Elena Santarelli risponde a chi critica il suo allattamento

elena-santarelli-allattamento

C’è stata una piccola polemica con l’ultima foto postata da Elena Santarelli su Instagram: ora lei racconta del fatto che per nutrire la figlia Greta alterni biberon e seno.

E allora tante fan si sono espresse (anche in maniera piuttosto critica) in merito a questa scelta, perché se si alternano le due cose c’è il rischio che a breve il latte se ne vada del tutto.

E come ha risposto Elena Santarelli?

Ecco le parole riportate su Instagram: innanzitutto ha chiesto di non puntare il dito contro di lei, perché poi le dita uno a volte le dovrebbe puntare contro se stesso. Poi aggiunge che ci possono essere casi in cui il latte non è a sufficienza, come succede a lei, e invece di dare le testate contro il muro si decide di dare il latte artificiale.

E conclude “Prima di scrivere cose oscene, fatevi due domandine e ricordatevi che siamo tutte mamme con tetta e con biberon".

276 comments

  1. Elisa Monti 19 aprile, 2016 at 13:07 Rispondi

    Io sono d’accordo con lei…io ho avuto il latte solo per pochi giorni e mi sono sentita una mamma buona a niente e purtroppo alla mia bimba ho dovuto dare il latte artificiale! Ma sta bene e cresce benissimo anche se io non ho avuto il latte!

    • Marta Distaso 19 aprile, 2016 at 13:46 Rispondi

      Stessa situazione anch’io ragazze! Non solo mi sentivo tremendamente in colpa, mi sono anche dovuta sorbire occhiatacce e critiche! Ora il mio bimbo ha un anno e sta benissimo 😃

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 14:09 Rispondi

      Perché ????? Ma siamo mamme allo stesso modo ….forse in certi casi ancora d più !! Perché se scegliamo di non allattare …è un altro conto …non condivido la scelta ma non condanno ognuna è libera d scegliere …ma se non abbiamo potuto per un motivo o per un altro …e cmq la cosa ci ha toccate ….siamo ancora più mamme!

    • Fabiola Ruggiero 19 aprile, 2016 at 15:53 Rispondi

      Ho avuto due gemelli , nati un po prima del previsto .
      Li attaccavo al seno ma non succhiavano.
      Piangevano per la fame .
      Ho provato x venti giorni…..loro dovevano dovevano crescere ed io dovevo avere la forza di accudire e da sola.
      Il latte artificiale ci ha aiutato e tantissimo.
      Non hanno avuto problemi di calcio ne altri.

  2. Caterina Madeo 19 aprile, 2016 at 13:08 Rispondi

    Ha fatto bene….molte mamme si permettono di giudicare senza sapere quali siano le vere motivazioni per cui una mamma allatta artificialmente,alcune pensano che essendo famosa lo abbia potuto fare per non rovinare il seno ma nn lo sappiamo ,io non sono famosa eppure per 3mesi ho tirato latte perchè mio figlio non si attaccava e dopo sono passata ad artificiale,forse qualcuno al mio posto avrebbe dato artificiale fin dalla nascita e non la biasimo ognuno fa come si sente,ma venire criticate o definite cattive mamme solo perchè si allatta artificialmente mi dispiace ma non lo accetto….

    • Mary Maggio-Kominis 19 aprile, 2016 at 13:29 Rispondi

      Ti capisco perfettamente, mia figlia ha passato le prime 2 settimane in TIN e doveva essere nutrita con un sondino perché non si attaccava al seno e non voleva il biberon 😔 quanti pianti…fino a 3 mesi sono riuscita anch’io a tirare il latte, ma dopo è andato via e sono passata a quello artificiale. Ma non per questo li amiamo di meno ❤️

    • Caterina Madeo 19 aprile, 2016 at 13:34 Rispondi

      Io sinceramente mi sono scoccoata di sentire parlare ste mamme che si credono le paladine del mondo ok lo hai fatto brava buon xte ma se 1 nn può ma anche se 1non vuole ma cosa ti frega

  3. Rosa Apuzzo 19 aprile, 2016 at 13:19 Rispondi

    Si perché tutte quelle mamme che allattano al seno sono migliori di quelle che danno un latte artificiale….fatevi due domande davvero non tutte possono allattare per mancanza,per problemi di salute ecc ma siamo o non siamo donne e mamme tutte allo stesso modo!!! Sono altre le cose sulle quali dovreste criticare

  4. Nancy Malerba 19 aprile, 2016 at 13:21 Rispondi

    Io ho allattato fino a quattro giorni fa il mio cucciolo a quattro mesi lo dovuto togliere per questioni di salute mia a malincuore ma cio non significa che non sia una buona madre

  5. Mariano E Andreana Musti 19 aprile, 2016 at 13:24 Rispondi

    Io so benissimo quanta sofferenza e quanta tristezza si provi nel constatare che non si ha abbastanza latte. Ci sono passata subito dopo la nascita di mia figlia e ho passato giorni di inferno, lei che era sempre nervosa e io che per ostinarmi a sentirmi la mamma perfetta mi ostinavo ad insistere…col niente!!!! Ora ha 2 mesi, cresce un kilo al mese e sta bene!!! Quindi per cortesia, finiamola con questa specie di faida tra guelfi e ghibellini, seno vs biberon, l’importante è che i nostri figli crescano sereni. Noi siamo le mamme e solo possiamo sapere ciò che è meglio per loro

  6. Ilenia De Angelis 19 aprile, 2016 at 13:25 Rispondi

    Infatti non è che se si passa al biberon si è meno mamme. Certo allattare è un momento bellissimo quando poi non è possibile non è che non si è più mamme. Non è sempre come ci aspettiamo o come vorremmo

  7. Lara Gilardi 19 aprile, 2016 at 13:28 Rispondi

    Siamo tutte mamme allo stesso modo ma il messaggio che passa che è sbagliato…tutte possono allattare perché la natura ci ha donato questa possibilità…e ripeto TUTTE POSSIAMO..poi ci sono mille motivi per cui non si va avanti e va bene ma non dite il latte non c’è perché c’è sempre se si attacca il bambino

    • Cristina Capodacqua 19 aprile, 2016 at 13:38 Rispondi

      Il fatto è che allattare è faticoso…diciamolo pure…i bimbi stanno attaccati tutto il giorno i primi tempi…e poi crescono e continuano a ciucciare e ciucciare…e le donne “in carriera” non possono stare tutto quel tempo appresso ai bimbi….la cruda verità è questa. Poi la scusa è che non avevano abbastanza latte. Certo se pensi di attaccarlo quando e come vuoi,magari 3-4 volte al giorno,la notte pretendi pure che ti dorme 6 ore di fila…. Altra storia per chi ha problemi seri (medicinali,bimbi che non tirano,mastiti…per carità), ma queste dello spettacolo guarda caso non allattano mai….chissà

    • Anna Bonato 19 aprile, 2016 at 13:42 Rispondi

      Non nel mio caso . La bimba mangiava di più di quello che producevo ed era sempre attaccata credimi !!!! Sono stata seguita molto anche in ospedale alla fine sono passata all artificiale non si può stare sempre con le tette di fuori e non per questo sono una cattiva mamma …

    • Lara Gilardi 19 aprile, 2016 at 14:01 Rispondi

      Sul tiralatte è vero non si può stare a tirare a vita…la suzione è diversa…ci sono donne che hanno allattato anni ma che con il tiralatte non riescono a fare una goccia!! Sui problemi di salute niente da dire…sul fatto che non si possa stare con le tette fuori tutto il giorno è una cavolata..invece si è normale che si così…il latte lo hanno tutte e non sono più fortunate quelle che allattano…

    • Silvia Dotta 19 aprile, 2016 at 14:02 Rispondi

      Anche per me Sofia luna e stato così .mia figlia in incubatrice ,io con il tiralatte in ospedale due settimane ,ma più un dito dopo mezz’ora per seno al tiralatte . Allattamento artificiale scelto per necessità dal pediatra e me.ora Anita a due anni e mezzo e corre salta gioca e sta bene e si ammala come tutti gli altri bambini.e poi… non crediate che il latte artificiale sia una passeggiata.quando è stata spezzata a casa abbiamo fatto i salti di gioia:finalmente mangiava ciò che mangiavamo noi e non si doveva più uscire con latte in polvere ,termos dell’acqua calda ,biberon e borsa termica

    • Valentina Siega 19 aprile, 2016 at 14:05 Rispondi

      Non è così! Io con il tiralatte riuscivo in 3 quarti d’ora a raggiungere si e no i 30 grammi…i miei bambini si addormentavano esausti perché non ciucciavano praticamente niente non perché erano sazi! Con il secondo bimbo che è nato di 35 settimane ho dovuto dare l aggiunta già dall ospedale xche si doveva essere certi che assumesse la quantità i latte necessaria.prima lo attaccavo al seno ed essendo così piccolo si stancava subito e l aggiunta non la prendeva più e vi assicuro che non era un bene perché non cresceva! Cerchiamo di non generalizzare sempre con questo argomento dell allattamento ci saranno anche questioni di comodo ma non è sempre così!

