Esantemi estivi dei bambini: la causa è anche l'enterovirus

esantemi estivi enterovirus

Quelle bollicine sulla pelle sono tipici esantemi estivi che possono essere causati dall'enterovirus, che invece di provocare il classico mal di pancia porta una serie di eruzioni cutanee del tutto innocue.

Enterovirus: non solo mal di pancia

Spesso quando il pediatra parla di enterovirus i genitori lo associano a problemi gastrointestinali. Mal di pancia e diarrea sono i sintomi principali, ma in realtà questa malattia raccoglie una serie di patologie come la congiuntivite, mal di gola e anche delle eruzioni cutanee che fanno pensare a tutt'altro, ovvero a malattie esantematiche. Questo ceppo di virus è, invece, anche la causa dell'apparizione di rush cutanei, bollicine di varie dimensioni, puntini e macchie che in estate a volte possono essere confusi con la sudamina o morsi di zanzara, se appaiono in forma lieve. Altre volte ci si spaventa perché sembrano proprio i sintomi del morbillo, della scarlattina o della varicella soprattutto quando sono molto diffusi sul corpo. Con un'analisi approfondita il pediatra può verificare la presenza di semplici esantemi estivi.

Esantemi estivi: cura e prevenzione

Queste eruzioni cutanee, di origine virale, sono del tutto irrilevanti, accompagnate da qualche linea di febbre che sale e scende e da macchie che vanno via dopo qualche giorno. Per gli esantemi minori non c'è una cura specifica, se non delle medicine che aiutano ad abbassare la febbre o qualche crema lenitiva per evitare che i bambini sentano il fastidio del prurito. Questo problema come arriva così va via, a volte è del tutto asintomatico ed esistono pochissimi casi in cui sono state rilevate complicazioni.

Per evitare che l'enterovirus porti i suoi danni lievi o scoccianti, come l'insorgere di esantemi soprattutto nel periodo estivo, è bene seguire le regole di base per la sicurezza igienica. Quindi lavarsi bene le mani, non utilizzare gli stessi asciugamani o stoviglie o bicchieri specialmente tra bambini e cercare di evitare luoghi troppo affollati, perché tosse e starnuti sono i principali portatori di questo virus.

17 comments

Lascia un commento