Il momento del distacco è più facile con le favole

Che la fiabe siano essenziali per i bambini si sa. Ma forse, ad oggi, non si conoscono ancora tutti loro punti di forza. Ad esempio, nella raccolta di racconti “Le fiabe per…andare sereni al nido e a scuola. Per grandi e piccini” viene spiegato come le fiabe e le favole siano vere e proprie maestre di vita per affrontare ad esempio il momento del “distacco” e dell’ingresso all’asilo o a scuola.

Grazie alle storie e ai personaggi, alle avventure e ai sentimenti delle fiabe, infatti, i bambini hanno uno strumento utile per elaborare sofferenze e affrontare situazioni nuove. In particolare, come spiegano gli autori del libro, Giancarlo Malombra, dirigente scolastico e professore di Psicologia Sociale, ed Elvezia Benini, psicoterapeuta e docente per la formazione di insegnanti, genitori e operatori socio-sanitari presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Genova: “attraverso l'identificazione con i personaggi, siano essi principi e principesse, animali, gnomi o fate, le fiabe aiutano ad entrare in contatto con i problemi della vita e ad affrontarli, mostrando la presenza del bene e del male in ogni azione umana in cui il bambino di oggi e l'adulto di domani si troverà coinvolto”.

Con il valido aiuto delle fiabe, quindi, grandi e piccini potranno vivere in maniera serena, o quantomeno meno ansiosa, questo passaggio importante, spesso fonte di paura e agitazione. Come spiegano ancora gli esperti, le fiabe fanno leva sulla parte emotiva di ogni individuo. Grazie ai simboli in esse contenuti, aiutano a trovare le giuste soluzioni per affrontare pericoli e imprevisti. Inoltre, avendo un inizio e una fine, permettono di comprendere che tutto ha un limite.

E le fiabe non sono certo solo per bambini! Sono molti utili anche per gli adulti, per calarsi nell’universo dell’infanzia, del “come eravamo”. Il primo bambino da ascoltare, infatti, è quello interiore, nascosto in ognuno di noi. “Solo così si possono aiutare i figli, nipoti e alunni in una crescita armonica”.

Lascia un commento