    • Alessia Cardiero 19 aprile, 2016 at 14:18 Rispondi

      Prolattina vi dice qualcosa? È l’ormone alla base dell’allattamento…. Se i valori sono troppo bassi, potete attaccare il bambino quanto volete ma latte non ce ne sarà! Altrimenti non si spiegherebbero mamme con tanto latte ma con bambini inappetenti che non si attaccano! Quindi smettetela con queste storie, si è madri allo stesso modo, ognuna con le sue difficoltà!

    • Antonella Bargna 19 aprile, 2016 at 14:20 Rispondi

      Io sono d’accordo con il Tutte!!! La mia si attaccava così poco e così piano che dopo 1 mese non avevo più latte, quindi x forza artificiale e x fortuna che l hanno inventato!!
      Ps…. La mia cucciola è nata prematura, quindi piccolina e con poca forza x tirarsi il latte…

    • Cristina Capodacqua 19 aprile, 2016 at 14:21 Rispondi

      condivido a pieno Lara Gilardi ,il mio bimbo ha 10 mesi, mangia di tutto eppure ancora ciuccia al seno che è una meraviglia….ma col tiralatte proprio niente,non mi usciva niente…mentre appena attaccavo lui iniziava a grondare anche l’altra tetta!!!! Le mamme che NON RIESCONO ad allattare non dovrebbero MAI sentirsi inferiori e non DOVREBBERO MAI CERCARE GIUSTIFICAZIONI…. ma diciamola tutta…ci sono mamme che non allattano al seno per comodità (con il latte artificiale ti fanno 3-4 ore tra una poppata e l’altra…mio figlio si attaccava ogni ora!!!!!) perchè devono tornare a lavoro o perchè lavorando col il corpo devono tornare subito perfette, e se allatti non ce la fai. Questa è la verità e non va nascosta dietro la solita scusa non ne avevo abbastanza…

    • Isy Capone 19 aprile, 2016 at 14:22 Rispondi

      Stronzate… Io ho attaccato i miei figli fino allo strazio di tutti, andavo ogni giorno in reparto x farmi aiutare da ostetriche. Questo per tre mesi. Ho fatto di tutto. Il latte è sceso abbastanza bene per venti giorni, poi più niente. Non tutte hanno il latte.
      Senza contare i casi di chi ha problematiche ormonali o patologie da curare e quindi non riescono ad allattare. Il messaggio sbagliato lo fa passare chi generalizza e si erige a giudice supremo.

    • Lisa Bilucaglia 19 aprile, 2016 at 14:31 Rispondi

      E se ad una donna non le interessa per niente avere latte oppure no? È un problema?Non siamo mucche,siamo donne e abbiamo il dovere diritto di allattare i nostri figli come più ci piace!!!!

    • Lisa Bilucaglia 19 aprile, 2016 at 14:38 Rispondi

      Marilena Zappalà,è l’ora di diventare donne a 360 gradi,basta doversi giustificare se allattiamo al seno oppure no,basta con il falso mito che il latte artificiale non protegge i bambini dalle malattie,ti assicuro che non è vero!!!!!!

  8. Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 13:43 Rispondi

    Sento sempre queste discussioni di mamme che insultano altre mamme perché non allattano. Non ne ho mai conosciuta nessuna. Secondo me si tende a travisare qualche consiglio … ma capisco che se è non richiesto dà fastidio. Cmq proporre di rivolgersi ad una consulente della Leche Ligue o ad un’ostetrica competente per salvare un allattamento non è dire che sei un mostro incapace eh … va presa alla stessa stregua di chi invece ti dice “che stai aspettando a comprare latte e biberon”.

  9. Francesca Meoli 19 aprile, 2016 at 13:48 Rispondi

    …dopo un mese di allattamento esclusivo al seno (perche il latte ti scenderà,insisti, continuavano a ripetermi) la mia bambina (nata di 4.420 kg) pesava 4.200…. e le lacrime, e il dolore per non essere all’altezza (così mi facevano sentire) le ho dovute vivere e vincere io, non tutti questi sedicenti esperti di allattamento. il latte non c’è sempre, mi dispiace, e chi deve allattare con l’artificiale non è di certo meno mamma!!!!

    • Sabrina Preite 19 aprile, 2016 at 15:47 Rispondi

      Giustooo. …io mi ero esaurita. ..perché insiste vano che c è l avevo e la mia piccola piangeva inconsolabilmente…poverina….quelle maledette ostetriche volevano a tutti i costi che tirasse. …la mia bimba invece piangeva..perché. non usciva nulla!!! 😠

    • Valeria Nicole 19 aprile, 2016 at 20:40 Rispondi

      Giusto pensa che mia figlia è nata 2830 e in 3 giorni ha fatto un enorme calo arrivando a 2510 in un mese ha messo solo 100g e la pediatra era preoccupatissima…alla fine mi ha detto di iniziare l’artificiale ma io non volevo e le dicevo che magari il latte sarebbe arrivato,perché così dicono tutti, ma nulla e mia figlia piangeva e perdeva peso….evviva il latte artificiale e il biberon che hanno salvato la vita a mia figlia

    • Valeria Nicole 19 aprile, 2016 at 20:40 Rispondi

      Giusto pensa che mia figlia è nata 2830 e in 3 giorni ha fatto un enorme calo arrivando a 2510 in un mese ha messo solo 100g e la pediatra era preoccupatissima…alla fine mi ha detto di iniziare l’artificiale ma io non volevo e le dicevo che magari il latte sarebbe arrivato,perché così dicono tutti, ma nulla e mia figlia piangeva e perdeva peso….evviva il latte artificiale e il biberon che hanno salvato la vita a mia figlia

    • Elisa Bradshaw Sinuello 20 aprile, 2016 at 00:44 Rispondi

      Esatto… Ho fatto due mesi di allattamento esclusivo, mio figlio cresceva come un vitellino ma vomitava come l’esorcista. Io non sono stata seguita a dovere al nido e da subito ho avuto le ragadi. Dolori da urlo, piangevo e avevo la pelle d’oca. Ogni volta che arrivava il momento della poppata era una tragedia e lui mangiava per tre. Le ragadi guarivano e dopo 3 giorni tornavano peggio di prima perché lui era come se si dimenticasse come attaccarsi. Ho speso una vagonata di soldi per curare le maledette ragadi, le ho provate tutte. Ho resistito e lo avrei fatto ancora, ho provato mille posizioni, anche se ormai allattare era un incubo e deleterio per entrambi. Inoltre mio figlio ha avuto da quando aveva 11 giorni episodi di vomito importanti e dopo la poppata vomitava anche le budella e poi urlava perché aveva di nuovo fame. Io lo riattaccavo ma non avevo subito il latte disponibile e dovevo dargli il biberon perché diventava viola a forza di piangere… E piangevo pure io anche per quello. Ho dovuto fare un cesareo d’urgenza e quindi il mio parto è stato traumatico, non sono stata seguita bene al nido e quindi il mio allattamento è partito male. Abbiamo avuto solo 20 giorni dove tutto sembrava andare bene poi sono ripresi o vomiti tipo esorcista e di nuovo ricoverati una settimana, di nuovo ragadi perché tirava a vuoto e si incazzaca, di nuovo biberon. Ho fatto un mese di tiralatte, poi chiaramente è andato via perché tirando così non era efficace. È stato il mio compagno, dopo avermi visto arrivare sull’orlo della depressione, a impormi di smettere e io a malincuore l’ho fatto per il bene mio e di mio figlio. Una madre depressa è peggio di un biberon. Ho pianto tutte le lacrime che avevo ma ora sto meglio.

  10. Gine Vra 19 aprile, 2016 at 13:50 Rispondi

    Che tedio con questo allattamento!! La maggior parte di quelle che possono allattare si sentono nella posizione e nel dovere di poter puntare il dito e criticare chi non lo fa. Siete una banda di donne fanatiche, cattive ed esaurite, siete paragonabili ai vegani scassacazzi estremisti.
    Avete davvero rotto!!!!!

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 14:22 Rispondi

      Ci sono persone che non allattato perché sono state meno fortunate …perché non abbiamo.avuto nessuna centrale del latte poiché i bimbi ci sono stati tolti appena nati perché in terapia intensiva e i genitori potevano vederli se andata bene mattina e sera ….e queste mamme non dormivano la notte ne il giorno per poter tirare il più latte possibile per portarlo alla loro creatura …. paura …ansia …dispiacere d tornare a casa e non con il proprio bimbo/a…. beh oltre ad attaccare sempre il bimbo per produrre più latte…( teoricamente dovrebbe essere così …in pratica per me non lo è stato) si deve tenere conto Dell umore di una madre…della tranquillità d una madre…. I dispiaceri le ansie non sempre aiutano a mantenere il latte….aggiungiamoci poi che non si ha la possibilità in certi casi d tenere il bimbo attaccato a richiesta …..e ciao latte…..di certo non lo scegliamo noi ….se gli eventi non sono stati a nostro favore….e se per scelta si sceglie di non allattare o si rinuncia per un milione d motivazioni saranno pure fatti propri…. pazienza con il latte artificiale non è mai morto nessuno ….io in primis cresciuta col latte artificiale. …non ho mai avuto niente nella mia vita…se non un influenza ogni tanto. ..e zero allergie !!! Quindi quando leggo d mamme che dicono che molte sono fanatiche Dell allattamento …hanno proprio ragione ….perché non eravate così a quest ora se non avreste potuto…… quindi finiamola ….

    • Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 14:32 Rispondi

      Non travisate le mie parole, a me non interessa chi allatta e chi no. Io allatto da 4 anni tra un figlio e l’altro (ho sospeso solo i nove mesi della gravidanza) , ovviamente ho una mia opinione sull’argomento, ma non per questo merito di essere insultata, vi pare? Io non mi sono mai permessa di offendere nessuna né in questa sede né altrove.

    • Li Bre 19 aprile, 2016 at 14:49 Rispondi

      Io invece sono criticatissima x il fatto che allatto al seno da quasi 33 mesi…..Ragazze….non vi è alcun dubbio sul fatto che siamo tutte mamme ed allo stesso tempo ci occupiamo dei nostri piccini, come possiamo….è una cosa meravigliosa essere mamma, con o senza biberon!! :-)

    • Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 14:54 Rispondi

      Infatti Li Bre … a me chiunque mi diceva (e mi dice col secondo figlio) di smettere snocciolando una serie di luoghi comuni. Anche in quel caso devi starti zitta perché se provi ad apportare argomentazioni contrarie (scientifiche oltretutto) passi cmq per fanatica! È una questione di scelte e basta, tutto il resto è noia.

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 15:00 Rispondi

      Almeno io non insulto nessuno sto solo dicendo che tutte siamo mamme e tutte hanno scelto la cosa migliore per i propri figli. …e in certo casi la cosa migliore è il biberon …di certo la maggior parte credo si saranno consultate con un dottore cmq qualcuno che ne sa più di loro in merito….e vero si che ogni mamma è il “primo medico “per il proprio figlio. …però ricordiamoci che il Pediatra un buon pediatra ne sa più di noi…..chi poi inizi ad insultare scusami sarà visto pure come maleducazione ….ma non credi che una mamma che desiderava allattare più d se stessa il proprio foglio e che per vari motivi non ha potuto ….(specie poi quando non esce una goccia! ) non credi che gli prendano un attimino i 5 minuti d rabbia …poiché lei non ha potuto per motivi ….e poi arrivano le mamme tetta …che hanno potuto allattare poiché latte disponibile ….che danno consigli …risaputi. …non riuscendo a capire cosa significa con poter seguire certi consiglii e quindi non poter allattare ??? Non Lo Sì Può Capire Perché Non Si E passati….. ma care mamme tetta….credetemi è brutto non poterlo fare……non continuate con i vostri discorsi per bene ….affermando che è la cosa di vitale importanza ….che non c’è nulla meglio Del latte materno ….e che dobbiamo insistere bla bla bla….Lo sappiamoooo! !!! Ma non siamo state così fortunate !!!!! Complimenti a voi….c fa piacere !! Quindi non lamentatevi se qualcuna poi vi manda a quel paese ……ve lo cercate! Un giorno magari capirete !!!!! Solo quando accadrà anche a voi…oh…sono cose che possono capitare ….non ve lo.auguro però …perché fa veramente male ! Eh si ad una vera madre fa male non poter allattare il proprio figli o….ma allo stesso siamo felici quando troviamo la soluzione migliore per lui e per noi

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 15:07 Rispondi

      Siamo “mamme” e stiamo tutte un po “esaurite”…..credo che questo commento lo si può Prendere come una specie d complimento….non c’è una mamma che non ho un pochino ” esaurita “….eh si dai sti bimbi ci fanno impazzire ci fanno esaurire ….ma fa parte di essere madri….sono la nostra vita …..allora si ….stiamo un po esaurite !!!!!!! E paradossalmente il calmante per eccellenza sono proprio loro i nostri Figli! !!!

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 15:13 Rispondi

      Un altra cosa…..credi che siamo delle egoiste perché non abbiano potuto allattare …..? Credi che queste egoiste non abbiano fatto nulla in merito ???? Se riesci a riflettere un po prima di rispondere a queste domande …e dare delle risposte giuste non solo dal tuo punto d vista …ma mettendoti anche per un attimino nei panni di chi non ha potuto .. allora il tuo commento avrebbe un senso ..ma se non sai metterti nei panni di chi avrebbe voluto ma non ha potuto …..scusami ma non dare allora Dell “egoista “ad altri ..Ma in quel caso dovresti darlo solo a te stessa ! @Angela Vale Masciulli

    • Paola Terracciano 19 aprile, 2016 at 16:42 Rispondi

      Mettiamola così… chi non allatta non è egoista ma chi allatta non è fanatica cattiva ed esaurita. No è bello sentirsi dire né l’una ma nemmeno l’altra cosa.
      Personalmente mi ritengo molto fortunata ma non perché ho allattato e sto allattando ancora… semplicemente perché prima di diventare mamma ho avuto appunto la FORTUNA ( e solo per questo posso dirmi fortunata) di confrontarmi con una mamma che mi ha riempito di informazioni e indirizzata verso una consulente senza la quale molto probabilmente a quest’ora il mio allattamento sarebbe fallito. I pediatri sono medici ma, salvando la pece di pochi, non sono formati sulla fisiologia dell’allattamento. Ho sentito cose assurde da amiche che hanno “perso” il latte a causa di consigli sbagliati o meglio “prescrizioni” mediche sulle modalità e i tempi di allattamento.
      E il mio allattamento non è cominciato nel migliore dei modi… visto che a seguito di un taglio cesareo di urgenza ho avuto complicanze e ero sotto terapia non compatibile quindi non ho potuto farlo per tutta la settimana di degenza in ospedale.
      non mi sento di giudicare chi per scelta o meno usa il biberon. Ma mi infastidisce molto chi punta il dito contro chi in un modo o in un altro ha intrapreso questo percorso e vuole continuare fino a che il bimbo ne ha voglia. Perché se è sbagliato attaccarr chi da il latte artificiale è sbagliato anche deridere, criticare o accusare una mamma che decide di allattare a termine.

    • Roberta Burrini 19 aprile, 2016 at 17:30 Rispondi

      Marilena Zappalà qui non c’è molto da dire…se una mamma non ha abbastanza latte darà il biberon. Punto. Non vedo cosa ci sia di male…già si sentono tristi per il fatto di non poter allattare e in più si devono sorbire gente che punta il dito? Ma stiamo scherzando?!?

    • Emma Guiducci 19 aprile, 2016 at 17:40 Rispondi

      Io tutta sta tristezza nel non potere allattare non l’ho avuta. Al 4 mese….. benedetto biberon e felicità del mio bimbo. Vi consiglio di iniziare a rispettare i diversi….. cosi sarete delle brave mamme. Altrimenti potete dare la tetta fino a 18 anni ma i vostri figli saranno vipere come voi!

    • Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 17:55 Rispondi

      Roberta Burrini ma nei miei commenti quando esattamente ti è sembrato che stessi puntando il dito? Ho parlato di scelte personali , qual è il problema? Tra tutte le cose le leggo io sono stata la più gentile …

  11. Daniela Matta 19 aprile, 2016 at 13:51 Rispondi

    E soprattutto basta dire che non si ha molto latte perché se dice sono una show girl e le tette mi servono per lavorare è sbagliato ma se dico che ho poco latte è tutto ok. Sarebbe utile dire ma sai quanto me ne frega di come si nutre il figlio della Santarelli il fatto è che dovrebbe essere legittimo anche non allattare per scelta.

  12. Elvira Perghem 19 aprile, 2016 at 13:59 Rispondi

    Ma cosa ne sanno quelle a cui sgorga latte a fiumi dai seni? 😒😒😒😒😒che ne sanno cosa vuol dire quando attacchi il piccolo e “ciuccia ciuccia” ma nulla esce … Areare la bocca è bello.

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 14:31 Rispondi

      Mia figlia ciucciava e alla fine non prendeva neanche un grammo oltre al calo fisiologico ha poi perso peso ulteriore perché non si sa cosa ciucciava. ….. da premettere che era stata una settimana in Tin. ..e le hanno dato biberon e quando andavo il biberon con il mio latte (quel po che c era) una volta a casa ho provato ad attaccarla. Un sue settimane ha perso peso….la pediatra ha detto che non poteva continuare così ……quindi via al latte artificiale …..oggi ha un anno e 2 mesi ..pesa 10 kg e alta 76 e mezzo …vispa …iperattiva. intelligente ….stupenda !

    • Elvira Perghem 19 aprile, 2016 at 14:33 Rispondi

      Siamo sulla stessa barca Silvia Mian!!! A sentire le ostetriche sarei dovuta stare h 24 con la figlia attaccata al seno …. Ma per L amor di dio.. Si prova .. Dopo di che basta biberon e la bambina mangia sta bene e cresce . Siamo serene noi e i piccoli

    • Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 14:39 Rispondi

      Ero esaurita perché lei si attaccava ma piangeva non s addormentava mai dopo la poppata al seno …e certo non prendeva niente ….e quindi tiravo tiravo …e latte sempre meno. …che doveva fare con 20ml? ???

