La scelta della scuola: consigli per mamme

come scegliere scuola materna

La scelta della scuola è la prima, importantissima decisione che le mamme sono chiamate a prendere per i loro bambini. L'ingresso alla scuola materna è una tappa fondamentale per i piccoli di 3 anni. È importante che l'istituto scelto abbia tutte le carte in regola per rendergli questa grande esperienza semplice e piacevole. Su cosa deve basarsi una mamma per riuscire ad individuare la scuola migliore?

Il primo consiglio, generale e che vale anche la scuola elementare, è quello di andare a vedere la struttura di persona ed incontrare gli insegnanti. A questo proposito si può approfittare dei cosiddetti "open day": molte scuole materne ed elementari organizzano delle giornate aperte, durante le quali i genitori che intendono iscrivere i loro bimbi l'anno successivo, possono visitare la struttura e fare due chiacchiere con direttrici ed educatrici. I calendari e le date degli "open day" sono disponibili sui siti delle scuole.

Scegliere la scuola giusta per il proprio bambino: i requisiti

Bisogna ricordarsi che, per diversi anni, il bimbo andrà accompagnato e ripreso tutti i giorni da scuola. Uno dei primi aspetto da considerare, dopo aver valutato varie possibili alternative, è la distanza dell'istituto da casa e la comodità nel raggiungerlo. È bene verificare che sia dotato di parcheggio o servito adeguatamente dai mezzi, se ci si sposta in autobus o metropolitana. Un altro fattore importante è che offra servizi come doposcuola o pre-scuola: per le mamme lavoratrici è fondamentale che gli orari siano flessibili, per poterli adattare meglio ai propri. Inoltre, una buona scuola deve essere dotata di un refettorio interno o una sala mensa, in modo che i bimbi abbiano il pranzo garantito, e con un menù giornaliero strutturato da una nutrizionista.

La scuola giusta per il tuo bambino: i valori

Oltre agli aspetti pratici, una buona scuola deve basarsi e trasmettere ai piccoli alunni dei buoni valori, coerenti con quelli che i genitori si sforzano ogni giorno di insegnare a casa. A questo proposito è fondamentale verificare che la scuola scelta sia aderente alle proprie idee per quanto riguarda: la religione, la multietnicità, il bilinguismo e la diversità.

È molto importante mandare il proprio bambino in un luogo dove possa esprimere liberamente tutti questi concetti e sentirsi accolto, mai discriminato.

Se il bambino ha delle esigenze particolari e necessita di qualche attenzione speciale, è importante assicurarsi che la scuola sia in grado di far fronte alle sue necessità, sia con aree dedicate e strumenti adeguati, sia mettendo a disposizione insegnanti di sostegno.

La migliore scuola per il proprio bimbo: un buon progetto pedagogico-sociale

Infine, la scuola perfetta per il proprio bambino deve essere un istituto che offre un ottimo progetto pedagogico-didattico. Deve offrire, quotidianamente, spunti interessanti, volti ad imparare cose nuove in modo piacevole, giocoso e adatto all'età dei piccoli alunni. Inoltre, deve proporre anche attività extra-scolastiche interessanti e stimolanti, a cui poter iscrivere il piccolo se gli orari di lavoro obbligano a lasciarlo a scuola oltre l'orario canonico.

Infine, ma non meno importante, una buona scuola ha rispetto anche dei genitori: li informa, li rende partecipi, organizza periodicamente riunioni e colloqui per metterli al corrente dei progressi del loro bambino, è disponibile ad ascoltare ed andare incontro anche alle esigenze dei genitori.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.