Una piccola orfana e l'autista di un bus unite da una treccia

una-piccola-orfana-e-autista-di-un-bus-unite-da-una-treccia

Tracy Dean, autista di bus a Salt Lake City, Utah (USA), intreccia ogni giorno i capelli di Isabella Pieri, una bambina di undici anni rimasta orfana. La loro storia ha fatto in breve tempo il giro del mondo.

La triste infanzia di Isabella Pieri

Isabella è orfana dall'età di nove anni, dopo che un male incurabile che colpisce il cervello le ha ucciso la madre.

La bambina ha così trascorso i due anni successivi sola con il padre, Philip Pieri. Nonostante lo zelo con il quale questi si è preso sin da subito cura di lei, come recentemente dichiarato ai giornali locali, ha sempre trovato difficoltà nel pettinarle e acconciarle i capelli.

Un'attività ordinaria per molti, ma un'esperienza frustrante per padre e figlia: da un alto lei, sofferente per i capelli quotidianamente tirati e strappati, dall'altra lui incapace di snodarli senza farle male. L'unica soluzione è stata quindi quella di tagliarli e stringerli in una coda, almeno fino all'incontro con Tracy Dean.

Il fortunato incontro con l'autista

Tracy è la conducente del bus che quotidianamente porta Isabella a scuola. La donna, reduce da un cancro al seno, già ben comprendeva la sofferenza di vivere senza una madre, perché era il timore che l'aveva accompagnata nel corso di tutta la malattia pensando ai propri figli.

A dire di Tracy, era evidente come Isabella vivesse "una lotta quotidiana con i suoi capelli", sempre annodati in una coda arrangiata.

Così quando una mattina Isabella le chiese di intrecciarle i capelli come facevano le sue compagne, Tracy non si è tirata indietro. Da allora le due passano sempre insieme qualche minuto prima dell'ingresso a scuola per acconciare i capelli rossi di Isabella "a volte in due trecce, altre in una sola come piace a lei", riferisce l'autista.

Tra la donna e l'orfanella è sorto "un legame materno". È bastato un semplice gesto getile per rendere Tracy un punto di riferimento femminile della bambina e tutti, dal padre agli insegnanti, hanno gioito di questo incontro, felici di vedere finalmente Isabella più sicura di sé e felice.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.