    • Francesca Borsari 19 aprile, 2016 at 14:55 Rispondi

      Anche la mia mangiava e nn ne voleva sapere di dormire,né di giorno né di notte,piano piano sono passata solo all’artificiale,con sensi di colpa tuttora,però almeno adesso mangia e cresce più di prima e dorme…

  13. Silvia Mian 19 aprile, 2016 at 14:05 Rispondi

    Non perché è una show girl dovrebbe avere latte in abbondanza ….nel senso sono come noi non sono aliene ….e se capita e Tante D Noi Che Per Un Motivo O Per Un Altro Non Possiamo Allattare O Il Nostro Latte Va Via. …be può succedere benissimo anche a loro ……non credo siano tutte con una scusa ….

  14. Marina Mazzarella 19 aprile, 2016 at 14:06 Rispondi

    Nn esiste una mamma che ha poco latte per il proprio cucciolo, piuttosto si fa prima a usare il biberon . ognuno è libero di fare come meglio crede ma sfatiamo vi prego questa scusa del nn ho latte..nn ne ho abbastanza! Saremmo tutti estinti se i nostri avi avessero detto cosi.

    • Michela Ielo 19 aprile, 2016 at 14:48 Rispondi

      Rarissimo. Tanto che, nei decenni precedenti al latte artificiale, i neonati le cui madri non avevano latte, o morivano oppure venivano alimentati dalla balia o a latte di capra. Non inventiamo baggianate. Mai sentito parlare di prolattina? Ignoranti… e cattive.

    • Francesca Meoli 19 aprile, 2016 at 15:02 Rispondi

      Guardi, s.ra Marina Mazzarella, si fa prima sicuramente, come dice lei, ma mi creda che purtroppo è pieno il mondo di mamme come me che avrebbero voluto nutrire i loro bambini e che non ci sono riuscite…. e le assicuro che il senso di “inadeguatezza” mi perseguita ancora oggi che mia figlia ha 3 anni. Ogni persona è libera di pensare ciò che vuole, ma stiamo attenti a non ferire nessuno esponendo il nostro pensiero.

    • Manuela Goldoni 19 aprile, 2016 at 15:38 Rispondi

      E invece esistono eccome mamme con poco latte. ..e altre con molto latte i primi mesi e poi sempre meno….altre che ne hanno poco all’inizio e poi insistendo aumenta…non c’è una sola verità da che mondo è mondo…la cosa importante è il rapporto serenità mamma-bimbo. ..il resto solo chiacchiere a mio avviso e con il rispetto dovuto a tutte le infinite esperienze delle mamme

  15. Agnese Nene Baldacchini 19 aprile, 2016 at 14:10 Rispondi

    Che imbecilli… Stessa identica cosa è successa a me. Tenevo attaccata la bambina solo Per farla arrabbiare ancora più?!? Se non ce l hai il latte non ce l hai. E non me ne faccio un problema!! A 4 mesi è quasi 7 kg, male direi proprio che non sta!!!

  16. Alessia Badio 19 aprile, 2016 at 14:18 Rispondi

    Non tutte (purtroppo )hanno la fortuna di avere latte a sufficienza x sfamare il piccolo…anche io ne avevo poco…ho dato la giunta e poi dopo solo due mesi esclusivamente latte artificiale perché io non ne avevo più …ci piangevo giorno e notte e ho provato di tutto x far scendere il latte dal fieno greco alle pezze calde…allattare è una cosa bellissima ma non meno bella e meno magica facendolo con un biberon in mano!! Ritenetevi fortunate e vi invito a donarlo se vi avanza!!

  17. Angy Vitale 19 aprile, 2016 at 14:21 Rispondi

    Sono una mamma che di latte ne ha avuto solo per pochi giorni… Grazie a Dio esiste il latte artificiale! La mia bimba mi guarda lo stesso con gli occhi dell’AMORE! ♥️

  18. Valentina Capanna 19 aprile, 2016 at 14:23 Rispondi

    Mi dispiace non la penso così ! Ho partorito 18 mesi fa, sono uscita dall ospedale con il biberon perché mia figlia non voleva il seno e andando avanti nei giorni il latte era diminuito ,ma non la mia voglia di allattarla! Così ho chiamato un ostetrica ci siamo messe d impegno per un po’ …. Risultato : mia figlia ancora l allatto! Certo si è stato faticoso . Per cui mia cara Elena non è come dici tu.

    • Tiziana Rodilosso 19 aprile, 2016 at 14:41 Rispondi

      Io ho fatto la stessa cosa tua, solo non sono uscita col biberon e dopo 2gg era bianco e aveva perso 1 kg, ha rischiato il ricovero, subito latte artificiale e subito ostetrica a casa, 4 ore insieme, 100 euro spesi di festivo, massaggi, spremiture, pezze calde, bimbo provato ad attaccare ad oltranza, nemmeno lei ci è riuscita.. Ho provato col tiralatte, ogni 3 ore, me ne usciva solo 10 ml dopo 40 minuti a botta!! Io sono la prova che ci sono donne senza latte!

    • Valentina Capanna 19 aprile, 2016 at 14:50 Rispondi

      Pensa Mia e’ del 22 ottobre …. Ricordo che era dicembre quando si è attaccata,nel frattempo ho provato con tiralatte a stimolare ,tutti i giorni mi tiravo fuori i capezzolo con la siringa…. Insomma una sofferenza vera

    • Manuela Goldoni 19 aprile, 2016 at 15:28 Rispondi

      Si ma non siamo tutte uguali…e ogni situazione è a sé. ..non è giusto colpevolizzare chi non ha latte a sufficienza…a volte insistere paga ma altre volte no…conosco tante situazioni tutte diverse…non c’è una verità assoluta…e la cosa principale è il meglio che si puo fare nel rapporto serenità mamma-bimbo….

    • Michela Campagna 19 aprile, 2016 at 15:53 Rispondi

      IL TIRALATTE NON E’ COME LA SUZIONE DEL BAMBINO E SE NON ESCE LATTE NON VUOL DIRE CHE NON CE L HAI… io sono proprio una mucca ma col tiralatte me ne esce pochissimo ma se invece attacco il bambino da un seno e mi tiro dall’ altra arriva la montata. a volte ci sono solo cattive informazione come quelle dei pediatri che non seguono gli aggiornamenti

    • Aurora Ferrari 19 aprile, 2016 at 18:34 Rispondi

      Non volere il latte e non averne è molto diverso. Nel primo caso puoi insistere e riuscire a farla attaccare e nel secondo caso non te lo puoi far venire….io non ne avevo proprio e sinceramente nessuno si è permesso di criticare….ci mancava solo quella…ognuna fa ciò che può ragazze!!

  19. Alessandra Cattaneo 19 aprile, 2016 at 14:26 Rispondi

    Io è da quando è nato quasi 4 mesi fa che alterno seno e biberon…I primi giorni non aveva energia per suchiare perché sotto antibiotico poi ho provato a fare esclusivamente il seno quando tornati a casa ma in pochi giorni il suo peso era calato di molto e dava i primi segni di disidratazione…mi sono spaventata e non ho insistito…ho continuato a dare l’aggiunta nonostante mi venisse da piangere ogni volta che preparavo il biberon. ..si perché promuovere l allattamento al seno è una cosa giustissima ma a volte è veramente esagerato…non perché una mamma non riesce a portare a termine un allattamento esclusivo deve sentirsi meno mamma….

  20. Carmen Grasso 19 aprile, 2016 at 14:27 Rispondi

    Scusate ma non sono cavolate ad avere poco latte. Io sia del primo che del secondo ho preso integratori quando la richiedevano ero sempre pronta ma nulla ho dovuto fare allattamento misto, al quinto mese è andavo via da solo per mia disperazione!

  21. Ilaria Proietti 19 aprile, 2016 at 14:30 Rispondi

    Non si è meno mamme è vero!! È soprattutto Nn si dovrebbe mai giudicare ..
    Ma il latte c’è sempre, se si insiste ( certo è dura, durissima!) c’è sempre! Io stavo X mollare.. Ma X fortuna Nn l’ho fatto!

  22. Letizia Giardina 19 aprile, 2016 at 14:31 Rispondi

    Allattare non è facile è una questione mentale, e se una non si sente di farlo non c’è nessuno vergogna, ho allattato mia figlia x 15 mesi 6 di allattamento esclusivo senza biberon tiralatte ecc… Onestamente… Non so se lo rifarei e non critico chi lo fa o no!!!!!

  23. Valentina Procacci 19 aprile, 2016 at 14:44 Rispondi

    Ma che noia questa storia di mamme di serie A e mamme di serie B: iniziate ad insegnare L UGUAGLIANZA ai vostrI figli anche da questo, e là si che sarete Mamme con la M maiuscola, perché come sempre ciò che conta è l’ amore non il mezzo con cui lo fate.

