Rifiuti tossici vicino a una scuola: i bambini si ammalano

rifiuti tossici scuola bambini

È stato scoperto a Livorno un centro di stoccaggio dei rifiuti tossici proprio vicino a una scuola. I bambini hanno iniziato ad ammalarsi ma ai sei arrestati questo poco importava.

Rifiuti tossici vicino alla scuola di Livorno

Le persone arrestate sono sei e l’accusa è quella di aver smaltito scarti pericolosi spacciandoli per rifiuti comuni. La discarica si trovava a pochi passi da una scuola nella quale i bambini hanno cominciato a stare male per le esalazioni respirate chissà per quanto tempo.

La maxi inchiesta portata avanti dalla Dia ha fatto rinvenire circa 200mila tonnellate di rifiuti tossici, pericolosi per la salute dei bambini. Il blitz ha coinvolto 150 carabinieri appartenenti al nucleo forestale sotto la coordinazione di Ettore Squillace Greco, ovvero il procuratore della città di Livorno. Oltre ai sei arrestati, ci sarebbero anche una trentina di indagati. Il metodo adoperato per ripulire con documentazioni fasulle i rifiuti tossici ricopia quello impiegato dalla camorra nella cosiddetta Terra dei Fuochi. Trucchi amministrativi e un gran numero di raggiri burocratici hanno permesso a chi gestiva l’affare dei rifiuti di smaltire sostanze molto pericolose come se fossero della comune spazzatura da incenerire. Fra i materiali più pericolosi c’è il mercurio, ritrovato in grandi quantità nella discarica.

Arrestati e indagati

Fra i rifiuti tossici che quotidianamente arrivavano in discarica c’erano toner usati, panni imbevuti di sostanze altamente inquinanti e tossiche e filtri per l’olio dei motori. In pratica nella discarica vicino alla scuola arrivavano camion carichi di rifiuti ad alto rischio ambientale per scaricare di tutto e di più. Una sorta di terra di nessuno che però serviva per alimentare un business oltre i 26 milioni di euro. La Regione Toscana è parte lesa ed è stata truffata per una cifra pari o superiore ai 4 milioni di euro. Il sospetto che ci fossero importanti connivenze sono molto forti e ancora si sta cercando di capire chi fossero le persone ad alti livelli coinvolte in questo traffico illecito che ha danneggiato la salute dei bambini della scuola livornese.

Please follow and like us:

4 comments

  1. Carlo Rosy Varlese Romano 15 dicembre, 2017 at 22:12 Rispondi

    Smaltiscono rifiuti tossici,trafficano droga e morte ma non rideranno sempre!!!E visto che dei bambini o ragazzi figli di altri non gli importa beh c’è da augurarsi che spendano poi quei soldi sporchi per di sintossicare i loro di figli!!!!

    • Massi Mari 16 dicembre, 2017 at 16:36 Rispondi

      I figli non devono pagare le colpe di padri indegni di essere uomini.
      Già sono stati sfortunati se davvero hanno padri così.
      Gli auguro di pagare amaramente
      quello che fanno fatto … devono piangere per tanti anni e convertirsi alla razza umana .. perché ora sono BESTIE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.