4 cibi che influenzano il comportamento dei bambini

alimentazione bambino alterazione comportamento

Nell’ultimo periodo avete notato che il bambino è spesso stanco, giù di corda o al contrario è iperattivo e nervoso? Bè, la colpa potrebbe essere anche della sua alimentazione.

Esistono, infatti, alcuni cibi che influenzano il comportamento dei bambini, alterandone l’umore. Ne eravate a conoscenza? Noi ve ne indichiamo ben 4 da tenere sott'occhio nella dieta dei vostri bambini.

1. Coloranti artificiali

Diffidate dai prodotti che contengono coloranti artificiali: questi ingredienti, nonostante siano attentamente formulati per uso alimentare, possono causare ansia, iperattività e mal di testa nei bambini.

Per un consumo consapevole, fate sempre attenzione all’etichetta: i coloranti artificiali si nascondono anche in cibi all’apparenza innocui, come pane e yogurt.

2. Prodotti caseari

Se il piccolo è intollerante al lattosio o allergico alle proteine del latte, potresti notare dei cambiamenti nel suo comportamento. Quali? L’umore del bambino potrebbe diventare irritabile, aggressivo e spesso nervoso. Oltre a questi segnali psicologici, non sottovalutate anche quelli fisici, come i crampi addominali e le coliche intestinali.

3. Conservanti

Anche i conservanti più diffusi ed utilizzati in campo alimentare, come nitriti, nitrati e glutammato sono da includere tra i cibi che influenzano il comportamento dei bambini. Come? Rendendoli agitati e ansiosi, incapaci di stare fermi.

4. Zucchero

Lo zucchero è senza dubbio il principale indiziato per l’iperattività e l’agitazione dei bambini. In pochi, però, sanno che l’eccessivo consumo di zucchero può causare nei piccoli anche stati di depressione, problemi del sonno e difficoltà cognitive. Un rovescio della medaglia, se possibile, ancora più preoccupante.

Se sospettate che il vostro piccolo reagisca in maniera strana dopo il consumo di uno di questi 4 cibi che influenzano il comportamento dei bambini, iniziate a tenere un diario alimentare in cui segnare i pasti e riportare le variazioni di stato d’animo e di comportamento del piccolo.

Del resto, il benessere passa principalmente dalla tavola ed è compito di noi genitori insegnare ai nostri bambini a mangiare sano.

Lascia un commento