L'eterna domanda: nido o baby sitter?

nido o baby sitter?

Terminato il periodo di maternità obbligatoria, le mamme lavoratrici che non possono contare sull’aiuto dei nonni, devono per forza trovare qualcuno che badi al loro bambino durante la giornata. Trattandosi di una scelta obbligata non resta altro da fare che optare per il nido o per la baby sitter. Cosa è meglio scegliere?

Nido o baby sitter? La parola al pediatra

La maggioranza dei pediatri è del parere che i bambini dovrebbero restare a casa almeno fino ai 18 mesi. Chi ha quindi la possibilità di scegliere, specialmente dal punto di vista economico, farebbe bene ad affidare il proprio bambino alle cure di una baby sitter. Questo perché i bimbi fino ai 18-24 mesi di età hanno ancora un sistema immunitario piuttosto debole, pertanto frequentare il nido in compagnia di tanti altri bambini, con i quali si condividono giochi o altro, potrebbe esporli maggiormente all’attacco di virus e batteri con conseguenti infezioni respiratorie e gastrointestinali. In caso di influenze e raffreddori la soluzione sarebbe trovare una baby sitter nei giorni della malattia.

Inoltre alcuni pediatri ritengono che i bambini così piccoli non traggano alcun vantaggio dalle ore trascorse insieme a tanti altri coetanei in quanto incapaci di socializzare prima dei 18 mesi, quindi – anche se ovviamente esistono le eccezioni ­– l’asilo nido non sarebbe indicato.

Come scegliere la baby sitter ideale?

Appurato che secondo i pediatri la baby sitter resta la migliore soluzione, non ci resta che scegliere la tata ideale.

In genere i canali di ricerca più affidabili sono il passaparola tra parenti, amiche e conoscenti oppure le agenzie specializzate. Una volta trovata la tata apparentemente più indicata è buona regola procedere con un colloquio conoscitivo durante il quale valutare l’aspetto e il modo di fare e di esprimersi della candidata, anche perché l’igiene personale, il tono della voce e l'atteggiamento sono elementi importantissimi per chi deve approcciarsi quotidianamente con un bambino piccolo. In ogni caso sarebbe meglio far ricadere la scelta su una ragazza affidabile e creativa.

Voi da che parte state? Nido o baby sitter?

56 comments

  1. Lucia Pennuzzi 22 marzo, 2017 at 21:08 Rispondi

    Io sono per l’asilo nido xke i bambini non hanno un rapporto esclusivo con un’unica persona, devono condividere le attenzioni, gli spazi e i tempi con altri e sicuramente ne guadagnano in autonomia xke imparano a fare da soli. E l’asilo nido imposta dei ritmi, delle routine che aiutano molto

  2. Sara Congiu 22 marzo, 2017 at 22:40 Rispondi

    Nido senza dubbi! La nostra bimba ha iniziato a 7 mesi ed è felicissima di andarci e giocare con altri bambini. In più è in compagnia di personale qualificato. È vero che anche negli asili può succedere di tutto, ma di una babysitter non riuscirei a fidarmi

  3. Enrica 22 marzo, 2017 at 23:21 Rispondi

    Ma che cacolata..nido tutta la vita !! Più sono piccoli più fanno anticorpi e si rinforzano !! Per non parlare del socializzare e delle routine che per i bimbi sono fondamentali !!

