perché una famiglia dovrebbe partecipare al vostro open day?

La St. Philip School è una scuola giovane, nata da pochi anni, ancora più urgente e necessario dunque venire a vedere di persona un mondo totalmente nuovo, che propone la didattica in maniera innovativa e divertente. 

Il St. Philip non a caso si denomina “la scuola del saper fare”, tutta l’azione formativa viene proposta agli allievi attraverso l’arte, la musica e il movimento. La didattica appresa in aula viene poi sperimentata e metabolizzata nei diversi laboratori: artistico, multimediale, di musica e nelle palestre, ove gli studenti sono stimolati a tirar fuori quanto di creativo già posseggono, divertendosi e sviluppando la curiosità del sapere.

Quali sono i punti di forza della vostra scuola e su quali intendete lavorare nei prossimi anni?

Noi crediamo che ogni alunno sia un individuo con delle capacità e qualità individuali, con delle attitudini specifiche e compito della scuola, attraverso l’operato degli insegnanti, è quello di permettere ai ragazzi di guidare quelle capacità al loro pieno sviluppo, di farle fiorire.

Ciò permetterà di formare individui liberi in grado un domani di scegliere senza condizionamenti di alcun tipo il proprio percorso di vita: coltivare l’uomo del domani, questo è il nostro obiettivo!

Noi crediamo che in una giornata come quella dell’open day meglio di altre si riesce, se non proprio a toccare con mano l’atmosfera di cui parliamo, a percepirla nell’aria, nella serenità degli alunni già iscritti che giocano tra di loro e nei volti contenti delle famiglie che non perdono occasione ogni anno per partecipare a questo importante evento della scuola.

Quindi partecipare all’open day è un passaggio importante nella scelta di una scuola?

Riteniamo sia un passaggio essenziale, è un giorno in cui la scuola si deve far bella e una cattiva impressione in quel giorno sarebbe significativa, comprometterebbe chiaramente l’immagine della scuola agli occhi degli esterni.

Per noi poi è doppiamente importante in quanto quest’anno, il 30 novembre, giorno dell’open day, inaugureremo la secondaria di primo grado bilingue. Attualmente infatti la scuola ha attivi, come ordini di studio, solamente l’Infanzia e la Primaria. Questo è l’anno invece in cui, dopo lunghi lavori di restauro, andremo ad inaugurare il secondo piano che verrà adibito totalmente a quel fine e in quell’occasione si potrà:

  • Conoscere il corpo docenti e i tutor
  • Conoscere i membri dell’organizzazione didattica, ai quali si potranno chiedere informazioni sui programmi, costi, iscrizioni e ricevere della documentazione utile
  • Conoscere la Coordinatrice delle attività didattiche e i suoi assistenti
  • Fissare appuntamenti con la Coordinatrice
  • Partecipare ai laboratori organizzati
  • Visionare attentamente la scuola che invece nei giorni di appuntamento, svolgendosi in orario scolastico, è occupata dalle attività dei ragazzi e non è possibile osservare con esattezza gli spazi e le loro potenzialità.

Ci saranno dunque dei laboratori che potranno svolgere i ragazzi?

Sì, ogni anno proponiamo dei laboratori affini alle attività da noi esercitate a scuola ai quali possono partecipare i ragazzi in visita all’open day. Oltre ad essere un momento ricreativo è anche un modo per i ragazzi di socializzare con gli alunni già iscritti e conoscere i docenti della scuola. 

Le attività che proporremo quest’anno sono:

  • Laboratorio d’inglese per la scuola primaria 
  • Laboratori con partner Internazionali: LIA Cambridge English Authorised Centre – Alphabet School International Camps
  • Laboratorio di composizione in cartoncino e di Collage per la scuola primaria
  • Laboratorio teatrale
  • Karate
  • Laboratori di Musica
  • Laboratorio di Pittura per la scuola primaria
  • Psicomotricità e Circo per la scuola primaria
  • Pattinaggio Artistico
  • Laboratorio di pittura e manipolazione e collage-disegno per la scuola dell’infanzia

Oltre a quelli invece che realizzeremo per le medie, un po’ più strutturati e complessi.

Inoltre i nostri tutor e le insegnanti di classe organizzeranno degli incontri di orientamento didattico durante la mattinata per parlare del nostro metodo educativo, a cosa ci ispiriamo, cosa intendiamo fare dal punto di vista pedagogico e dove vogliamo arrivare nel nostro percorso scolastico. È un’ottima occasione per rivolgere loro ogni tipo di perplessità in merito ai programmi e criticità pedagogiche.

Ultimo, ma non meno importante, come ogni anno proponiamo a tutte le famiglie in visita un ottimo rinfresco organizzato solitamente dal nostro catering di fiducia che è anche un’occasione per testare di persona la qualità del cibo offerto.

Detto questo non ci resta che invitare TUTTE le famiglie interessate al prossimo open day che si terrà da noi a Roma, in via Don Orione, 8, il 30 novembre 2019.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.