  24. Elysa Frusone 19 aprile, 2016 at 14:56 Rispondi

    Basta con questa storia che tutte hanno il latte! La prima notte a casa con la mia piccola è stata un incubo: lei non si sfamava col mio latte e, dopo essere stata attaccata al seno per ore, piangeva come se qualcuno la stesse ammazzando! Mio marito è corso alle 4 di notte a cercare una farmacia aperta x comprare il latte artificiale. Appena bevuto questo biberon era in estasi povera stella. Purtroppo nessuno mi aveva detto che il latte poteva non arrivare pur lei ciucciando a dovere, e non avevo in casa il latte artificiale…. non immaginate i pianti che mi sono fatta… mi sentivo in colpa per averle fatto soffrire la fame :-(

  25. Angela Vale Masciulli 19 aprile, 2016 at 14:57 Rispondi

    Esattamente, il latte esce sempre anche gocce , ma c’è sempre.
    Le donne dello spettacolo, non vogliono rivunarsi il seno con l’allattamento.
    Io ho allattato il primo e secondo figlio.
    Latte a goccettine.
    Il seno è diventato comunque uno straccio.
    Loro la sanno lunga e non la sanno raccontare.

    • Giulia Ligas 19 aprile, 2016 at 16:31 Rispondi

      Ma scusa, ma il fatto che una persona non voglia allattare indipendentemente dal motivo, fosse questo anche estetico, a voi tutte cosa comporta? Non capisco questo accanirsi contro qualcuno, vi fa sentire madri migliori? Vi sentite super mamme così? Spero non sia così, ma sembra

    • Giulia Ligas 20 aprile, 2016 at 06:50 Rispondi

      Angela Vale Masciulli è meglio una madre serena che una poppata in più credimi. Se l’allattamento non viene fatto con serenità si riflette sul bimbo. Io allatto, e qualche volta do l’aggiunta ma non mi sento più, o meno brava di altre, ho fatto questa scelta, chi ha deciso, o dovuto fare il contrario avrà scelto in base a quello che ritiene meglio per i propri figli e per se. Allattare non ti rende ne migliore ne peggiore, puntare il dito e ritenersi più brave invece, secondo me, non ti rende una buona mamma, perché stai già insegnando a tuo figlio/a a giudicare qualcun’altro

  26. Rita Rossini 19 aprile, 2016 at 15:01 Rispondi

    Io sono mamma di una bimba di 5 mesi e dal secondo mese le do l’integrazione, ho fatto di tutto per continuare ad allattare, brodaglie zuppe integratori , niente più. Però sono soddisfatta ugualmente perché almeno tre poppate le prende da me , se mi fossi arresa prima sicuramente anch’io nn ne avrei avuto più. Se veramente vuoi allattare in qualche modo ci riesci

  27. Ilaria Nappino 19 aprile, 2016 at 15:04 Rispondi

    Io ho usato il tiralatte xke i miei erano in Tin..ma più di 30 gr non sn riuscita a fare..mano mano è scomparso anke quello. Non è detto ke hai sempre abbastanza latte, può non bastare ma nel mio caso non avevo i bimbi.

  28. Teresa Mannello 19 aprile, 2016 at 15:09 Rispondi

    Noooo ma come il l.a.?!?? 😳😳😳 aveva fatto tanto al “splendida” con i “super poteri” e poi…..solo il giorno dopo………..Bha! Elena consiglio: Meno Social Più Vita Vera…

  29. Valentina Proietti 19 aprile, 2016 at 15:12 Rispondi

    Io avrei voluto allattare di più ma quando ti tiri il latte e ti esce pochissimo nonostante tuo figlio sia attaccato 10 volte al giorno che dovevo fare? Quando sono andata dal pediatra e pesandolo invece di crescere perdeva peso che facevo? L ho avuto il latte x 3 mesi poco ma ce l avevo ad un certo punto è diminuito e davanti a tuo figlio che non cresce benedetto sia l artificiale…

  30. Bernardoni Simona 19 aprile, 2016 at 15:53 Rispondi

    Durante il ricovero post-parto le neomamme dovrebbero avere più supporto,informazione e preparazione riguardo l’allattamento e tutte le sue possibili complicazioni!Invece le grandi multinazionali che producono il latte artificiale riempiono di regali i medici(come è stato dimostrato da numerose inchieste!)e questi spingono a dimettere mamme e piccoli con la fatidica “aggiunta”….il latte artificiale dovrebbe essere utilizzato solo in quei tragici casi in cui la mamma ha problemi di salute,i neonati sono stati ricoverati in TIN,ecc…
    Non me ne frega niente di giudicare altre mamme,anzi,ma mi spiace che alcune abbiano sofferto,sentendo di perdere un contatto importante con i loro piccoli,solo perché un pediatra voleva un I-Pad!!Questo si mi fa schifo!
    Mamme aiutiamoci,non accusiamoci a vicenda!Siamo tutte brave a modo nostro e con i nostri difetti!

  31. Daniela Zambolin 19 aprile, 2016 at 15:57 Rispondi

    Quando è nata la mia piccola il latte lo avevo e tanto purtroppo lei non ne ha voluto sapere, provavo ad attaccarla ma niente stavo male io e stava male lei.. le ho provate tutte finchè la mia dottoressa e il pediatra non hanno detto basta e sono passata al latte artificiale. Sono stata male er un pò ero delusa ed abbattuta anche perchè nella mia famiglia hanno tutte allattato al seno… la tristezza è poi svanita quando ho visto che la mia bimba ha iniziato a crescere bene, sana e felice… i discorsi di certe mamme sull’allattamento sono paragonabili a quelli sul parto cesareo. Non siamo mamme di serie B siamo tutte uguali… indipendentemente dal tipo di allattamento o parto … :)

    • Giulia Ligas 19 aprile, 2016 at 16:27 Rispondi

      Giusto io ho partorito col cesareo e allatto, ma non credo di essere più o meno mamma di altre, sto cercando, con l’aiuto del mio piccolo di essere una buona mamma e di crescere un bimbo sereno e felice, come io ritengo meglio per entrambi. Vorrei dire che è meglio una biberon di artificiale se questo porta alla serenità Della mamma che poi si riflette sul bimbo.

  32. Michela Campagna 19 aprile, 2016 at 15:58 Rispondi

    LA PRODUZIONE DI LATTE E’ DOVUTA DA UN ORMONE CHE ABBIAMO NOI DONNE quindi e’ impossibile non averlo (a parte in casi gravi di una donna)E DALLA SUZIONE CORRETTA DI UN NEONATO.. cmq siamo tutte brave mamme con tetta/biberon e vaccini e non… MA CHISSA PERCHE MOLTE NON SONO STATE AIUTATE COME SI DEVE QUANDO HANNO PARTORITO questo e’ un problema di dottori e ostetriche

    • Valeria Nicole 19 aprile, 2016 at 20:20 Rispondi

      Non è vero michela anche io pensavo questo ma mi sono dovuta ricredere..mia figlia si attaccava benissimo,giusto i primi 3 giorni non ci riuscivo per via del cesareo le flebo ecc,e pure per un mese mi è quasi morta di fame e non premdeva peso perché io non avevo latte…con la pediatra abbiamo deciso di passare all’artificiale,non sai quanto ho pianto,io non volevo farmene una ragione e l’attaccavo lo stesso anche tutto il giorno ma alla fine prendeva la tetta come ciuccio per dormire e quando aveva fame erano pianti….quindi non è una cosa di medici…se una non produce latte non lo fa e basta

    • Adriana Pinna 19 aprile, 2016 at 20:28 Rispondi

      Solo l 1% di donne al mondo nn procude latte x un grave problema di dotti mammari. Se hai prodotto la montata , il latte c era … forse piangeva ck avevi il getto del latte forte e questo fa innervosire i neonati. Bisogna informarsi, perche ci sn tante cose anche durante l allattamento.. anche il mio piangeva eppure allattavo da sdraiata e il getto forte riusciva a gestirlo…. il cesareo nn cambia nulla… il latte c e…

    • Michela Campagna 19 aprile, 2016 at 20:39 Rispondi

      anche chi fa cesareo produce latte, l importanza e’ attaccare il bambino sin da quando nasce per attivare la produzione, la genetica non ha dubbi,se il nostro corpo ha questo ormone perche dire bugie

    • Michela Campagna 19 aprile, 2016 at 20:39 Rispondi

      anche chi fa cesareo produce latte, l importanza e’ attaccare il bambino sin da quando nasce per attivare la produzione, la genetica non ha dubbi,se il nostro corpo ha questo ormone perche dire bugie

    • Valeria Nicole 19 aprile, 2016 at 20:47 Rispondi

      No no ma che montata non mi è mai venuta..per quanto riguarda il cesareo ho attaccato mia figlia appena me l’hanno portata in camera solo che non riuscivo a farla attaccare bene fino a quando mi hanno tolto flebo e catetere….senza offesa parlate di percentuali ecc perché non ci siete passate….nom è questione di getto se schiacciando non usciva nemmeno una goccia e se mia figlia perdeva peso….siete state fortunate e sono felice per voi ma per favore non dite che è colpa nostra che non sappiamo attaccare i nostri figli perché non è vero e cosi fate solo e saputelle offendendo chi già ha sofferto troppo per questo motivo

    • Valeria Nicole 19 aprile, 2016 at 20:47 Rispondi

      No no ma che montata non mi è mai venuta..per quanto riguarda il cesareo ho attaccato mia figlia appena me l’hanno portata in camera solo che non riuscivo a farla attaccare bene fino a quando mi hanno tolto flebo e catetere….senza offesa parlate di percentuali ecc perché non ci siete passate….nom è questione di getto se schiacciando non usciva nemmeno una goccia e se mia figlia perdeva peso….siete state fortunate e sono felice per voi ma per favore non dite che è colpa nostra che non sappiamo attaccare i nostri figli perché non è vero e cosi fate solo e saputelle offendendo chi già ha sofferto troppo per questo motivo

    • Adriana Pinna 19 aprile, 2016 at 20:54 Rispondi

      Io nn ho attaccato.nessuno… nn mi permetterei mai… xk un attacco scorrete delle labbra puo influire sull allattamento… se attaccavi spesso la bimba la montata ti sarebbe arrivata. Senza orari ne conti…

    • Adriana Pinna 19 aprile, 2016 at 20:54 Rispondi

      Io nn ho attaccato.nessuno… nn mi permetterei mai… xk un attacco scorrete delle labbra puo influire sull allattamento… se attaccavi spesso la bimba la montata ti sarebbe arrivata. Senza orari ne conti…

    • Adriana Pinna 19 aprile, 2016 at 20:56 Rispondi

      Avere il latte kmq nn e fortuna.. ho faticato mesi x allattare. Ho contatto una consulente della leche x farmi aiutare… e sono tante le cose che si scoprono… e molto l aiuto valudo che danno…

    • Adriana Pinna 19 aprile, 2016 at 20:56 Rispondi

      Avere il latte kmq nn e fortuna.. ho faticato mesi x allattare. Ho contatto una consulente della leche x farmi aiutare… e sono tante le cose che si scoprono… e molto l aiuto valudo che danno…

    • Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 22:54 Rispondi

      Spesso i bimbi nati con cesareo vengono tenuti per ore nella cosiddetta culla termica per prassi, anche in assenza di problemi, e portati alla mamma dopo molte ore. Anche questo ostacola l’instaurarsi di un buon allattamento, il bimbo deve attaccarsi al seno entro le prime due ore. Ribellatevi se il vostro bimbo non ha problemi e non vi lasciamo stare con lui appena nato!

    • Michela Campagna 19 aprile, 2016 at 22:59 Rispondi

      Valeria ti posso far parlare con donne che hanno avuto il tuo stesso problema e sono riuscite ad allattare anche mesi dopo grazie a delle ostetriche… se non e’ problema del bambino , il latte arriva anche dopo .. mi spiace sentire mamme che dicono che non hanno allattato per dei motivi assurdi

    • Valeria Nicole 20 aprile, 2016 at 18:19 Rispondi

      No michela ti posso assicurare che io sono andata da medici e ostretiche ma il latte non mi sarebbe mai venuto non sò se è perché sono stata sotto antibiotici o cosa ma vedere mia figlia nata di 2830 arrivare a 2510 in 3 giorni e poi ancora a 2300 che dovevo fare?la facevo morire? Non sò se ricordi che ho sempre detto che mia figlia è piccolina ancora oggi perché i primi mesi calava….amore di mamma è anche rinunciare con fatica e pianti per il bene dei propri figli e io per colpa di tutte queste cose che scrivono sul parto e l’allattamento ho sfiorato la depressione e mi sentivo una fallita non volevo prendere nemmeno mia figlia in braccio perché pensavo di non meritarla….voi con le vostre parole non capite che fate solo del male….e ripeto è vero che ci sono mamme pigre e io ne ho conosciute tante e soprattutto una la odiavo perché ha partorito piú o meno quando ho partorito io e ha smesso di allattare perché la bimba voleva sempre attaccata mentre io la attaccavo lo stesso 24 ore su 24 e latte nulla…non facevo nulla i casa pur di attaccare mia figlia perché il latte sarebbe arrivato e invece niente

  33. Maria Maddalena 19 aprile, 2016 at 16:00 Rispondi

    Io mai allattato.

    Solo latte artificiale…… ..certo meglio il latte materno…..ma se non ne hai….x forza devi ricorrere a quello artificiale…..prima di sparlare informatevi sulle situazioni…. Di ogni donna…..

  34. Morena Capaccio 19 aprile, 2016 at 16:34 Rispondi

    Diciamoci la verità…
    1Le mamme non sono seguite all’uscita d’ospedale
    2Serve tanta pazienza e forza di volontà
    3Allattare e’ faticoso e snervante (ma ne vale la pena)
    4 Con la scusa del poco latte si da l’ aggiunta ( ma aggiunta de che??)
    5 Danno consigli mamme,nonne,cognate che hanno partorito secoli fa o cmq sn state seguite male.
    Dare il biberon
    6Alcuni dottori (stronzi ) danno l aggiunta al tuo promo segno di cedimento

    • Marilena Zappalà 19 aprile, 2016 at 18:53 Rispondi

      Oh finalmente qualcuna un minimo informata sull’argomento. A leggere le altre chi riesce ad allattare è una miracolata! Cmq io dico sempre che dipende molto da che valore si dà al latte materno! Per alcune è importante, per altre dare il biberon è lo stesso…è soggettivo

    • Morena Capaccio 20 aprile, 2016 at 10:40 Rispondi

      Purtroppo la penso proprio così ! Per arrivare a queste considerazioni sono passata da due figli,tutte e due allattati a l seno(14 mesi e 7 mesi in corso)Ma non è stata sempre una passeggiata, me ho visto e sentiti di tutti i colori:notti insonni,ragadi,mastiti ,dottori incapaci,mamme-ostetriche,ma la forza di volontà mi ha portata a vincere rimando anche contro l’opinione di tanti “ancora allatti ?” “a che serve ancora allattare?” “ma quanto latte hai?”
      Attenzione non voglio essere saccente e non lo sono, ma mi sono semplicemente informata su libri,puericultrici affidabili e il buon senso…tutto qua.

  35. Laura Carol 19 aprile, 2016 at 16:55 Rispondi

    Ho avuto la mastite, ho avuto le ragadi al capezzolo, mi usciva solo sangue e tre gocce di latte, ho provato di tutto, ho seguito i consigli di medici, infermiere e parenti; mi è venuta la febbre a 38 e mezzo, sono corsa al pronto soccorso, sono andata a farmi sbloccare il seno da un osteopata. Ho comprato il tira latte manuale, ho affittato un tira latte elettrico per tre mesi pagando 2€ al giorno, ho fatto impacchi freddi, caldi e addirittura con l’alcool. Massaggi su massaggi, ho bevuto litri e litri di acqua e tisane al finocchio. Ho interpellato esperte di allattamento e consultato ostetriche su ostetriche.ho Mangiato bieta, zuppe e minestre a più non posso.
    Risultato?
    Sono quasi 6 mesi che allatto al seno.
    Tutti i giorni. 4-5 volte al giorno.
    Sono vegana. Non sono un’estremista fanatica. Sono solo una grande testarda E ho ottenuto quel che volevo con tutta me stessa: allattare mia figlia. Ma perché io veramente lo volevo.
    Chi rinuncia secondo me è perché in fondo in fondo non ha voglia.
    Tutte abbiamo il latte. Per natura.
    Non esistono mucche che non allattano. Non esistono mammiferi con “poco latte”. Non esiste donna senza latte. Meditate gente. Meditate…

    • Maria Giovanna Serra 20 aprile, 2016 at 10:02 Rispondi

      Ma figurati…..tutte ci provano esattamente come hai fatto tu…ma non a tutte il latte viene, sei stata testarda ma anche fortunata…..una mamma, come quelle a cui il latte purtroppo non viene nonostante tutti i tentativi…..e si rassegnati sei un’ estremista fanatica e non lo sai.

    • Laura Carol 20 aprile, 2016 at 10:34 Rispondi

      Non penso che ci siano mamme di serie A e di serie B. Attenzione! Penso solo che non a tutte le mamme vada di fare allattamento al seno ! perché non veniamo aiutate e incoraggiate nella maniera giusta, perché c’è informazione sbagliata (come ad esempio sostenere che alcune NON ABBIANO LATTE o che il LATTE FINISCA) , perché ci si arrende facilmente, perché allattare è sacrificio, disciplina, tanta tanta fatica e impegno. E perché “tanto c’è il latte artificiale”! Non sono una fanatica dell’allattamento, però è una cosa che mi rende fiera perche me lo sono conquistata lottando e insistendo nonostante non scendesse, nonostante le lacrime , il dolore lancinante, credimi. E nonostante avessi ferite aperte e sangue che non si fermava. Tutte ci provano come ho fatto io? Non credo proprio. E ad ogni modo se non riesci, non hai fatto abbastanza.

