Allontanata dalle Poste perchè allatta al seno

allattare al seno

Francesca Castelli, una giovane mamma di Biella, sarebbe stata cacciata dall'ufficio postale della città perché stava allattando il suo bambino al seno. La notizia ha rapidamente fatto il giro della città, ed è scoppiata una feroce polemica.

Allattare in pubblico: questione di privacy o no?

Da Poste Italiane arriva una nota in cui viene spiegato che si è trattato di un equivoco. Secondo il comunicato la donna stava allattando nella sala principale dell'ufficio postale, ed il personale per questioni di privacy avrebbe chiesto alla mamma di spostarsi in un luogo più privato. I servizi igienici sono per i dipendenti e sono posizionati dietro ai banconi dell'accoglienza clienti, quindi per questioni di sicurezza non possono essere aperti al pubblico. Diversa invece è la versione di Francesca Castelli, secondo la quale il direttore dell'ufficio le ha detto che si può allattare solo col biberon, non al seno. La donna ha raccontato la sua storia su Facebook, ricevendo solidarietà dalle altre mamme.

Il diritto all'allattamento in pubblico

Veemente la reazione di Marianna Madia, ministro della Pubblica Amministrazione, che su Twitter ha annunciato battaglia per difendere il diritto all'allattamento delle mamme in qualsiasi luogo. Per sensibilizzare la popolazione le mamme biellesi stanno organizzando un flash mob proprio davanti all'ufficio postale incriminato.

Please follow and like us:

90 comments

  1. Orsola Galassi 30 Gennaio, 2017 at 11:09 Rispondi

    Mi pare stia girando una petizione a favore dell’allattamento se non sbaglio. È la cosa più naturale del mondo ! Io potrei essere infastidita, invece, dalle pubblicità di intimo dove le donne mostrano il lato b

  2. Marianna Ingenito 30 Gennaio, 2017 at 11:27 Rispondi

    È la società che sta andando a rotoli…se i gay si scambiano effusioni in pubblico devono essere tollerati,anche se è contro natura e disgustoso,se una mamma fa la cosa più naturale del mondo deve essere cacciata…ma fatevi schifo da soli!!!

    • Nicole Weffort 30 Gennaio, 2017 at 11:40 Rispondi

      Beh…anche il.commento “contro natura e disgustoso” non ti rende onore per niente. Così come tu vuoi essere lasciata in pace se allatti anche loro vogliono essere lasciati in pace se si baciano. Per cui se tu ragioni così contro qualcuno,aspettati che altri ragionino così contro di te. Libertà di espressione per tutti.

    • Clara Cipolla 30 Gennaio, 2017 at 11:46 Rispondi

      Se la società va a rotoli è anche per colpa tua…i gay non sono disgustosi e tanto meno contronatura! mi chiedo…educherai i tuoi figli con questi “principi”??? il tuo commento è semplicemente vergognoso!

    • Nicole Weffort 30 Gennaio, 2017 at 11:57 Rispondi

      SeriAmente. Commenti come i tuoi dovrebbero essere proibiti. Ma come ti permetti ?e tu chi sei per dire una cosa così?spero di cuore che qualcuno elimini i tuoi commenti. Non si possono proibire le parolacce e Non commenti offensivi come i tuoi. Ti auguro di cuore che non capiti mai una cosa del genere a te. Ma mai,perché sarebbe una tragedia. Ma non per te,per tuo figlio.

    • MenaeSaverio Derosasica 30 Gennaio, 2017 at 12:04 Rispondi

      Sicuramente quelli dell’ufficio postale hanno commesso un errore gravissimo ma anche la signora che ha commentato con disgustoso ha espresso un commento gravissimo oramai ci siamo evoluti viviamo una società dove alla base dovrebbe esserci comprensione e tolleranza per tutto ciò che è diverso quindi che ben vengano le effusioni tra coppie gay e che vengono eliminate soppressi atteggiamenti di discriminazione

    • MenaeSaverio Derosasica 30 Gennaio, 2017 at 12:05 Rispondi

      E poi in campagna c’è un detto che fa non sputare all’aria che in faccia ti torna sei madre e qual cosa fai se tuo figlio dovesse essere gay lo cacci di casa smetti di amarlo da madre per me conta solo la serenità e la felicità del mio figlio chiunque scelga di essere. l’importante è che le sue scelte non offendano e non limitano la libertà degli altri

    • Claudia Ciamplaini 30 Gennaio, 2017 at 13:16 Rispondi

      Per me contronatura è uccidere, contronatura è violentare, contronatura è provocare sofferenze. Tutto il resto è vita, è vivere la propria vita nel modo migliore. Savanna che Allatta un figlio, Gioele che accarezza il compagno o Mariella che bacia la moglie (nomi tirati così) sono persone che danno amore. La Libertà di pensiero è sacrosanta ed è giusto eprimere il proprio pensiero ma usiamola bene senza scendere in cattiverie.

