Insultata da una donna perché allatta in auto

Allattare in pubblico resta un tabù, nonostante a riguardo si sia espresso perfino il Papa. In troppi ancora oggi pensano che allattare/nutrire il proprio bambino in pubblico sia un gesto deplorevole da sopprimere e combattere come la peste.

Perché sì, care mamme, se un bel seno nudo che ballonzola nei programmi TV o nei giganteschi cartelloni pubblicitari non da fastidio, una mamma che offre il seno al suo bimbo è ancora visto come un brutto gesto. Posto che dovrebbe essere la donna a decidere se si sente o meno di allattare in pubblico, posto che non vi è nulla di male nel farlo in un bar o in una piazza, posto che generalmente una mamma che deve nutrire il proprio bambino non fa prima un balletto da velina con il seno al vento, posto tutto ciò, si confida sempre nel buonsenso e delle mamme e dei passanti.

Perché le donne si fanno la guerra?

Buonsenso che, evidentemente, a molte persone, soprattutto donne, sovente manca. Sì, perché sono proprio le donne le prime a puntare il dito contro le mamme che allattano in pubblico, anche se non le uniche, ovviamente.

Invidia? Sdegno? Falso senso del pudore? Non si capisce bene ancora quale sentimento spinga a dover per forza proferir verbo, quale miscela di emozioni si mescoli al punto da esplodere in commenti anche poco civili, come se la mamma che allatta in pubblico fosse al pari di una meretrice. Insomma, mettiamo i puntini sulle "I". Allattare in pubblico può piacere o meno, una può decidere di farlo o coprirsi se il bambino reclama, ma inveire, insultare e bollare con una bella lettera scarlatta è quanto meno medievale e oscurantista.

Allatta in auto e viene insultata: in sua difesa arriva il figlio maggiore

Questo però è quanto è successo a una donna in Australia che, non in mezzo alla strada, ma bensì dentro l'abitacolo della propria auto ferma in sosta, allattava il suo piccolino di 4 mesi.

Al suo passaggio una donna che ha assistito alla scena si è sentita in dovere di insultarla e di invitarla in malo modo a coprirsi. Singolare quanto accaduto in seguito: in auto, infatti, era presente anche il figlio maggiore della donna, un bambino di 6 anni che al sentire gli insulti indirizzati alla madre ha risposto alla donna per le rime invitandola, se lo spettacolo non fosse di suo gradimento, a girarsi.

E se lo ha capito anche un bambino che allattare non ha nulla a che vedere col sesso o col pornografico...

31 comments

  1. Marta Mucci 25 gennaio, 2016 at 11:12 Rispondi

    Io faccio la spesa con la pupa attaccata e mio marito e mio figlio mi seguono col carrello!!! Ma siamo matti…poi nella MIA macchina nn posso fare come voglio? Nn credo si sia fermata al semaforo e ha bloccato il traffico!!!! 😑

  2. Elenia Sartori 25 gennaio, 2016 at 13:31 Rispondi

    Mi è successa la stessa identica cosa insultata e maltrattata mentre allattavo mia figlia ps: e la stavo allattando in disparte.. Ad oggi sono di un’altro parere, dopo l’accaduto, non ho più allattato la mia piccola in disparte anzi in qualsiasi posto mi trovi ogni qualvolta lei voglia il seno glielo do.. E a queste 4 bigotte puritane che si permettono di insultare, se hanno qualche problema nel vedere una donna che allatta che si girino e se non riescono a capire il concetto chiamo anche i carabinieri… È un diritto in primis dei nostri bambini e in secondo di noi mamma…

  3. Carmen Ier 25 gennaio, 2016 at 14:16 Rispondi

    Lo avesse detto a me, la “signor” non avrebbe più capelli in testa! Io ho allattato mio figlio ovunque, anche mentre camminavo X strada guardando le vetrine e non me n’e’ mai fregato della gente! Bisognerebbe scandalizzarsi X ben altro, tipo per le tardone tutte scollate o X le ragazzine in minigonna o X i barbari che urinano X strada senza curarsi degli altri!

  4. Sara Nicholas Rocco Tomasisciurti 25 gennaio, 2016 at 14:38 Rispondi

    É il gesto d’amore più bello che ci sia perché rovinarlo facendolo diventare “scandalo “?scandalo è ben altro a mio parere…allattare è così dolce è entrare ancora in simbiosi con il nostro cucciolo è sentire che quel cordone ombelicale che il papà ha tagliato alla nascita in realtà nn si è mai staccato da noi…scusate mamme per il post lungo ma io amo l’allattamento anche se purtroppo ne ho poco e quando vedo una mamma che allatta per me è una scena bellissima e dolcissima…

  5. Rosalinda Guttuso 25 gennaio, 2016 at 15:30 Rispondi

    DOVREBBERO DIRLO A ME …E’ LA COSA PIU’NATURALE E BELLA AL MONDO…A ME E’CAPITATO DI ALLATTARE ANCHE IN CHIESA …LE VERGOGNE SONO BEN ALTRE NON VEDERE UNA MADRE CHE ALLATTA IL PROPRIO FIGLIO!

  6. Maria Mirabela 26 gennaio, 2016 at 14:07 Rispondi

    Tutti sti insulti gli capirei se fossero detti da uomini,ma sentire una donna che ti dice di coprirti ho che non l’ho puoi fare in pubblico,quella non e una donna.Io allatto ovunque,e mai nessuno non mi a detto nulla.Viva le MAMME.

  7. Adriana Basile 26 gennaio, 2016 at 20:48 Rispondi

    A prescindere dal fatto che se sia giusto o sbagliato allattare in pubblico o no…..nessuno dovrebbe permettersi di insultare nessuno ,se danno fastidio certe cose si va avanti per la propria strada senza guardare….razza di cretina se fossi stata io la ragazza sarei scesa dalla macchina e gli avrei tirato un cazzotto in bocca

Lascia un commento