Sembra varicella e invece... Ecco la mani-piedi-bocca

mani-piedi-bocca

Se una sera, vi capitasse di scorgere una macchiolina rossa sul piedino del vostro bimbo non crediate di avere le allucinazioni e, tanto meno, di vivere un deja-vù se la tremenda varicella è già passata da casa vostra.

Attenzione alla mani-piedi-bocca

Potrebbe trattarsi della ben più innocua mani-piedi-bocca, malattia esantematica squisitamente di età infantile, per certi versi molto simile alla ben più nota varicella, ma con effetti – per nostra fortuna – più lievi.

La comparsa di puntini rossi, molto simili alla varicella, ma anche di pustoline e bolle avviene principalmente sui piedi per poi diffondersi sulle mani e, infine, nella cavità orale. Da qui, appunto, il nome della malattia che, tuttavia, non esclude la possibilità che alcune macchioline si presentino anche sugli arti (superiori e inferiori), sul pancino o sui glutei.

Le macchie potrebbero anche sembrare una reazione allergica a qualche tessuto o alimento, così come alcune manifestazioni sui piedi potrebbero ricondursi a un fungo: per questo motivo, solo l'attenta analisi del medico curante potrà dissipare i nostri dubbi.

In genere, la malattia si accompagna con episodi febbrili, sensazioni di malessere generale e stanchezza del bambino.

La cura per la mani-piedi-bocca

Di solito, non sono previsti trattamenti specifici, salvo che per la febbre per la quale il medico potrebbe prescrivere della tachipirina. Le pustole non danno prurito, ma nel caso il bambino ne avverta sono consigliati bagni con amido di riso e borotalco.

La malattia tende a scomparire nell'arco di alcuni giorni e il rientro a scuola è consigliato dopo che la febbre sia scomparsa.

Per l'alimentazione, qualora il cavo orale si sia riempito di pustole, è bene evitare cibi troppo caldi o aggressivi, come aceto e limone.

Impariamo a conoscere la mani-bocca-piedi, una malattia con cui molto probabilmente faremo conoscenza nell'infanzia dei nostri piccoli.

2 comments

Lascia un commento