    • Nadia Galli 20 aprile, 2016 at 21:47 Rispondi

      Eccomi qui….le ho provate quasi tutte!!! Male terrificante tra lacrime e sangue…10 mesi che allatto!!!!! Compresi i 6 denti di mia figlia incisi nei capezzoli..ma chi la dura la vince💪

    • Nadia Galli 20 aprile, 2016 at 21:47 Rispondi

      Eccomi qui….le ho provate quasi tutte!!! Male terrificante tra lacrime e sangue…10 mesi che allatto!!!!! Compresi i 6 denti di mia figlia incisi nei capezzoli..ma chi la dura la vince💪

  36. Marina Daeder 19 aprile, 2016 at 16:56 Rispondi

    Allora ho ragione…. Non tutte hanno latte e tante di voi ne sono la prova perché tante saputelle dicono che più il bimbo si attacca e più fa latte…. Ho sempre pensato che fosse una grandissima cag….. Io ho avuto la fortuna di allattare ma a sette mesi l’ho tolto per tutte e due le mie bimbe….. Che mamma orribile…

    • Paola Terracciano 19 aprile, 2016 at 21:28 Rispondi

      non si tratta di essere saputelle. le cose si sanno perchè ci si informa. e si, più il bimbo succhia più si produce latte. è la natura… se il bimbo succhia di più il tuo corpo lo recepisce come un bisogno in più da parte del bambino di nutrirsi, se nonn succhia il corpo recepisce il segnale che non c’è bisogno di latte. ci sono un sacco di informaioni sbagliate, tipo attaccare il bambino solo quando piang… il pianto è l’ultimo segnale e spesso quando il bimbo piange perchè affamato, è più nervoso, non riesce a succhiare bene e si innervosoice dipiù… non è vero che bisogna aspettare un tot di ore per far riempire il seno…il seno non è un serbatoio ma funziona come un rubinetto che produce latte anche quando il bambino succhia… spesso il bambino piange e sembra non saziarsima in realtà può capitare che c’è un riflesso di emissione forte che il piccolo non è ancora in grado di gestire.. spesso ci sono fantomatici esperti ( anche le ostetriche non sembpre sono ben formate) che ti dicono che il bimbo è attaccato bene, che il dolore che senti è perchè devi fare il “callo”, invece magari l’attacco non è perfetto per cui la suzione non è efficiente…. sono queste le cause che fanno “andar via il latte”… il latte ce lo hanno tutte le mamme di tutte le specie mammifere… questo non è un giudizio sia ben chiaro…nessuno dice che chi vuole non debba usare l’artificiale, ci mancherebbe… però continuare a far passare delle informazioni che non sono corrette, non mi sembra corretto (scusate il gioco di parole). detto ciò nessuna mamma è orribile. ognuna fa il meglio che può per il suo bimbo

    • Paola Terracciano 19 aprile, 2016 at 21:28 Rispondi

      non si tratta di essere saputelle. le cose si sanno perchè ci si informa. e si, più il bimbo succhia più si produce latte. è la natura… se il bimbo succhia di più il tuo corpo lo recepisce come un bisogno in più da parte del bambino di nutrirsi, se nonn succhia il corpo recepisce il segnale che non c’è bisogno di latte. ci sono un sacco di informaioni sbagliate, tipo attaccare il bambino solo quando piang… il pianto è l’ultimo segnale e spesso quando il bimbo piange perchè affamato, è più nervoso, non riesce a succhiare bene e si innervosoice dipiù… non è vero che bisogna aspettare un tot di ore per far riempire il seno…il seno non è un serbatoio ma funziona come un rubinetto che produce latte anche quando il bambino succhia… spesso il bambino piange e sembra non saziarsima in realtà può capitare che c’è un riflesso di emissione forte che il piccolo non è ancora in grado di gestire.. spesso ci sono fantomatici esperti ( anche le ostetriche non sembpre sono ben formate) che ti dicono che il bimbo è attaccato bene, che il dolore che senti è perchè devi fare il “callo”, invece magari l’attacco non è perfetto per cui la suzione non è efficiente…. sono queste le cause che fanno “andar via il latte”…come non sono le zuppe, le tisane al finocchio, per altro contoindicate in allattamento e per i bimbi piccoli, a far fare il latte… è la suzione e solo quella… il latte ce lo hanno tutte le mamme di tutte le specie mammifere… questo non è un giudizio sia ben chiaro…nessuno dice che chi vuole non debba usare l’artificiale, ci mancherebbe… però continuare a far passare delle informazioni che non sono corrette, non mi sembra corretto (scusate il gioco di parole). detto ciò nessuna mamma è orribile. ognuna fa il meglio che può per il suo bimbo

  37. Erica Nauti 19 aprile, 2016 at 18:27 Rispondi

    Io non ho allattato mio figlio…. e dopo vari tentativi ho rinunciato..se non ce l’hai pazienza, mi è dispiaciuto ma non cambia niente,x ché dobbiamo essere criticate???? L’amore x un figlio va oltre ricordiamocelo.

  38. Alessandra Angela Carelli 19 aprile, 2016 at 19:11 Rispondi

    L’allattamento non è una passeggiata! Può essere pesante e snervante e la maggior parte molla al primo cenno di ragadi, ingorgo o mastite! Io ho superato tutto e non son stata seguita da nessuno, ho allattato il primo e allattero’ anche la seconda finché potrò, ma non permetto a nessuna di darmi dell’estremista per questo! Ma pensa te se ora bisogna anche giustificare il fatto di voler allattare i propri figli!

  39. Francesca Romana Cheloni 19 aprile, 2016 at 19:18 Rispondi

    Io ho avuto due gemelli nati prematuri..la femmina si attaccava ma si addormentava subito il maschio non è mai riuscito ad attaccarsi…in ospedale sono stata completamente abbandonata…a casa ho provato con il tiralatte ma era passata già una settimana e in 40 minuti tirato massimo 10 ml…ho dato subito l’humana 0…adesso hanno 6 mesi e stanno benissimo pesano 9 chili il maschio e 8 la femmina…e io non mi sento affatto meno mamma x non averli allattati anche se hanno provato a farmi sentire in difetto…basta mettersi in cattedra e criticare non esistono mamme di serie a e mamme di serie b…non avete il diritto di sparare a zero solo xke siete state così brave da aver allattato i vostri piccoli fino alla maggiore età!

  40. Laura Mazzi 19 aprile, 2016 at 20:02 Rispondi

    Io credo che se una mamma vuole veramente allattare se stringe i denti, con tanta fatica ci può riuscire. Ma se ci sono gravi problemi (e non parlo di ragadi, mastiti, ansie o depressioni varie perché quelle cose fanno parte del “gioco ” purtroppo) arriva il Bibi con il suo latte artificiale…che sicuramente non è il massimo per la salute del bimbo (e per le tasche dei genitori )ma se non c’è alternativa, non è nemmeno chissà ché.
    In ogni caso che fatica scegliere la strada giusta da percorrere. E ognuno ha la propria.

  41. Anna Maria Reina 19 aprile, 2016 at 20:28 Rispondi

    Con la prima bimba sono andata un mastire a furia di provare e riprovare ma nulla neppure una goccia. Non solo dolore fisico ma le lamentele di suocera e company. Secondo bimbo.latte a go go ecco le critiche ma sempre attaccato sta? Ma cresce?
    E che palleeeee.

  42. Clarissa Paglialunga 19 aprile, 2016 at 21:17 Rispondi

    Una soluzione potrebbe esserci se si cercassero gli aiuti giusti e competenti (consulenti IBCLC o LLL) una piccolissima percentuale di donne (si parla di 1-2% della popolazione femminile) ha realmente poco latte o è totalmente assente, queste patologie si chiamano ipogalattia nel primo caso e agalattia nel secondo, e sono patologie diagnosticabili. In tutti gli altri casi c’è una soluzione… È scientifico, matematico… L’informazione e appunto un sostegno competente sono fondamentali!

  43. Clarissa Paglialunga 19 aprile, 2016 at 21:17 Rispondi

    Una soluzione potrebbe esserci se si cercassero gli aiuti giusti e competenti (consulenti IBCLC o LLL) una piccolissima percentuale di donne (si parla di 1-2% della popolazione femminile) ha realmente poco latte o è totalmente assente, queste patologie si chiamano ipogalattia nel primo caso e agalattia nel secondo, e sono patologie diagnosticabili. In tutti gli altri casi c’è una soluzione… È scientifico, matematico… L’informazione e appunto un sostegno competente sono fondamentali!

    • Diana Libutti 20 aprile, 2016 at 09:32 Rispondi

      Si certo, e poi ti capita come a me che, disperata, chiedi aiuto (e chiedere aiuto per una orgogliosa e testarda come me vuol dire che sei veramente alla frutta) alla LLL… e ti rispondono di chiama re qualcun’altro perché la tipa più vicina (20km) oggi o un altro giorno non ha tempo…
      Se ho continuato ad allattare non è certo per l’aiuto ricevuto…

    • Clarissa Paglialunga 20 aprile, 2016 at 15:54 Rispondi

      Esistono persone molto competenti che fanno anche consulenze via Skype… Le consulenti sono pur sempre esseri umani, con famiglia e figli, se era a 20 km di distanza capisco che poteva non farcela materialmente! Ci sono molte vie per cercare aiuto.. Inoltre sono volontarie che non si fanno pagare, quindi spesso cercano di risolvere con mezzi di comunicazioni quali telefono o internet, non riuscendo a venire di persona.. Una IBCLC è più difficile che ti dicesse così… Oggi con i mezzi che abbiamo, le vie per cercare sostegno competente sono infinite!