    • Valeria Carucci 30 Gennaio, 2017 at 14:13 Rispondi

      Marianna Ingenito ma prima di fare un’affermazione almeno informati 😱 IN NATURA esistono più di una specie animale in cui vige l’omosessualità. Invece l’essere umano è l unica specie in cui si manifesta l’omofobia. Io direi che in casa ci si deve chiudere un pedofilo, uno stolker che poi magari vanno a fare danni a bambini e donne. Ma un omosessuale non lede nessuno, non nuoce a nessuno, non stupra, non uccide la sua ex come fanno invece certi padri di famiglia etero. Quindi per favore prima d sparare cazzate pensa….se ti riesce 😉
      E comunque libertà di pensiero non significa definire schifoso un essere umano solo perché “diverso” da te.

    • Federica Peschessa 31 Gennaio, 2017 at 11:24 Rispondi

      Marianna Ingenito io al posto tuo imparerei prima l’italiano!
      Si dovrebbero chiudere in casa gli omofobi e ignoranti come te e povera Italia con mamme che insegnano certi NON valori ai propri figli! Vergognati

  3. Rina Abdishahi 30 Gennaio, 2017 at 11:47 Rispondi

    Io ho allattato un po’ dove capitava e lo faccio tutt’ora, e la gente si è dimostrata gentile anche quando ho occupato posto al bar senza consumare solo per allattare. Mi dispiace per questa mamma che si è trovata con questa persona se così si può definire, però per fortuna non sono tutti così.

  4. Elisa Villani 30 Gennaio, 2017 at 11:48 Rispondi

    Il direttore di quella posta allora dovrebbe mandare fuori anche tutte le donnine (perché ce ne sono), che magari entrano con abiti scollati o minigonne vertiginose..Italia bigotta e troglodita

  5. Roberta Infantino 30 Gennaio, 2017 at 12:02 Rispondi

    Quanta ignoranza! Io allatto mia figlia che ha 19 mesi ovunque .. l ho allattata anche in chiesa al gg del suo battesimo.
    e un gesto pieno d amore e nessuno può puntare il dito contro una cosa così bella e naturale

    • Maryanna Mary Tuca 30 Gennaio, 2017 at 13:39 Rispondi

      Bravissima anch’io, anzi me la aveva detto il prete perché lei aveva fame e mancava 10 minuti al suo battesimo
      Mi sono mesa da una parte ovviamente coperta
      Ma ché problema ce ,vi scandalizza tanto una madre che alata il suo cucciolo e quando camminate via salaria e vedete signorine nude non vi scandalizzati
      Bhe che dire invidia e una brutta bestia

    • Francesca Bonci 30 Gennaio, 2017 at 20:41 Rispondi

      Anche io 19 mesi e l’allatto senza problemi ovunque ci ptovasero a dir qualcosa….meglio quelle brave e belle ragazze che vanno in giro con le teste al vento in maglie super scollate….ma perfavore!!!!

  6. Anna Paolone 30 Gennaio, 2017 at 12:10 Rispondi

    Io ho allattato X 3 anni mio figlio ovunque …. nessuno si è mai permesso di dirmi qualcosa , non mi sono neanche mai accorta di sguardi strani .. ma forse xche non mi importava !

  7. Ginevra Scotti 30 Gennaio, 2017 at 12:28 Rispondi

    Eh che stia a casa ad allattare e sia pagata il figlio cm e priorità.. tante scempiezze e per una fetta al vento la gente malata d mente ipocrita perbenista s turba a turbassero per le cose che servono poveri idioti

  8. Monica Faldon 30 Gennaio, 2017 at 13:18 Rispondi

    Ci sono cose peggiori al mondo. Quindi vedo inutile perdere tempo con tutti questi commenti . È successo basta!!!! Comunque secondo me in un luogo pubblico come lasciano passare le donne incinta bisogna lasciare passare le mamme con i neonati. Evviva il biberon!!! :-)

    • Carla Olla 31 Gennaio, 2017 at 11:50 Rispondi

      Noi in negozio se vediamo una mamma sia incinta che con un neonato diamo la precedenza 😊😊 purtroppo a me incinta di 9 mesi al super mercato nn mi volevano far passare e le donne sono le più stronze!!

    • Monica Faldon 31 Gennaio, 2017 at 11:56 Rispondi

      Purtroppo molte volte è così ma dato che siamo super donne e mamme possiamo essere superiori e lasciar passare :-). Gente cattiva ce n’è tanta anche se devo dire ( ho partorito il secondo bimbo 1 mese e mezzo fa) che quando ero incinta ho trovato molta gente che mi ha sempre fatto passare avanti senza chiederlo! A parte una agghiacciante occhiata all’Inps di un pensionato….