  4. Gravante Gloria 23 marzo, 2017 at 06:49 Rispondi

    Io anche ero pro nido,avrei quindi dovuto(a mio malgrado) dovuto portare la piccola al nido a 6 mesi.ma mi sentivo angosciata dal fatto che potesse prendere delle malattie(soprattutto perche sotto l anno di eta,non dovrebbero assumere farmaci)poi ora è anche scoppiata l epidemia morbillo e sinceramente ,eravamo molto preoccupati.un altro fattore cge mi angosciava era che,se e quando la mia piccola avrebbe pianto non ci sarebbe stato nessuno pronto a prenderla in braccio e consolarla ,perche al nido non c e solo una bambina ma ce ne sono almeno 5 per maestra(e leggendo un articolo ho scoperto che in questi mesi non è buono lasciar piangere un bimbo perche si sentirebbe abbandonato e non ne trarrebbe alcun vantaggio perche,troppo piccolo per capire e per prendere vizi) poi con tutto quello cge tra l altro si sente nei nidi…un altro fattore di dubbio è stato il fatto che gia sarebbe stato pesante il distacco da me,figurarsi se avrei anche dovuto farle cambiare ambiente!con una baby sitter avrebbe avuto una persona fissa che si sarebbe preso cura solo di lei non facendole cambiare le sue abitudini,perche si sa cge ora i bimbi in quest eta,sono molto abitudinari!quindi,ragion per cui io ho scelto,di non portarla al nido bensi una baby sitter fidata(amica stretta di famiglia) non l avrei mai lasciata ad una sconosciuta,loro due sole,dentro casa mia!non mi sarei mai potuta fidare!ecco le mie valutazioni!quindi sono d accordo con questi pediatri!

    • Lia Capriglia 23 marzo, 2017 at 14:03 Rispondi

      Non è vero assolutamente ! Quando i bambini piangono anche se le tate sono poche per tanti bimbi si staccano e li consolano finché non smettono!!!!! Parli per luoghi comuni e non sai di cosa stai effettivamente parlando perché non conosci! La mia bambina ha 10 mesi è la più piccola ed è felicissima di andarci… nonostante sia mammona e attaccata morbosamente a me, si è inserita in breve tempo, quando vede le tate al mattino impazzisce dalla gioia! Non ha mai pianto ed è super coccolata non solo dalle tate ma anche dagli altri bimbi più grandi che la circondano!!! Quindi hai detto un mare di cavolate e sei proprio in errore!!!!

    • Gravante Gloria 23 marzo, 2017 at 15:59 Rispondi

      Senti prima cosa modera il linguaggio e rispondi come si deve deficente! Io parlo per quello che so e mi sono informata e sono state stesso le maestre d asilo a dirmi cio !!Quindi se non sai le cose chiudi quel.cesso di bocca!!!! Non meriti altre risposte!

    • Sabrina Piu 23 marzo, 2017 at 17:20 Rispondi

      Fai prima a chiuderla in una botte di ferro sino alla maggiore età così non corre così tanti rischi!!! E la maestra di nido che ti ha detto tutte queste cavolate non aveva voglia di lavorare fidati……

    • Gravante Gloria 23 marzo, 2017 at 18:52 Rispondi

      Tutte mamme saputelle in giro?o tutte dotate di telecamere nascoste per avere la certezza in tasca di quello che succede nelle aule??la maestra del nido mi ha fatto semplicemente capire che non essendo lei l unica bambina ed essendo loro delle “educatrici” e non.delle “tate”,fanno in modo che non prendano il vizo di calmarsi in braccio ragion per cui un po le faranno piangere!!!e siccome a me non mi va che a mia figlia manchino le giuste attenzioni che merita avendo solo 5 mesi io il nido preferisco evitarlo e portarcela quando avra un anno!in questo modo anche se prende delle malattie non sara un problema curargliele e non saranno pericolose essendo,ora,cosi piccola!mi dispiace che voi non siate abbastanza informate o che date priorita alle vostre esigenze piu tosto di quelle dei vostri figli!io dopo aver ascoltato vari consulti di esperti in materia ho ritenuto opportuno fare in questo modo!!! Io sono pro nido ma piu in la!e le esigenze di mia figlia sono al primo posto!

