Video Lettera al Futuro: gli auguri per il nuovo anno di Save the Children

video-lettera-al-futuro-gli-auguri-per-il-nuovo-anno-di-save-the-children

La crisi sanitaria mondiale sta colpendo pesantemente praticamente ogni settore, e quello della sanità e dell'istruzione non fanno eccezione. Save the Children ha voluto dedicare ai bambini una lettera piena di speranza per un anno migliore.

I dati mondiali sui bambini nel post Covid

Il numero di bambini che si ammaleranno nei prossimi mesi è destinato a crescere, a causa di malnutrizione e polmonite, nonché malaria, aggravate dalla pandemia.
A questo terribile aspetto di tipo medico, si aggiunge anche l'impossibilità per una grande percentuale di scolari di accedere all'istruzione digitalizzata. Ben il 90% dei bambini nel mondo non è andato a scuola, e questo di certo influirà pesantemente sul diritto allo studio e alla scolarizzazione.
Un bambino su 3 non avrà accesso a cibo e tecnologia nei prossimi mesi, con le terribili conseguenze che si possono solo immaginare.
Ecco perché il video di Save the Children dedicato ai bambini sta emozionando e sta facendo al contempo il giro del mondo.

La video lettera al futuro di Save the Children: l'inno a resistere

La resilienza è la capacità con cui affrontiamo e vinciamo le sfide di ogni giorno.
Anche i bambini ne sono provvisti, anche se tendiamo a non ricordare quanto siano forti e quanto abbiano da insegnarci con il loro sguardo sempre rivolto al futuro.
Save the Children, che si dedica alla tutela dei più piccoli, ha voluto rendere loro omaggio con un video toccante, in cui in una lettera virtuale l'associazione si rivolge al 'Futuro'.

Come ogni lettera che si rispetti, anche l'intestazione di questa comincia con un 'Caro Futuro', per poi proseguire con l'augurio di un futuro prossimo decisamente migliore di quello presente.
La lettera ha la voce di una bambina, che parla dell'anno 2020 come di un anno molto difficile. La paura è stata la protagonista silenziosa con cui i bambini hanno dovuto confrontarsi, continua la lettera, compagna della solitudine e della nostalgia di amichetti e insegnanti.

Ma la bambina prosegue "E non avere paura, ci penseremo noi a renderti bello".

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.