Sindrome della morte in culla: linee guida per prevenirla

La SIDS (Sudden Infant Death Syndorme), ovvero la Sindrome della morte in culla, rappresenta per certi versi ancora un mistero da un punto di vista medico. Essa, infatti, comporta il decesso improvviso e inspiegabile di un bambino sano (generalmente sotto l’anno di età) durante il sonno. L’ipotesi più credibile è che la morte in culla del lattante sia determinata da una sostanziale immaturità dei suoi centri di controllo del respiro e della frequenza cardiaca. Il bambino, in altri termini, non sarebbe in grado di  gestire e, dunque, di sopravvivere a dei normali momenti di apnea durante il sonno.

Ma come è possibile prevenire una simile e tragica evenienza? Un protocollo internazionale prevede l’adozione di alcune semplici regole in grado di scongiurare la SIDS:

  1. Far dormire il lattante in posizione supina: la posizione prona, infatti, favorisce le apnee prolungate e, inoltre, in caso di rigurgito, si rischia che esofago e trachea si sovrappongono, determinando problemi respiratori;
  2. Prediligere i materassi rigidi: in questo modo il piccolo non rischia di affossare il viso nel morbido esponendosi al rischio di soffocamento;
  3. Evitare la pratica del bad sharing, ovvero la condivisione del “lettone” con mamma e papà;
  4. Assicurarsi che i piedi del bambino tocchino il fondo della culla: in questo modo il piccolo non correrà il rischio di scivolare sotto le coperte;
  5. Eliminare cuscini e peluche: questi accessori, infatti, potrebbero impedirgli di respirare correttamente;
  6. Non fumare in casa: in questo modo si favorirà il corretto sviluppo dell’apparato respiratorio del bambino;
  7. Non coprire troppo il bambino: vestiti e coperte in eccesso, infatti, potrebbero aumentare il fenomeno della sudorazione;
  8. Allattare al seno: è stato empiricamente dimostrato che il latte materno riduce la possibilità che si verifichi la SIDS nel bambino;
  9. Favorire l’uso del ciuccio durante il sonno dopo il primo mese di vita e non oltre l’anno;
  10. Mantenere una temperatura all'interno della casa che non superi i 20°C. 

32 comments

  1. Alice D'addetta 1 giugno, 2016 at 09:15 Rispondi

    Per fortuna ho sempre evitato (a parte il primissimo mese) di far dormire nel lettone la mia bimba. Dormivo massimo 2 ore ed era fondamentale che le facessi per bene altrimenti con il sonno che avevo, avrei potuto schiacciarla o comprirla con le coperte senza nemmeno rendermene conto. Tante ragazze madri li mettono nel lettone insieme a loro.. ma non sono mai stata d’accordo. Per carità … ogni genitore è libero di fare ciò che crede con i suoi bimbi,però se riuscite evitatelo finché sono così piccoli

Lascia un commento