    • Martina Parducci 23 marzo, 2017 at 23:47 Rispondi

      Gravante Gloria mi permetto di dirti che Lia non ti ha offeso( cosa che tu hai fatto).Io avevo il tuo stesso dubbio poi ho deciso per il nido e sinceramente non mi sono pentita. Sul fattore pianto, mia figlia ha avuto un periodo in cui la mattina appena me ne andavo piangeva e io spesso invece di andarmene la osservavo dal vetro e le tate l’hanno sempre presa in braccio e consolata. Mi viene da dirti di provare a sentire un altro asilo, magari i metodi utilizzati sono diversi. Mia figlia è andata al nido da grandicella( 20 mesi).. e sinceramente forse sarei stata reticente anche io a mandarla piccola.. dipende dalla situazione, se hai o meno possibilità di fare diversamente, se trovi una persona adatta e fidata. Io ho fatto fatica a trovarla… ma io sono un po’ esigente.. concordo sul fatto che le esigenze del bimbo vanno al primo posto! Mia figlia aveva una voglia matta di socializzare, non aveva problemi con il cibo, stava volentieri con gli altri.. quindi i presupposti c’erano! Poi ha cominciato l’inserimento a novembre( a settembre quando dovevamo iniziare si è fratturata il femore quindi due mesi li abbiamo persi) ed era la sola, quindi forse hanno avuto la possibilità di concentrarsi meglio su di lei.

    • Gravante Gloria 24 marzo, 2017 at 10:19 Rispondi

      Ciao martina,si la signora lia mi ha offeso e risposto in maniera arrogante saccente e maleducata ed io con la stessa moneta l ho ricambiata!cmq ognuno per carita ha la sua idea(per avere un idea chiaramente io mi sono documentata da esperti in materia)quindi io ho valutato che a 5 mesi l ideale per lei sarebbe stata una persone che si fossr occupata solo di lei dandole le giuste attenzioni!cosa che fino ai 9 mesi è fondamentale perche loro,fino ai 9 mesi vivino ancora una gravidanza extrauterina quindi hanno bisognodi affetto e coccole costanti e di essere rassicurati nel modo che meglio conoscono:le braccia.poi certo piu in la per socializzare,imparare a stare con altri bimbi e condividere cio che è loro,con altri,al nido la portero sicuramente a 11 mesi.

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 07:48 Rispondi

      La Signora Lia non ti ha chiamata deficente e ne ti ha detto che hai un cesso di bocca!!!! Vergognati sei una vera maleducata!!!! Poi ci lamentiamo del bullismo e della maleducazione dei bambini di oggi!!!!’ E per forza con delle mamme del genere cosa possono diventare!!!! A me non me ne frega una cippa che tu non porti i tuoi figli al nido ma ti sto dicendo che ho esperienza diretta e non è come affermi hai capito razza di cafona maleducata?

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 07:53 Rispondi

      Grazie Martina Parducci oggi giorno la società fa veramente pena! Non si può dare un parere che subito le offese le parolacce e la cafonaggine dilagano! Evidentemente questa “signora” vive ad Oxford

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 08:08 Rispondi

      Cara Voichita la signora educatissima che chiama gli altri deficenti, ha affermato cose inesatte quando dice che i bambini li lasciamo piangere, forse nello schifo di nido che conosce lei perché nella maggior parte dei nidi vengono consolati i bambini altrimenti voglio vedere come fai ad inserirli senza traumi! Anche a me è capitato di spiare dietro un vetro c’erano due bambini che piangevano le tate erano due ed è subentrata la coordinatrice del nido a prendere in braccio e consolare uno dei due bimbi! Ma di cosa stiamo parlando???? Quindi prima di offendere a destra e a manca e maltrattare le persone perché hanno esperienze diverse dalle vostre contate fino a 10 e mettete anche le mani nell’acqua fresca se siete stressate! Buona giornata

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 08:13 Rispondi

      Io ho semplicemente risposto ad un commento di una signora che pensava di avere la verità in tasca e magari altre mamme non avrebbero mandato i propri figli al nido leggendo quello che affermava lei con tanta sicurezza! Ho semplicemente detto che sono cavolate! Mi è stata data della deficente e detto di chiudere il cesso di bocca accusandomi di averla offesa! Io!!!!! Io l’ho offesa!!!!! Ma le #moderatrici in questo gruppo intervengono? Grazie

    • Gravante Gloria 25 marzo, 2017 at 11:38 Rispondi

      No cara signora sei stata tu la prima a rispondere in maniera saccente e maleducata dando per scontato che stessi dicendo tutte cazzate!!!!quindi onestamente con gente del.genere io non ho piu nulla di cui parlare!!

