Asilo nido di Minerbio sotto shock: bambino muore dopo il riposino pomeridiano

Shock e dolore all'asilo "Mary Poppins" di Minerbio (Bologna). Il piccolo Alessandro di 19 mesi respira a fatica nel sonno e muore durante il trasporto in ospedale.

Ancora ignote le cause del decesso del bambino

Il piccolo Alessandro Gaccione era un bimbo sano e in salute. Niente faceva presagire il tragico epilogo avvenuto intorno alle 15.30 del 13 Aprile scorso, subito dopo il riposino pomeridiano.

La sera prima, informano i genitori, il bambino aveva avuto qualche decimo di febbre ma appariva comunque gioioso e vitale.

Le maestre dell'asilo nido, prendendo in braccio il bimbo per svegliarlo, hanno subito notato un colorito cianotico e un respiro affannato. Una di loro ha chiamato immediatamente il 118 mentre un'altra collega ha subito praticato sul tenero corpicino un massaggio cardiaco, memore delle manovre di primo soccorso apprese durante un recente corso di aggiornamento.

I carabinieri hanno predisposto l'autopsia per far luce sulla vicenda

Inutile la corsa verso il vicino ospedale di Bentivoglio, nonostante la prontezza delle maestre e dello staff medico, il bimbo è morto in ambulanza durante il tragitto. Il 118 ha chiamato i carabinieri della stazione di Minerbio e anche quelli paese limitrofo di Molinella per fare chiarezza sul terribile accaduto.

Le forze dell'ordine, come da prassi, hanno aperto un fascicolo per omicidio colposo e predisposto un'autopsia per esaminare il corpo del piccolo. Ad aiutare le indagini ci saranno anche i filmati delle telecamere di cui la struttura è fornita e i resoconti delle insegnanti, ancora sotto shock.

Tuttavia non sembrerebbero esserci colpevoli; il cibo somministrato al bambino durante il pranzo rispettava le norme igienico-sanitarie e le insegnanti sono state celeri nel soccorrerlo. Probabilmente il piccolo Alessandro è deceduto per arresto cardiaco o per soffocamento da rigurgito, fatalità difficili da prevedere.

Anche il sindaco di Minerbio, Lorenzo Minganti è accorso sul luogo della tragedia e si è stretto al dolore dei familiari e delle insegnanti. L'autopsia verrà eseguita con la supervisione del PM Roberto Ceroni con la speranza che possa fornire ai familiari del bambino spiegazioni esaurienti.

31 comments

  1. Yuliya Tsiniakova 19 aprile, 2018 at 10:28 Rispondi

    Una tragedia assurda!Un bimbo di 19 mesi con la febbre sarebbe dovuto rimanere a casa sotto osservazione,la febbre è sempre l’indice di qualcosa che non va !invece è stato portato a scuola ugualmente…come oramai accade spessissimo…le maestre hanno tanti bambini e per quanto attente ,non possono avere la stessa premura di una mamma.

Lascia un commento