  44. Alice Benamati 19 aprile, 2016 at 21:58 Rispondi

    Se ce il latte materno è oro che sia un mese o un anno. Cmq i bambini che crescono con il latte in polvere crescono bene. L unica cosa che si tocca è il portafoglio xhe nonostante abbia un costo eccessivo in Italia si spendono senza lamentele x il bene del bimbo. Altrimenti se si calcolano i soldi x avere un figlio è meglio non farlo. Il mio bimbo ha 7 mesi bevuto da 6 mesi e mezzo beve il Mellin e sta benissimo. Fortunate chi è lattifera.

  45. Alice Benamati 19 aprile, 2016 at 21:58 Rispondi

    Se ce il latte materno è oro che sia un mese o un anno. Cmq i bambini che crescono con il latte in polvere crescono bene. L unica cosa che si tocca è il portafoglio xhe nonostante abbia un costo eccessivo in Italia si spendono senza lamentele x il bene del bimbo. Altrimenti se si calcolano i soldi x avere un figlio è meglio non farlo. Il mio bimbo ha 7 mesi bevuto da 6 mesi e mezzo beve il Mellin e sta benissimo. Fortunate chi è lattifera.

  46. Sigrid Teesalu 19 aprile, 2016 at 22:12 Rispondi

    Quasi tutte qua mi sembrano le vipere…rilassatevi santo cielo..ogni uno fa meglio che può..io allatto da 18 mesi e non so più come smettere perché ormai ho i capezzoli consumati😂ma non per quello sono più mamma di chi dà il latte artificiale, anzi mi sento debole di non saper dire di no, quando non si può(tette al vento sempre😱😂)….chi può, chi no, chi non vuole, chi preferisce..chi ascolta le leggende urbane, chi i dottori,..ogni uno fa come meglio crede….badate i vostri piccini meglio che potete..e lasciate le altre fare altrettanto!!!! Discreditare una neomamma è peggior crimine!!!!

  47. Sigrid Teesalu 19 aprile, 2016 at 22:12 Rispondi

    Quasi tutte qua mi sembrano le vipere…rilassatevi santo cielo..ogni uno fa meglio che può..io allatto da 18 mesi e non so più come smettere perché ormai ho i capezzoli consumati😂ma non per quello sono più mamma di chi dà il latte artificiale, anzi mi sento debole di non saper dire di no, quando non si può(tette al vento sempre😱😂)….chi può, chi no, chi non vuole, chi preferisce..chi ascolta le leggende urbane, chi i dottori,..ogni uno fa come meglio crede….badate i vostri piccini meglio che potete..e lasciate le altre fare altrettanto!!!! Discreditare una neomamma è peggior crimine!!!!

  48. Rossana D'Anna 19 aprile, 2016 at 23:20 Rispondi

    ognuna fa quello che vuole….per me volere è potere…basta informarsi…io ho scelto di allattare a richiesta e lo faccio da 32 mesi…e sono contenta così…chi non vuole farlo non lo faccia…basta essere convinte di qualsiasi scelta…mamma felice, figlio felice

  49. Raffaella Galella 19 aprile, 2016 at 23:28 Rispondi

    La gente i cavoli suoi mai..già una neomamma ha i suoi problemi e la gente le rompe pure le balle per l’allattamento o cose varie…
    Mia nonna diceva:chi si fa gli affari suoi campa cent’anni.

  50. Ale AleAle 20 aprile, 2016 at 00:56 Rispondi

    Carissima Santarelli, non esiste “avere poco latte”,si vede ke forse hai qualcosa di più importante da fare ma sappi ke l’allattamento al seno è la cosa più bella ke una madre possa fare x il proprio figlio! Non sai cosa ti perdi e ricorda…questi momenti non torneranno più!!!

  51. Anna Maria Bruni 20 aprile, 2016 at 02:46 Rispondi

    INFATTI… ANCHE IO NON AVEVO LATTE … L’ OSTETRICO MI DISSE ” SIGNORA NON SI SENTA I IN COLPA …” ME LO GUARDAI COME SI FA CON UN ALIENO : DICO : PER CASO SONO LA MUCCA CAROLINA ?? MA CHISSENEFREGA!

  52. Cinzia Stifani 20 aprile, 2016 at 08:22 Rispondi

    Mia figlia con un parto d’urgenza mi è stata strappata via all’inizio dell’ottavo mese con un cesareo…per tre settimane l’hanno tenuta in incubatrice alimentandola con la sondina e quando finalmente me l’hanno data lei non si attaccava…non riusciva a mangiare e perdeva peso…anche provando incessantemente a tirare il latte non veniva fuori nulla xke troppo tardi me l’hanno fatta attaccare e xke all’inizio dell’ottavo mese quando mia figlia è nata il mio latte non era ancora pronto abbastanza…solo io so cosa ho passato…solo io conosco il dolore di sentirmi diversa da una mamma normale…non potete giudicare senza sapere cosa davvero passa una mamma…scusate lo sfogo ma troppo dolore… 😢😢😢

  53. Anna Zazzaro 20 aprile, 2016 at 11:02 Rispondi

    Sono mamma! Ho due figli! Mai allattato! Per problemi che nemmeno sto qui a spiegare! I miei bimbi sono sanissimi! Crescono!mi sento mamma!sono mamma! tanto quanto gli altri! Punto!

  54. Gina DeSimone 20 aprile, 2016 at 15:59 Rispondi

    Fai ciò che vuoi perché ciò che fa il cuore di una mamma è sempre giusto. Però non raccontare la storia che il latte è poco ecc. Informati e vedrai che la natura è perfetta non ladcietebbe mai tua figlia digiuna certo è che devi lasciarla attaccata al sono anche due ore se necessario poi vedrai il latte che produrrai il seno è una ghiandola mammaria atta a produrre latte se sottoposta a stimolo. Ricorda che niente è come il latte del tuo seno, anzi….

  55. Lorella Sara Leoni 20 aprile, 2016 at 16:34 Rispondi

    Non e’ come dite voi c’ e’ anche chi ha tanto latte ma il bimbo non cresce e questo vuol dire secondo voi? Informatevi meglio e poi parlate .una mia amica aveva più latte di una mucca allatta va il bambino che dopo un po urlava perché non riceveva i giusti nutrienti quindi non cresceva anzi calava e non dormiva urlava sprechi dopo il primo biberon ha dormito bene essendo sazio fatevi una domanda e datevi una risposta e tutto questo detto da me che ho allattato per 18 mesi.

  56. Michela Basla 20 aprile, 2016 at 18:04 Rispondi

    Allattate al seno e vi sentite delle dee. Io la mastite ce l ho avuta con la febbre a 40 e un bambino che non si è mai attaccato. Ero forse felice di ciò? No….ho perso 7 kg del mio peso iniziale per il mio voler allattare… mi tiravo il latte notte e giorno xke avrei potuto allattarne due dalla quantità che avevo . Ma senza obbligare mio Figlio, non l ho mai costretto ad attaccarsi. Ci ho provato molte volte, Ma non essendo egoista ho preferito che si nutrisse e basta non il Come.

  57. Laura Stucchi 20 aprile, 2016 at 21:21 Rispondi

    Ma se una persona..nella difficoltà d allattare..non volesse insistere ..dove sta il problema ? Ognuno fa ciò che vuole..giudicare la bravura di una mamma da questo..veramente …e di basso livello

  58. Daniela Lai 20 aprile, 2016 at 21:32 Rispondi

    A volte capita persino che il latte ci sia e che il tuo bambino scambi il capezzolo per il ciuccio, quindi non fa altro che piangere perché vuole essere allattato continuamente, la notte, senza sosta, senza poter mai dormire, e tu decidi che gli togli la tetta perché rischi di impazzire e perché sei un essere umano, non una mucca. Questo è accaduto 15 anni fa, ho svezzato il mio adorato figlio dopo un mese e 11 gg di allattamento e lui ha potuto avere finalmente una mamma serena e riposata. Ricordo che un’amica, si fa per dire, mi trattò come se una gatta fosse una madre migliore di me. Bacchettona idiota.

  59. Daniela Lai 20 aprile, 2016 at 21:32 Rispondi

    A volte capita persino che il latte ci sia e che il tuo bambino scambi il capezzolo per il ciuccio, quindi non fa altro che piangere perché vuole essere allattato continuamente, la notte, senza sosta, senza poter mai dormire, e tu decidi che gli togli la tetta perché rischi di impazzire e perché sei un essere umano, non una mucca. Questo è accaduto 15 anni fa, ho svezzato il mio adorato figlio dopo un mese e 11 gg di allattamento e lui ha potuto avere finalmente una mamma serena e riposata. Ricordo che un’amica, si fa per dire, mi trattò come se una gatta fosse una madre migliore di me. Bacchettona idiota.

Lascia un commento