Pulizie di primavera? Occupiamoci dei giocattoli!

giocattoli

Guardatevi attorno: non avete anche voi l’impressione che i giocattoli di casa vostra vivano di vita propria, moltiplicandosi?

Tra quelli che comprate e quelli che vi vengono regalati ad ogni occasione di festeggiamento, la casa in un battibaleno si riempie di ninnoli e balocchi!

Ed è subito caos!

Niente paura: complici le imminenti pulizie di primavera, coglieremo l’occasione per fare un po’ di ordine e organizzare al meglio la baraonda di giocattoli! Come? Leggete di seguito!

Parola d’ordine: rotazione!

Lo sanno tutti: ai bambini piace la ripetizione e sono sufficienti pochi oggetti semplici per divertirsi. Traiamo, quindi, una prima lezione da questo assioma: niente affollamento di giochi, ma alternanza.

Conservate in una grande scatola tutti i giochi del piccolo e tiratene fuori solo 3 o 4 alla volta, lasciandoli a sua disposizione. Quando si sarà clamorosamente stancato di uno di questi, sostituitelo con un altro, ma senza farvi vedere, e mantenendo sempre il ventaglio di possibilità molto ristretto.

Scatole etichettate

Sembrerà banale, ma avere delle scatole contrassegnate da etichette tematiche per riporre i giochi (es. “giochi in legno”, oppure “bambole” o “macchinine”) vi aiuterà a tenere tutto in ordine ed a rendere più semplice la comprensione della frase “rimetti ogni cosa al suo posto” per il vostro piccolo.

Lo scambio

Se volete che il vostro bambino impari sin da subito che nella vita bisogna saper rinunciare a qualcosa in cambio di altro, limitando la comparsa di capricci e vizi, provate in questo modo: ad ogni nuovo giocattolo che chiederà in dono, dovrà automaticamente rinunciare ad un balocco della sua collezione, donandolo ad un bambino meno fortunato.

In questo modo il piccolo capirà l’importanza della generosità e ci penserà bene prima di chiedere a gran voce l’ultimo gioco visto in tv!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.