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 13:42 Rispondi

      E no cara lei si sta sbagliando proprio di grosso!!!! Io non ho detto niente di male e di maleducato ne di strafottente o saccente ho usato solo il termine “cavolate” riferito unicamente alle affermazioni dette da lei che non corrispondono a tutte le realtà dei nidi italiani! Io non mi sarei mai permessa di chiamarla deficente e di dire che ha un cesso di bocca! Ribadisco nuovamente la sua estrema maleducazione e cafonaggine anzi sfido le moderatrici e chiunque legge questi commenti a dire il contrario!

    • Gravante Gloria 25 marzo, 2017 at 18:12 Rispondi

      “Parli di luoghi comuni e non sai di cosa stai parlando “( come se lei c avesse la verita in tasca) “hai detto un mare di cavolate e sei proprio in errore” questo,le sembra il modo di rispondere ad una persona che sta dicendo la propria idea,e che per giunta nemmeno conosce?? Io l ho ricambiata con la stessa moneta : saccenza e maleducazione! All educazione rispondo con educazione alla maleducazione rispondo con maleducazione!!detto questo,non so nemmeno lei chi sia,non ho ne.voglia ne tempo da perdere con lei!la lascio alle sue mille lauree in materia e la saluto!

    • Gravante Gloria 25 marzo, 2017 at 18:12 Rispondi

      “Parli di luoghi comuni e non sai di cosa stai parlando “( come se lei c avesse la verita in tasca) “hai detto un mare di cavolate e sei proprio in errore” questo,le sembra il modo di rispondere ad una persona che sta dicendo la propria idea,e che per giunta nemmeno conosce?? Io l ho ricambiata con la stessa moneta : saccenza e maleducazione! All educazione rispondo con educazione alla maleducazione rispondo con maleducazione!!detto questo,non so nemmeno lei chi sia,non ho ne.voglia ne tempo da perdere con lei!la lascio alle sue mille lauree in materia e la saluto!

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 19:45 Rispondi

      Mi dispiace per lei che nonostante ha riportato le mie parole non si rende conto che io a differenza sua non ho usato termini pari ai suoi scurrili e maleducati come il termine deficente e cesso e se è convinta del contrario ha problemi molto ma molto seri! Mi sa che si deve curare ma deve cercare uno molto bravo! Inoltre vedere che le moderatrici di questo gruppo ancora non intervengono fa veramente specie!

    • Lia Capriglia 25 marzo, 2017 at 19:49 Rispondi

      Abbia piuttosto la decenza e maturità di chiedere scusa per i suoi modi volgari maleducata e cafona che non è altra e non si permetta a paragonarmi a lei!!!! anzi oltre ad essere maleducata e cafona è pure una presuntuosa arrogante!

  5. Elisa Mancini 23 marzo, 2017 at 09:38 Rispondi

    Mio figlio a iniziato il nido a 13 mesi… l’asilo è di mia zia, e devo ammettere che mio figlio è contentissimo di andarci… però si è ammalato tantissimo: l’estate con i virus intestinali, a dicembre la varicella e a gennaio l’influenza.. praticamente dicembre e gennaio li ha fatti a casa… purtroppo non mi conviene la baby sitter a livello economico… con la retta dell’asilo io sono agevolata, pago lotto meno rispetto agli altri e allo stesso prezzo non trovo una baby sitter che mi viene a casa…

  6. Anna Crimaldi 23 marzo, 2017 at 18:15 Rispondi

    Mio figlio L ho lasciato a 5 mesi nn mi piaceva l’idea del nido… anche per nn farlo ammalare spesso e non ha una baby sitter ma una tata che per lui è una seconda mamma! Mi fido ciecamente di lei, gli ha insegnato tante cose e qnd sta con lei sto tranquilla come se ci fossi io!!!

Lascia un commento