Infanticidio di neonati: accusati i genitori

infanticidio di neonati accusati i genitori

L'infanticidio di neonati è il più orrendo tra i crimini. Ancora di più se queste vite sono state spezzate proprio dai loro genitori. La triste storia di tre neonati senza nessuna colpa.

Infanticidio di neonati: la vicenda

Nel solaio di una casa di Pontarlier, in Borgogna, una regione della Francia centrale, sono stati rinvenuti i cadaveri di tre neonati, nascosti in altrettanti sacchi: a ucciderli sarebbero stati proprio i loro genitori (che, tra l’altro, hanno anche altri figli). Questa terribile notizia è stata diffusa dal sito del quotidiano l’Est Républicain.

Il padre accusa la moglie: li ha uccisi lei

Il padre delle tre vittime (una coppia di gemellini e un neonato nato precedentemente) ha rivelato al locale commissariato che sarebbe stata la moglie a commettere l’infanticidio, come lei stessa avrebbe ammesso. La versione dell’uomo, tuttavia, non ha convinto gli agenti che hanno arrestato entrambi con l’accusa di omicidio volontario. Secondo l’ipotesi formulata a scatenare la furia assassina sarebbe stata una gravidanza non desiderata. Tuttavia su questo terribile dramma non si hanno ancora certezze: sarà l’autopsia effettuata sui tre corpicini a raccontare come sono andate le cose e a chiarire, almeno in parte, il mistero. 

17 comments

  1. Cinzia Mari 15 marzo, 2017 at 19:42 Rispondi

    Non ci sono scuse in questo caso. Non riuscirò mai a a comprendere come una madre possa uccidere il figlio solo perché non lo voleva. Potrei “comprendere di più” che lo uccida perché è un bambino con dei ritardi o addirittura “perché piange troppo”! Ma uccidere un figlio solo perché non si desiderava la gravidanza, lo trovò un abomino inspiegabile, imperdonabile e inconcepibile.

Lascia un commento