Volare con l'elicottero: il sogno di Antonio e Alessandro, bambini di affetti da una grave malattia.

volare-con-l'elicottero-il-sogno

Ci sono notizie che viaggiano veloci nell'aria, ed è proprio il caso di questa bella segnalazione che arriva direttamente da Catanzaro, dove, nella giornata di Domenica 5 Luglio, si è realizzato il sogno di due piccoli pazienti di poter volare su un elicottero.

Antonio e Alessandro, rispettivamente di 5 e 9 anni sono ospiti del reparto di pediatria dell'Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro:  mesi addietro, prima che scoppiasse la pandemia, avevano espresso il desiderio di poter salire a bordo di un vero elicottero.

La richiesta è stata raccolta da Giuseppe Raiola, il Direttore di reparto, che ha sollecitato l'intervento del Comando Provinciale dei Carabinieri di Catanzaro e dell'Ottavo Nucleo Elicotteri dei carabinieri di Vibo Valentia

Il battesimo dell'aria

Il decollo è stato possibile anche grazie all'organizzazione di alcune associazioni di Catanzaro. Dopo essere partito dalla base del Capoluogo di Regione, il volo a bordo dell'elicottero AB412 è durato poco più di trenta minuti ed ha permesso ai piccoli catanzaresi di sorvolare il litorale di Vibo Valentia con tutte le sue bellissime spiagge, per poi dirigersi sul tratto di costa che unisce Pizzo Calabro a Tropea, e continuare poi il suo volo "sopra le nuvole", come hanno detto i giovani piloti. Al "battesimo dell'aria" hanno partecipato anche il Dott. Raiola e le famiglie dei due bambini.

Il blocco a seguito della pandemia

Una volta rientrati in aeroporto, è stato il momento di un piccolo rinfresco durante il quale l'Arma dei Carabinieri ha voluto omaggiare i presenti con piccoli doni e qualche gadget a favore dei piccoli presenti: zaini, cappellini e materiali per la scuola, tutti rigorosamente con il marchio dell'Arma.

Una giornata di grande festa, attesa da molto tempo da parte dei due piccoli catanzaresi affetti da importanti patologie. La richiesta, infatti, era stata avanzata ben prima della pandemia e la macchina del Dott. Raiola si era attivata immediatamente. La diffusione del coronavirus ed il successivo lockdown hanno poi costretto a rimandare la realizzazione di questo bellissimo sogno.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.