Progetto Gatto Rosso: il bambino che aiuta i bambini malati

Progetto Gatto Rosso

Questa è la storia di Sasha, che con i suoi disegni aiuta a guarire i bambini malati come lui.

Sasha, il bimbo ucraino che disegna gatti rossi

Sasha è un bambino ucraino di 9 anni: nel 2012 gli venne diagnosticato un nefroblastoma, un tumore aggressivo dei reni. A Sasha viene asportato un rene e, successivamente, viene sottoposto diversi cicli di chemioterapia. Nel 2014 il tumore si ripresenta, e Sasha dopo una nuova operazione, deve sottoporsi nuovamente a chemioterapia e radioterapia.

Mentre è ricoverato in ospedale, il piccolo Sasha coltiva la sua passione per il disegno: il suo soggetto preferito sono i gatti rossi. Dopo un po' di tempo trascorso all'Istituto dei Tumori di Kiev, il bambino viene in contatto con l'associazione Soleterre, che porta avanti un programma internazionale per l'oncologia pediatrica.

Grazie all'aiuto di una psicologa, Sasha inizia a vendere i suoi disegni su Internet. È un modo per pagare i medicinali di cui ha bisogno, che il servizio sanitario ucraino non rimborsa alle famiglie.

Il progetto Gatto Rosso per i bambini bisognosi di cure

Un giorno, Sasha si presenta all'associazione Soleterre: vuole donare 60 euro che ha guadagnato coi suoi disegni, per aiutare i bambini malati come lui ad acquistare le loro medicine. E da questo generoso gesto di un bambino di 9 anni nasce il progetto Gatto Rosso, sostenuto da Pelikan tramite la linea di colori per la scuola, il cui logo è stato disegnato da Vauro Senesi. Il 10% del ricavato della vendita di questi colori viene devoluto al Programma Internazionale per l'Oncologia Pediatrica di Soleterre.

Oggi Sasha è guarito, ma continua a disegnare bellissimi gatti rossi, per aiutare altri bambini a sconfiggere la malattia.

Lascia un commento