    • Francesca Gromo 30 Gennaio, 2017 at 14:25 Rispondi

      Ecco appunto! La notizia è stata un po’ travisata! Lei ha allattato tranquillamente, poi ha chiesto di cambiare suo figlio in un bagno non accessibile al pubblico, dacché è nata la querelle del direttore, magari scortese, ma giusto nell’impedire di entrare in una zona privata delle poste. Io ho allattato mia figlia per tre anni emmezzo, mio figlio ne ha due emmezzo ed è tettadipendente, ovunque lui voglia, con discrezione, lo accontento. Sono di Biella e alle Poste Centrali se vedono mamme con bambini, dagli sportelli, se possono, le fanno passare prima. Detto questo, credo che la tipa sia un po’ una megalomane, ma se serve ad aumentare la sensibilizzazione sul l’allattamento, ben venga!

    • Erica Zerbini 30 Gennaio, 2017 at 14:47 Rispondi

      Assolutamente Francesca. Mi è spiaciuto più che altro leggere commenti da parte di tantissime altre donne del tipo: state a casa ad allattare..mucche..vacche..poi sono le stesse che protestano contro la violenza sulle donne.

  9. Luca Vally Tatò 30 Gennaio, 2017 at 14:04 Rispondi

    se ne vedono di tutti i colori in giro …. pedofilia , puttanismo in strada davanti a tutti e una donna che da nutrimento ad un neonato viene vista ancora come tabù nel 2017 ….. quanta ignoranza che c’è in Italia …..

  10. Valeria Carucci 30 Gennaio, 2017 at 14:07 Rispondi

    Io allontanerei quelli che alle posta parlano dei cazzacci loro al cell urlando…quelli che perdono ore ore agli sportelli e anche gli stessi impiegati maleducati…una mamma che allatta è l ultimo dei problemi…alle poste e ovunque.

  11. Gloria Matteoli 30 Gennaio, 2017 at 14:51 Rispondi

    Si sta esagerando con questa storia dell’allattare ovunque! Portatevi un biberon o mettetevi in un luogo appartato. Io ho allattato per più di due anni senza perdere la mia dignità e lontana da occhi indiscreti! Ma non vi da fastidio che magari qualche “maiale” vi guardi il seno?!!! Bohhhhhh! Bisognerebbe rispettare gli altri quantomeno. E basta con questa storia delle pubblicità piene di donne nude..è uno schifo non c’è dubbio ma questo non giustifica fare lo stesso in luoghi pubblici anche se si sta nutrendo il proprio bambino che ripeto si può fare con discrezione!!!

    • Manuela Francesca Agus 30 Gennaio, 2017 at 15:27 Rispondi

      Se io allatto mio figlio non vedo la.motivazione per il quale mi devo portare il biberon dietro se vado in un luogo pubblico,la comodità di allattare è proprio questa! E tanto meno se sto.in fila alla.posta l’unico posto sono le sedie che ci sono,cosi come.se sto al.ristorante lo allatto li. E non mi dite di andare in bagno,perché li ci vado pet fare i miei bisogni,non per far mangiare mio figlio…Poi basta pure questa storia del doversi appartare per dare il seno a un bambino,mica sto rubando e se qualcuno si infastidisce problema suo si girassero dall’altra parte! Veramente qui ci sono 15 enni che vanno in giro a culo fuori e nessuno dice niente poi magari per un peZzetto di seno che esce dalla maglietta per allattare un neonato tutte queste paranoie

  12. Serena Rossi 30 Gennaio, 2017 at 16:05 Rispondi

    non aggreditemi, non sono contro la mamma che allattava in posta… è solo la mia esperienza… ma solo mia figlia, una volta allattata prima di uscire, dormiva tutto il tempo finchè non tornavo a casa? non ho mai avuto bisogno di allattare in giro, tranne quando andavo a mangiare al ristorante…😂 ma in posta in genere si va, si fa quello che si deve fare e si esce…

  13. Federica Casadei 30 Gennaio, 2017 at 21:22 Rispondi

    No ma la spiegazione dei servizi igienici alle poste non sono accessibili al pubblico ma solo per i dipendenti, come se allattare fosse come andare in bagno, ma stiamo scherzando, si sta dando da mangiare a una creatura, e mi dicono che al limite si può andare in un bagno pubblico, con sporcizia e batteri. Che pena certa gente.

  14. Roberta Ascione 30 Gennaio, 2017 at 22:10 Rispondi

    Spero che un giorno mi capiti . Io , comodamente seduta , chiederò di chiamare i vigili per farmi cacciare , ma che nel frattempo soddisfo le esigente naturali di mio figlio . E da lì non mi ci muove nessuno . Se mi mettono le mani addosso forzatamente per accompagnarmi , li denuncerò . Vediamo se sono della stessa opinione

  15. Cinzia Filippi 31 Gennaio, 2017 at 07:23 Rispondi

    Bè ma non ha tutti fa piacere vedere una donna ke allatta non è ignoranza si chiama pudore a me personalmente non crea nessun tipo di problema ma quando allattavo io cercavo sempre un posto appartato pure a casa se c era gente

  16. Carla Olla 31 Gennaio, 2017 at 11:44 Rispondi

    Perché non denunciamo le signorine in strada o alla TV con le tette e il culo di fuori. Quello è scandalo .. pensano di essere sexy ma fanno solo vomitare. Ma il mondo di oggi è questo. IGNORANZA PURA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.