Combattere l'osteoporosi a tavola

osteoporosi

Correre ai ripari fin da giovani per tutelare la salute delle nostre ossa e prevenire il rischio osteoporosi, che in Italia interessa 5 milioni di persone (soprattutto donne in menopausa): per farlo è indispensabile puntare sulla corretta alimentazione e su un'adeguata attività fisica. Ma come dovrebbe essere il menù di chi vuole ossa sane e forti?

Qualche consiglio viene dal Ministero della Salute che, in occasione di una campagna lanciata in concomitanza con l'Expo di Milano, ha diffuso un opuscolo dal titolo "Aiuta le tue ossa! A tavola, con attività fisica e sole".

  1. Il consiglio numero uno è sempre quello di seguire un'alimentazione ricca di calcio, il che significa portare in tavola latte e derivati, e poi frutta secca, pesce azzurro, crostacei, legumi e spremute d'arancia. Un buon apporto di calcio è contenuto anche nelle verdure verdi, seppur in una forma meno assimilabile.
  2. Proprio l'assimilazione del calcio è un altro punto su cui insistono gli esperti, ricordando di evitare alcune associazioni di cibi che tendono a non far assorbire questa preziosa sostanza o portano alla sua eliminazione attraverso l'urina. A questo proposito, da evitare è l'abbinamento dei formaggi con cibi ricchi di ossalati, come pomodori, spinaci, tè, caffè e uva.
  3. Sodio, proteine e fibre agiscono allo stesso modo, inibendo l'assorbimento del calcio: attenzione quindi al mix fra latte e derivati da un lato e insaccati, scatolame, carne e prodotti integrali dall'altro (senza per questo eliminare del tutto tali alimenti).
  4. Cartellino rosso anche per l'alcol, che interferisce negativamente con il processo di costruzione delle ossa.
  5. Un toccasana per la salute articolare è invece l'attività fisica: chi è più allenato gioca d'anticipo sulle cadute, limitando – di riflesso – il rischio di traumi alle ossa.
  6. E non dimentichiamo la vitamina D, fondamentale per rafforzare l'apparato scheletrico: per favorire lo sviluppo di questa sostanza cerchiamo di esporci al sole circa un'ora al giorno e di consumare tuorlo d'uovo e tonno.

Lascia un commento