Un bambino di Casale Monferrato regala al sindaco una mascherina cucita a mano

Un dono al sindaco della sua città per aiutare nella lotta al coronavirus: si tratta di una mascherina cucita a mano da un bambino di 11 anni.

Un dono che viene dal cuore

Il piccolo Valter, 11 anni, ha seguito le mosse della madre ed ha confezionato a mano una mascherina protettiva. L’ha voluta donare al sindaco di Casale Monferrato con l’invito a proseguire la lotta contro il Covid 19 sintetizzato nelle parole "sconfiggi il virus".

La storia che ha fatto immediatamente il giro di tutte le testate e dei sociaL è avvenuta nel comune piemontese di Casale Monferrato. 

Federico Riboldi, sindaco della città, ha voluto ringraziare Valter per questo dono ed ha sottolineato come questo gesto gli abbia riempito il cuore.

La madre di Valter è attualmente a casa proprio per il diffondersi dell’epidemia e sta aiutando i vicini di casa cucendo delle mascherine.

La sua attività ha colpito il figlio, che ha deciso di mettersi all'opera per aiutarla. Il sindaco ha dichiarato che è stato chiamato da un suo collaboratore che gli ha comunicato che in ufficio era arrivato un pacchetto contenente una mascherina e una lettera.

Le spiegazioni del piccolo Valter

Nella lettera Valter ha chiarito le ragioni di questo suo gesto, indicando come spunto proprio il lavoro della madre, Carla.

Valter ha spiegato di avere cucito a mano la mascherina punto dopo punto, utilizzando ago e filo. La scelta di inviarla proprio a Federico Riboldi è scaturita da quello che il sindaco sta facendo per aiutare i suoi concittadini, senza arrendersi di fronte all’epidemia che ha colpito tutta l’Italia.

Un regalo che il primo cittadino del comune piemontese ha apprezzato molto: ha infatti postato immediatamente un messaggio di ringraziamento sulla propria pagina Facebook.

Riboldi ha anche parlato con la madre del bambino che gli ha spiegato come siano stati necessari due giorni per completare la mascherina, visto che non aveva mai cucito prima. Il sindaco lo ha definito un gesto "carinissimo" e che la mascherina resterà sempre con lui come un portafortuna.

 

Please follow and like us: