Una mamma vuole comprare la scuola del figlio per non farla chiudere

una-mamma-vuole-comprare-la-scuola-del-figlio-per-non-farla-chiudere

Una scuola primaria gestita da una congregazione di suore rischia di chiudere e una mamma, per salvarla, vede come unica soluzione quella di acquistarla. La notizia è di pochi giorni fa e arriva da un paese in provincia di Imperia.

Scuola in vendita: una mamma si offre di comprarla

La vicenda si svolge in un comune di circa 7.000 abitanti, Vallecrosia in provincia di Imperia. La scuola S.Anna, di proprietà delle Suore della Carità, aperta nel lontano 1904, rischia seriamente di chiudere, perché a quanto pare le suore non sarebbero più in grado di sostenere l'enorme peso economico necessario per continuare a tenerla aperta.

Si arriva così alla primavera dello scorso anno con l'annuncio, assai sofferto della Congregazione di Suore, di voler chiudere la scuola e vendere l'edificio. L'unico modo per impedire ciò sembra essere quello di venderla a una persona che si impegna di tenerla aperta.

Dopo quasi un anno arriva la notizia che una persona ha presentato una proposta d'acquisto e si tratta proprio di una mamma del luogo che per molti anni ha mandato i suoi figli proprio in quella scuola.

Scuola in vendita: ha promesso al figlio che gli avrebbe salvato la scuola

La mamma che si è offerta di acquistare la scuola S.Anna è Vanessa Crivelli, maestra in un'altra scuola elementare e mamma di due figli, un bambino di 8 anni e una ragazza di 14.

A quanto pare emergere dalle dichiarazioni rese dalla donna è proprio per esaudire il desiderio del figlio, che lo scorso anno ha affrontato un serio problema, che la mamma ha deciso di fare tutto il possibile per salvare la scuola del figlio.

Vanessa avrebbe presentato la sua proposta di acquisto alla congregazione di suore con la promessa di tenere aperta la scuola e loro, grate della cosa, avrebbero richiesto una somma nettamente inferiore rispetto al valore effettivo che avrebbe l'edificio.

Somma che peraltro non è stata resa pubblica nè da parte delle suore, nè da parte della mamma interessata all'acquisto della scuola. Ora non rimane che stare in attesa della risposta che a breve verrà data dall'Istituto di Credito che ha in mano tutte le carte presentate da Vanessa Crivelli.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.